«

»

Mar 10

Stampa Articolo

Motori passo-passo, come riconoscerli

I motori passo passo ( o stepper ) sono classificati in due tipologie distinte:

  • unipolari
  • bipolari

i motori unipolari sono più semplici da pilotare in quanto la sequenza della rotazione è esperessa dal succedersi dell’eccitazione delle bobine di cui è composto; i motori bipolari sono di maggiore complessià in quanto la rotazione avviene con un campo magnetico generato dalla corrente che percorra in entrambi i versi le bobine.

Da sottolineare la maggiore forza sviluppabile da un motore di tipo bipolare nei confronti dell’unipolare in quanto a insistere sulla rotazione sono 2 avvolgimenti in contemporanea e non uno solo (vedi Figura 1).

Il numero di fili di cui un motore passo-passo possono essere 4,5,6 o 8 e sono direttamente legati alla caratteristica unipolare (5,6 o 8 conduttori) o bipolare (4 o 8 conduttori) del motore stesso.

Per meglio comprendere come i fili sono relazionati alle bobine riporto degli schemi trovati in Internet in un interessante articolo di cui riporto le immagini:

Motore passo-passo a 4 fili

Figura 1

 

I motori a 4 filli sono di tipo bipolare, come deducibile dallo schema in Figura 1.

Pilotare questi motori è possibile facendo percorrere alla corrente gli avvolgimenti in in entrambi i versi in modo alternato, inducendo la produzione del campo magnerico necessario alla corretta rotazione.

Per la loro stessa costruzione non sono pilotabili in altro modo a differenza dei motori a 8 fili (Figura 4) che possono essere utilizzati sia in modalità unipolare che bipolare.

 

 

 

 

Motore passo-passo a 5 fili

Figura 2

I motori a 5 fili sono di tipo unipolare, come si vede nello schema in Figura 2.

Pilotare questi motori è possibile semplicemente alternando l’alimentazione delle bobine nel senso desiderato.
Ad esempio per una rotazione in senso orario dell’albero, partendo da una situazione come quella illustrata dovremo applicare la tensione ( positiva o negativa a seconda della corrispettiva applicata al terminale common ) nella sequenza:

B+, A+, B-, A-

per ottenere la rotazione in senso antiorario:

B-,A+,B+,A-

 

 

Motore passo-passo a 6 fili

Figura 3

I motori a 6 fili sono di tipo unipolare.

La Figura 3 ne mostra lo schema costruttivo evidenziando come gli avvolgimenti siano connessi tra loro.

Pilotare questi motori è possibile con una tecnica simile a quella già vista per i motori a 5 fili, in quanto i comuni delle due fasi (A e B) possono essere connesi assieme, rendendolo del tutto simile all’unipolare a 5 fili.

E’ tuttavia possibile gestire le singole fase (A e B) in modo indipendente non solo attraverso i terminali A+, A-, B+ e B- ma applicando corrente su A e B in modo indipendente.

 

 

 

Motore passo-passo a 8 fili

Figura 4

I motori a 8 fili possono essere utilizzati sia in configurazione unipolare sia in configurazione bipolare.

Lo schema di costruzione riportato in Figura 4 mostra le bobine ciascuna con due terminali indipendenti.
L’utilizzo di tali motori in modalità unipolare o bipolare deve essere eseguito in funzione della complessità del progetto, delle forze in gioco e dell’ambito applicativo in cui il motore va collocato.

Permalink link a questo articolo: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/motori-passo-passo-come-riconoscerli.html

70 comments

1 ping

Vai al modulo dei commenti

  1. Roberto

    ciao Mauro!!
    innanzitutto complimenti per le tue conoscenze!!
    sono Roberto Leone, ti scrivo da Lecce.
    Da poco possessore dell’ Arduino UNO, l’ ho comprato perchè vorrei realizzare un sistema per fare i video in time lapse.

    Ok, tutto andrebbe alla scelta del motore! ne ho uno a 24v marca NMB modello PM42L-048-KLB8 preso da una vecchia stampante…ha in tutto 6 fili, la prima serie di 3 fili sono: rosso, nero, marrone, la seconda serie: giallo, rosso,
    arancio.

    Come lo collego all’ ULN?? 😉

    Ho comprato anche lo shield per motori passo passo, nn mi serve?? L’ arduino riesce comunque ad alimentarlo?

    Dimmi cosa ne pensi, e se hai un consiglio fai pure!!

    Grazie in anticipo..

    R

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Roberto,
      innanzitutto grazie per i complimenti, cerco di mettere le mie conoscenze a disposizione di tutti.
      Il motore di cui sei in possesso è certamente un motore unipolare ( 6 fili ) nell’articolo è descritto come riconoscere le singole fasi, poi collega i due comuni assieme per ottenere una configurazione a 5 fili.
      Fatto questo ti consigio di leggere il mio articolo: Motori passo-passo, pilotarli con arduino – seconda parte in cui è descritto come collegare le fasi di un motore passo-passo all’ULN2003A. Il tuo dubbio sull’alimentazione ti sarà a questo punto più chiaro: arduino non ha uscite a 24v ed in ogni caso il carico massimo su ciascun pin è di max 40/50mA non sufficenti al tuo motore. L’ULN2003A serve proprio a consentirti di collegare il motore ad una alimentazione esterna.

      Spero di esserti stato utile.
      Mauro

  2. vittorio

    grazie per la dimostrazione.

    Auguri

    Vittorio Di Pietro

  3. Stefano

    Salve buonasera e ciao.. Mi chiamo Stefano e vorrei chiederti due info

    1) che differenze ci sono tra servomotori e motori passo-passo, chessò..per capire meglio la differenza tra i due…quali le loro principali applicazioni? (nel senso come si leggono le caratteristiche? esempio una piccola piattaforma rotante, chessò un vasetto di fiori, che insegue la luce.. quanti kg al massimo posso caricare?)

    2) per entrambe le tipologie mi sapresti indicare dettagliatamente un modello da acquistare per poter fare esercizio e prendere confidenza? (nel mio piccolo mi sto felicemente rifornendo su robot domestici)

    Stefano

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Stefano,
      In questo articolo trovi la descrizione su cosa sia un motore passo-passo e che tipi di motori esistono, almeno a livello hobby.

      In quest’altro:
      http://www.mauroalfieri.it/elettronica/servo-come-funziona-un-servomotore.html

      trovi una descrizione di come è fatto un servomotore e come funziona.

      Sono evidentemente differenti i primi si utilizzano solitamente quando ti occorre conoscere la posizione in gradi dell’albero in ogni momento, contando i passi eseguiti, i secondi ruotano solitamente di 180gradi ( ci sono modelli da 360 ) ma sono comandati in gradi e le riduzioni li rendono molto forti.

      Sui modelli da acquistare ti consiglio di scegliere uno stepper da 200 passi, è il più comune ed un driver tipo easy driver che ti permette tanto esperimenti e come servo evita i micro servo xchè su tutti quelli acquistati solo uno mi funziona, un modello economico sui 20€ andrà benissimo 🙂

      Mauro

  4. francesco

    Ciao Mauro, complimenti per la tua conoscenza in materia, detto questo vorrei chiederti:
    sto costruendo un dolly time-laps, e la parte meccanica l’ho terminata, ho montato un motore NEMA-23 54mm. acquistato su Robot Italy, (ti do anche il codice del motore 58BYGH420)vorrei sapere: “da premettere che non ho grandi conoscenze elettroniche”
    1) come gestire questo motore
    2) la tensione da applicare
    3) se potresti essere così gentile da farmi una lista dei componenti da acquistare e mi spiegassi con schemi il procedimento d’assemblaggio. Aspetto una tua risposta.
    Ti ringrazio anticipatamente.
    Grazie Francesco

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Francesco,
      sul blog trovi numerosi articoli sul Dolly, cerca dollyphoto é l’ultimo che ho progettato, il kit é in vendita su robot-domestici.it é pensato per chi non ha grandi conoscenze elettroniche e ci sono 5 articoli che ti spiegano passo-passo come realizzarlo.

      Per il motore, non lo trovo sul sito indicato, guarda se le caratteristiche corrispondono alle seguenti:
      Tensione di alimentazione fino a 12v, corrente per fase Max 2A, meglio se un po’ meno.

      Quando avrai il kit, se ci sono cose poco chiare scrivimi, vorrei pubblicare il tuo progetto una volta ultimato se ti va.

      Mauro

  5. Nicola

    Ciao, sono un discreto autodidatta. Ho comprato da un fallimento dei motori della SONCEBOZ 6600 R046 1,8 A /PH 9704. Deduco che siano dei motori passo passo, quindi ti chiedo: con che scheda di controllo posso farli girare in un senso e regolarne la velocità?
    Spero in un tuo aiuto
    Gazie in anticipo
    Saluti Nicola

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Nicola,
      non conosco questi motori.
      Se possiedono 4,5 o 6 fili sono di certo dei motori passo passo e dall’indicazione 1,8A per fase penso che l’unico driver di controllo potrebbe essere l’MD20A della pololu a cui ho dedicato un articolo che ti consiglio di leggere.

      Mauro

  6. Giordano Settimo

    Ciao Mauro, sto forse facendo confusione sul riconoscere questo tipo di motori.
    Se compro un motore passa passo da 8 fili, diciamo questo: http://it.rs-online.com/web/p/motori-passo-passo/1918328/, posso unire, come da datasheet, i cavi per avere solo 4 fili ?
    In questo caso, per pilotarlo con Arduino, devo trattarlo come un bipolare e quindi utilizzare un SN754410NE ??

    Grazie

    ps. Grazie del blog, della tua gentilezza e chiarezza

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giordano,
      se devi ancora acquistare un motore passo-passo per il tuo progetto ti consiglio di acquistarne già uno bipolare (4 fili) ed evitare di impazzire con altri tipi di motore.

      Un motore unipolare a 8 fili puoi trasformarlo in un bipolare a 4 fili ma devi studiarti la meccanica, le fasi ed i collegamenti elettrici da eseguire per evitare malfunzionamenti.

      Mauro

      1. Giordano Settimo

        Avevo scelto proprio questo perchè nel datasheet c’è già lo schema.
        http://docs-europe.electrocomponents.com/webdocs/001c/0900766b8001c018.pdf

        Ho interpretato bene secondo te il datasheet? Posso farlo diventare in 4 fili unendo i connettori A-H come in figura 2, prima pagina? Se così fosse lo piloterei con il SN754410NE.

        Tale motore viene infatti detto “ibrido” perchè, presumo, può funzionare sia come bipolare che come unipolare.

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Giordano,
          corretto, é detto ibrido per quel motivo.

          Per il collegamento ti consiglio prima qualche verifica con il tester e poi assembli il tutto.

          Mauro

          1. Giordano Settimo

            mmm potresti essere più specifico?

          2. Mauro Alfieri

            Ciao Giordano,
            dopo che avrai formato le coppie per ridurre da 8 a 4 fili e PRIMA di collegare il motore al driver per il controllo passo-passo fai dei test sui collegamenti con il tester per essere certo di aver collegato i fili in modo corretto.

            Mauro

  7. vittorio

    Ciao Mauro vorrei chiederti un consiglio,ho un motore passo passo bipolare(4 fili) tipo 4118M-07S-02 e mi urge farlo funzionare.
    Vorrei sapere se e come posso controllare il motore magari contando anche i giri che fa.
    esiste in commercio driver per questo specifico motore?.
    Se si mi consigkli quale comprare???
    Grazie per le eventuali risposte e colgo l0occasione di augurarti un sereno 2014.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Vittorio,
      per associare un driver corretto al tuo motore ti consiglio di cercare su internet il modello esatto e verificare sia il voltaggioche l’amperaggio ( corrente ) di assorbimento per fase.
      Per controllare il numero di giri devi conoscere i passo per giro esempio un 200 step è un 200 passi/giro.

      Mauro

  8. Giovanni

    Salve Mauro,
    Ho un motore pp di un vecchio hard disk Apple Profile.
    escono 6 fili.
    Il problema e che misurando col tester trovo due bobine con presa centrale, ma invece di avere una lettura in ohm identica per le due bobine, leggo circa 14 ohm (con presa centrale) per la prima e leggo circa 1700 ohm ( con presa centrale) per la seconda .
    Hai una idea del perché e di come possa pilotarlo.
    Grazie.
    Giovanni
    Ps. con i comuni motori pp me la cavo bene, ma per questo vorrei riparare il driver senza fare prove distruttive per questo oggetto d’antiquariato.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giovanni,
      questo motore sembra avere una geometria diversa dai soliti oppure è danneggiato e questo spiegherebbe i valori che rilevi.
      Prova a compilare la tabellina che ho realizzato e verifica se ci sono ancora differenze così elevate.

      Mauro

      1. Giovanni

        Mauro,
        grazie per la tua veloce risposta. Nel frattempo ho avuta la sfacciata fortuna di trovare un altro Profile Apple.
        Ho preso la schedina driver buona e il motore gira perfettamente. A questo punto con un po di pazienza e con l’oscilloscopio dovrei venire a capo del mio interrogativo.
        Appena ho un po di tempo lo faccio e se ti interessa ti farò sapere.
        In poche parole adesso ho una scheda driver buona e due hard disk buoni (almeno per quanto riguarda il motore)
        Grazie ancora
        Giovanni

        1. Mauro Alfieri

          Ottimo Giovanni,
          certo che mi interessa se hai voglia puoi scrivere anche una descrizione di ciò che hai fatto e delle foto da condividere con altri appassionati.
          Io pubblicherò volentieri i tuoi insegnamenti.

  9. mirko

    ciao
    io ho trovato un’ altro tipo di motore passo-passo interessante quando ho smontato un vecchio masterizzatore da computer ( il motore del piatto)
    in pratica ha solo 3 fili
    2 vanno alle bobine e 1 è il ritorno ( comune )
    molto probabilmente sfrutta la corrente duale ( +5 e -5 ) del computer e il comune va a 0
    ma questo mi complica un bel po’ le cose a comandarlo con un sistema tradizionale ( L298)
    che tu sappia esistono dei componenti che facciano questo tipo di comando ?
    per completezza :
    il motore ha 6 passi ed ha un ‘ impedenza sulle fasi di appena 1.5 hom
    probabilmente è stato costruito in questa maniera per avere velocità elevate e , nello stesso tempo poter controllare la velocià di rotazione

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Mirko,
      è la prima volta che leggo di motori costruiti in questo modo, ti consiglio di verificare se sul motore sia presente una sigla di qualche tipo e di fare una ricerca in internet per trovare come è costruito e come gestirlo.
      In generale non conosco driver di uso comune che possano lavorare con tensioni duali per il controllo dei motori.

  10. mirko

    ciao
    io ho trovato un altro tipo di motore interessante
    si tratta del motore del piatto di un vecchio masterizzatore da computer che ha solo 3 fili
    provando con tester ( poi con altre prove) ho scoperto che si tratta di un motore passo passo con 2 fili per le bobine + 1 filo comune
    evidentemente sfrutta la corrente duale fornita dall’alimentatore del computer (+,- , 5 volt)
    sicuramente è un motore passo-passo ( se alimento con tensione continua mi rimane fermo in coppia)
    ma in questo caso ho dei grossi problemi a controllarlo con i metodi tradizionali (L298)
    esiste un componente che serve a questo scopo ???
    intanto , per completezza ti dico anche altre caratteristiche che ho riscontrato:
    ha solo 6 passi
    le bobine hanno una bassa impedenza ( 1,5 hom)
    evidentemente con queste caratteristiche si voleva fare un motore che potesse girare ad alte velocità ma nello tempo si possa anche controllare !
    ultima cosa :
    cortocircuitando i fili il motore diventa + duro ( questo è normale ) ma la differenza ( con circuito aperto) è appena percettibile .
    spero che questa mia esperienza sia stata utile !
    ringraziando per l’ attenzione saluto !
    mirko

  11. Cristiano Fortini

    E’ il mio primo approccio ai motori pass-passo; ho visitato diversi siti ma questo, per la sua semplicità sintetica m’ha permesso, quì davanti al Pc, di far muovere in avanti e all’indietro un motorino. Complimenti davvero!!!!!!!!!

    1. Mauro Alfieri

      Grazie Cristiano, i complimenti fanno sempre piacere.

  12. FEDERICO

    No sono nuovo con i motori passo passo ed ho già fatto parecchi esperimenti positivi anche con Arduino. Ma recentemente mi è capitato di smontare una vecchia fotocopiatrice da ufficio per formato A3, bene qui ho trovato
    un motore VEXTA oriental-motor con 10 fili a cui corrispondono 5 avvolgimenti da 2,8 ohm.
    é la prima volta che mi capita una cosa del genere. Ora come li colleghiamo questi fili per farne un motore unipolare o bipolare ?.
    Grazie
    Fede

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Federico,
      ho provato a cercare in internet i motori del tipo che possiedi ed ho trovato che sono molto interessanti, purtroppo non ho trovato datasheet.
      Potresti provare a scrivere al produttore inviando foto e dati del motore per farteli fornire.

  13. Andrea

    Buongiorno Sign.Alfieri devo installare 3 motori passo passo su una cnc.
    Il punto e’ che questi motori mi sono stati dati da un amico pero’ sono privi di schema.
    La sigla e’ 86BYGH450B 1,8° 4,6 A. sono ad 8 fili e vorrei installarli in configurazione bipolare.
    Ho individuato le quattro coppie ma non riesco a stabilirne la corretta fase.
    i colori dei fili sono:
    1 coppia nero-bianconero
    2 coppia arancio -biancoarancio
    3 coppia rosso-biancorosso
    4 coppia giallo-biancogiallo
    Ho cercato in rete ma nulla per questi colori,potrebbe aiutarmi ?
    Grazie mille
    Andrea.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Andrea,
      dopo aver riconosciuto le coppie devi individuare quelle opposte e puoi farlo provandole ad una ad una più volte cercando il verso di rotazione.
      Successivamente puoi creare delle fasi formate da due bobine per trasformare il motore in un bipolare.

      1. Andrea

        Trovate !!!
        lascio la configurazione se qualcuno si trova nella stessa situazione:(configurazione bipolare per 8 fili)
        1 collegare arancio con bianconero
        2 considerare il nero A+ ed il biancoarancio A- (che sono i capi rimanenti delle due bobine appena unite)
        3 collegare rosso con biancogiallo
        4 considerare il biancorosso B+ ed il giallo B- (che sono i capi rimanenti delle due bobine appena unite)
        provando a dare impulsi di tensione nella sequenza A+A- B+B- A-A+ B-B+ (dove la lettera a sinistra viene alimentata con il positivo e quella a destra con il negativo) il rotore ruotera’ di circa 8 gradi (7.2 per la precisione) che ho rilevato applicando un goniometro gigante stampato in rete !!!!
        Grazie per i consigli e ci sentiamo per eventuali dubbi su argomenti simili.
        Ciao
        Andrea.

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Andrea,
          grazie per la condivisione.
          Perchè non realizzi e miinvvi qualche foto ed una descrizione di testo del lavoro svolto .. io la pubblico volentieri.

  14. Cesare

    Ciao Mauro
    approfitto delle tue conoscenze e soprattutto della tua disponibilità per dei consigli. Attraverso la rivista Nuova Elettronica ho fatto il circuito per pilotare motori passopasso con la coppia 297/298.La scheda ha la regolazione per il controllo della corrente può sopportare massimo 2A. La regolazione lo fatta in base all’assorbimento del motore. Ho trovato due motori a 8 fili “23LM-C057-02” DC 2,6V e 2,5A 1.04hom la prima domanda posso collegarli alla scheda o rischio di bruciarla? I 2,6V e 2,5A sono considerati per fase o totali? ho provato a cercare nel datascheet dei motori ma non sono riuscito a trovare niente forse troppo vecchi. Ho letto l’intervento di Andrea sulla configurazione dei motori a 8 fili, nella mia scheda per il collegamento ho A A e B B invece di A+A- e B+B- ammesso che la scheda possa supportare quei motori come li collego?. Ho un altro motore ha 8 fili dove li c’è scritto DC6V e 1,2A per fase. La prova che ho fatto è collegare rosso nero, giallo arancio nei morsetti AA e BB poi biancorosso bianconero biancogiallo biancoarancio tutti collegati insieme senza utilizzarli. Lo so che sono domande da principiante ma spero nei tuoi consigli per imparare e non rovinare niente. Chiedo scusa se non sono riuscito a spiegarmi bene.
    Grazie mille
    Cesare

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Cesare, in merito al primo motore io penso che i 2,5A si riferiscano per fase e non lo collegherei al driver che hai auto ostruito, ci sono dei driver, tipo big easydriver, che arrivano a 3A per fase.
      Su come riconoscere le fasi trovi dei tutorial sul blog che spiegano tutto ed hanno aiutato decine di appassionati a comprendere come siano costruiti i motori passo-passo.
      Il secondo motore puoi collegarlo al tuo driver, per la corretta sequenza fai sempre riferimento ai miei articoli sulle fasi, i colori dei fili cambiano da produttore a produttore e la cosa migliore é scoprirli con le tecniche che descrivo.

      1. Cesare

        Ciao Mauro,scusa il ritardo ma ho avuto probblemi con internet.Volevo ringraziarti per la risposta.
        Ciao Cesare

  15. Gianluca

    Ciao Mauro,
    non riesco a capire dove collegare il “common” di un motore unipolare a 5 fili su una scheda easydriver?
    Grazie
    Gianluca

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Gianluca,
      non ricordo che la easyDriver preveda la possibilità di essere utilizzata con motori unipolari a 5 fili.
      Il sito del produttore della scheda recita:

      The only kind you can’t use is 5-wire stepper motors.

  16. janparac

    penso ci sia un grave errore.
    I motori a 6 fili sono sia UNI che BI polari

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Janparac,
      è corretto quello che sottolinei, tuttavia nell’immagine che ho riportato l’autore ha indicato la configurazione in modalità unipolare e non ho trovato una identica figura ma in configurazione bipolare.

  17. Francesco

    Ciao Mauro, complimenti alla Conoscenza e alleSpiegazioni che dai,davvero un Bel Blog.
    Volevo chiederti un aiuto basilare sul collegamento dei motori passo passo perfavore.
    Ho recuperato dei motori passso passo ( 4 fili ) da una stampante olivetti e altri 2 motori 6 e 7 fili da una hp.
    Essendo ignorante quasi totale in materia ma in collegamenti elettrici ( non elettronici ) mi arrangicchio abbastanza bene, potresti dirmi ( sempre perfavore ) come posso collegarli e con cosa semplicemente per farli girare senza presunzione di comandarli o altre cose ?
    Ho tutti i circuiti delle stampanti a disposizione per questa specie di faidame 😀 e vorrei usarli per costruire una giostra in miniatura. Premetto che il controllo di velocità riesco a regorarlo tramite gli ingranaggi ricavati e variepulegge quindi mi accontento semplicemente di farlo girare.
    Ti ringrazio in anticipo e buona serata Francesco “”

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Francesco,
      ho scritto molti articoli dedicati a questi motori e come controllarli; uno è quello che stai commentando.
      Leggendoli trovi risposta ai tuoi quesiti, se qualche dettaglio non ti è chiaro chiedi attraverso i commenti e cercherò di risponderti.

  18. Gaetano Graffeo

    Ciao Mauro, sono un vecch (anziano) che ti segue su facebook ho alcuni motorini passo passo a 5 fili, ho visto la configurazione come collegarli ma non conosco la tensione di alimentazione posso pensare che sia a 24 Vcc essendo dei motorini da registratori a carta che si usavano nell’industria. la sigla è: SANYO FF-500-R 931008.
    Se hai tempo mi puoi dire qualcosa in merito?
    Grazie.
    Gaetano

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Gaetano,
      ho provato ad eseguire una ricerca per il modello di motore in tuo possesso, tuttavia non sembra esistere on-line un datasheet di questo modello.
      Puoi provare a scrivere alla SANYO e chiedere se hanno il datasheet e se gentilmente te ne inviano una copia PDF o simile.

  19. roberto

    sono un impiantista a gas di agoiolo e ho molti problemi col controllo del minimo sulle auto, quasi tutte hanno motori passo passo a 4 fili, cosa posso usare per controllarli o per attivarli ?

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Roberto,
      nel blog trovi molte info a riguardo, devi solo aver voglia di leggere ed imparare sperimentando.

  20. davide felicione

    ciao mauro.complimenti per il tuo blog davvero bellissimo.
    potresti spiegarmi come posso far compiere al motore un solo step e poi fermarsi?

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Davide,
      esistono molti metodi per farlo, trovi tanti articoli dedicati all’argomento nel blog.
      Dipende molto se usi un driver e che tipo di driver utilizzi.

  21. Fabrizio

    Ciao volevo sapere se e’ possibile collegare ad arduino 1 un L298 per pilotare il motore , ho trovato solo il collegamento per Arduino Leonardo e se e’ possibile usare lo stesso codice .
    Grazie

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Fabrizio,
      che tipo di motore vuoi collegare a questo ponte-H ?
      Bipolare, unipolare ..

      1. Fabrizio

        Sto cercando il modo di farmi un qualcosa per poter testare i motori passo passo , ne ho una ventina ma non ho idea se funzionano o no .
        In poche parole un tester , sempre se e’possibile .
        Grazie

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Fabrizio,
          per realizzare un tester ti consiglio l’uso di un driver che ti semplifica la vita, già non sai se il motore funziona o meno, il dubbio che sia colpa del driver che stai utilizzando o del codice che usi è meglio evitarlo.

          1. Fabrizio

            Mi sto costruendo un Dual H-Bridge con un l298n da accoppiare con una scheda arduino uno ,mi potresti consigliare uno sketch per farlo funzionare .
            Grazie per la pazienza ma mi piace sperimentare .

          2. Mauro Alfieri

            Ciao Fabrizio,
            per il controllo dei motori passo passo? puoi usare lo sketch dell’articolo dedicato al controllo di tali motori con una motor-shield adattandolo al tuo circuito.
            Premetto che non lo trovo il modo migliore, si è trattato per me solo di un esercizio di stile.

  22. Giovanni Gullà

    Ciao tempo fa misi da parte delle guide motorizzate e l’altro giorno, leggendo questo articolo, mi è sorto un dubbio. In breve non riesco a capire se i motori che muovono le suddette guide siano in realtà dei servomotori oppure dei motori stepper. Aprendo una di queste guide ho visto che ci sono 6 fili che vanno al motore e altri 6 che vanno ad una specie di contenitore posto dietro il motore. Io non capisco, ma se fosse un servo motore non dovrebbe avere soltanto 3 fili? Grazie per l’eventuale chiarimento 🙂 e complimenti per i tuoi articoli

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giovanni,
      posso ipotizzare che tu possieda delle guide con encoder ( contenitore posto dietro al motore ) e che i 3 fili diretti al motore siano dovuti al fatto che si tratta di motori brushless.
      La mia è solo una ipotesi non disponendo di alcun dettaglio in merito a quello che possiedi.

  23. Luca

    Ciao Mauro, innanzitutto volevo fati i complimenti per questo blog mi è stato davvero utile per capire il funzionamento dei motori passo passo.

    Ho acquistato un kit per controllo di una cnc da hobbista della wantaimotor che comprende dei motori passo passo.
    Dovrò far funzionare i motori in configurazione bipolare.
    Avrebbero dovuto mandarmi dei motori tipo 57BYGH627 a 4 cavi di collegamento ma in realtà mi hanno inviato dei 57BYGH633 a 6 cavi
    Se devo utilizzare un motore stepper nema 23 a 6 fili in maniera bipolare,mi chiedevo, il motore genererà la stessa coppia di un motore omonimo a 4 fili?
    Naturalmente collegando il 6 fili nella stessa modalità del 4. cioè collegando i due cavi esterni lasciando il terzo nel mezzo scollegato
    Loro mi hanno risposto che si facendo lavorare il motore in questa maniera ho la stessa coppia.
    Tu cosa ne pensi?

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Luca,
      penso che la risposta del costruttore sia veritiera.
      Anche da un punto di vista elettronico se leggi i miei articoli sui passo-passo a 6 fili vedrai che io suggerisco tale possibilità.

  24. giuseppe

    Gentilissimo Mauro! grazie per la miriade di informazioni utili che condividi con il tuo sito.
    ho una richiesta da farti se posso… non riesco a venirne a capo!
    ho la necessita di identificare dei motori nema 17 e la sigla della loro etichetta sul web non riporta a nessun risultato.
    so che sono dei nema 17 bipolari 4 fili
    la loro sigla è 17HM3448N-15AD
    da una ricerca ulteriore ho visto che la sigla HM identifica motori da 0.9 deg ossia 400 passi giro

    questo motore è collegato a un laser cinese che sto modificando ed alla quale vorrei aggiungere un asse rotativo ma mi necessita un motore simile a quelli gia montati per non compromettere l’integrità della scheda di controllo che viene fornita con suo software di gestione e non ho modo di variare i dati motore da software.

    spero tanto tu possa aiutarmi… come altre info ho visto che sulla scheda di controllo ci sono dei chip driver integrati con sigla A4985 1536 908L e sembrerebbero degli allegro con 1A massimo come motore utilizzabile.

    grazie ancora
    giuseppe

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giuseppe,
      il modo migliore per non rischiare è chiedere al produttore la documentazione dei motori.
      Se hai individuato passi e corrente massima dei driver puoi cercare dei motori con un assorbimento inferiore a 1A per fase per evitare ogni tipo di problema.

  25. giuseppe

    grazie mauro!!! purtroppo il produttore non è possibile contattarlo… una curiosità… ho letto e non so se ho preso un abbaglio.
    in pratica… se ho un driver che mi eroga ammettiamo 1A
    e gli collego uno stepper da 1,7A
    succede che non sfrutto i valori di coppia e velocità del motore stesso ma non dovrei arrecare danno ai driver
    è corretto???

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giuseppe,
      non saprei garantirti questa informazione.

      1. giuseppe

        nella mia immensa ignoranza… in materia stepper penso sia come mettere una lampadina 220V ad una sorgente minore di 220… il sistema funziona ma la lampadina non arriva ai Watt di emissione dati per 220
        scusa l’esempio balordo ehehehehhe

  26. Pino

    Anticipatamente ringrazio l’aiuto che offri,
    ho dei motori recuperati da vecchio macchinari e li voglio utilizzare per CNC con Driver DRV8825 4 fili max 2A.
    I Motori passo passo su targhetta RESPONSYN MOTOR HDM-175-2000-8 2000 Steps /Rev. 9 USM EMHART.
    Inesperto non ho informazioni: Voltaggio, Giri, Amper di certo è un motore a 8 fili da collegare ai terminali del DRV8825 a 4 fili.
    Da precedenti commenti posso vedere le coppie con il tester, ma non ho capito come metterli in sequenza
    A B C D. Che prove Fare.
    Sarei grato se riuscite a darmi informazioni per montare in tranquillità sui DRV8825
    grazie
    Pino

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Pino,
      per i parametri dei motori hai provato a cercare su internet?
      Per la sequenza ho pubblicato alcuni articoli in merito in cui mostro anche un video mentre eseguo il riconoscimento della sequenza.

  27. Pino

    correggo precedente messaggio.
    Il Motore è a 9 fili, presumo che sia unipolare simile al 5 fili, in questo caso se non erro devo sempre accoppiare e trovare quello in Comune. Come Fare? Posso utilizzarle i motore in una CNC e Stampante 3D?
    come collegare il comune nei driver?
    Ie precedenti richieste rimangono sempre che li riporto.
    I Motori passo passo su targhetta RESPONSYN MOTOR HDM-175-2000-8 2000 Steps /Rev. 9 USM EMHART.
    Inesperto non ho informazioni: Voltaggio, Giri, Amper di certo è un motore a 8 fili da collegare ai terminali del DRV8825 a 4 fili.
    Da precedenti commenti posso vedere le coppie con il tester, ma non ho capito come metterli in sequenza
    A B C D e Comune. Che prove Fare?
    grazie
    Pino

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Pino,
      9 fili è il primo che incontro. Solo la documentazione del produttore penso possa svelarti come sia costruito.

  28. Giovanni

    Chi mi aiuta?
    ho degli ottimi stepper motor professionali che hanno 8 fili. I codici colore non corrispondono a nessuna tabella vista in rete. Tuttavia mi è stato facilissimo con il tester individuare i 4 avvolgimenti e prenderne nota. Volendo usarlo in cinfigurazione unipolare, vorrei accoppiare gli avvolgimenti in serie in modo da avere poi 6 fili. La domanda è: con quale criterio li accoppio? Ci sono tre possibilità diverse. Come scelgo gli avvolgimenti da mettere in serie? Ed eventualmente ha importanza anche il verso? E come lo stabilisco? Per i motori a 4, 5, 6 fili, , non ho mai avuto dubbi e con un semplice ohmmetro è facilissimo capire ma con 8, quali avvolgimenti scelgo di mettere in serie?
    Grzie Giovanni

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giovanni,
      lascio il tuo commento on-line perché chiunque possa contribuire.
      Io procederei empiricamente verificando per ciascuna coppia che hai individuato quale sia il polo positivo e negativo durante una rotazione completa.
      Poi puoi unire i comuni o negativi tra loro delle coppie opposte ed otterrai un 6 fili.

  29. Flavio

    Ciao Mauro, avrei un quesito sul pilotaggio di un passo passo. Visto che devo scegliere il tipo,ho visto che ce ne sono molti che lavorano a tensione basse,del tipo 2,6 o 3,2 Volt. Mi chiedevo….avendo visto che i passo passo vengono pilotati in corrente, posso aumentare la tensione di alimentazione di questi motori fino a 12Volt ? Oppure mi conviene prenderne un tipo da 12 Volt nominali ? Grazie

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Flavio,
      certamente dei motori a 12v sarebbero più indicati.
      Tuttavia puoi controllare i motori che possiedi a 3v o provare a 12v e verificare se ottieni benefici.

  1. Mauro Alfieri » Blog Archive » Motori passo-passo bipolari con Arduino – prima parte

    […] subito riprendendo un mio precedente articolo in cui hai imparato a riconoscere i motori di tipo passo-passo. Dopo averli riconosciuti avrai letto come pilotare i motori di tipo unipolare, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>