Motori passo-passo, come riconoscerli

I motori passo passo ( o stepper ) sono classificati in due tipologie distinte:

  • unipolari
  • bipolari

i motori unipolari sono più semplici da pilotare in quanto la sequenza della rotazione è esperessa dal succedersi dell’eccitazione delle bobine di cui è composto; i motori bipolari sono di maggiore complessià in quanto la rotazione avviene con un campo magnetico generato dalla corrente che percorra in entrambi i versi le bobine.

Da sottolineare la maggiore forza sviluppabile da un motore di tipo bipolare nei confronti dell’unipolare in quanto a insistere sulla rotazione sono 2 avvolgimenti in contemporanea e non uno solo (vedi Figura 1).

Il numero di fili di cui un motore passo-passo possono essere 4,5,6 o 8 e sono direttamente legati alla caratteristica unipolare (5,6 o 8 conduttori) o bipolare (4 o 8 conduttori) del motore stesso.

Per meglio comprendere come i fili sono relazionati alle bobine riporto degli schemi trovati in Internet in un interessante articolo di cui riporto le immagini:

Motore passo-passo a 4 fili

Figura 1

 

I motori a 4 filli sono di tipo bipolare, come deducibile dallo schema in Figura 1.

Pilotare questi motori è possibile facendo percorrere alla corrente gli avvolgimenti in in entrambi i versi in modo alternato, inducendo la produzione del campo magnerico necessario alla corretta rotazione.

Per la loro stessa costruzione non sono pilotabili in altro modo a differenza dei motori a 8 fili (Figura 4) che possono essere utilizzati sia in modalità unipolare che bipolare.

 

 

 

 

Motore passo-passo a 5 fili

Figura 2

I motori a 5 fili sono di tipo unipolare, come si vede nello schema in Figura 2.

Pilotare questi motori è possibile semplicemente alternando l’alimentazione delle bobine nel senso desiderato.
Ad esempio per una rotazione in senso orario dell’albero, partendo da una situazione come quella illustrata dovremo applicare la tensione ( positiva o negativa a seconda della corrispettiva applicata al terminale common ) nella sequenza:

B+, A+, B-, A-

per ottenere la rotazione in senso antiorario:

B-,A+,B+,A-

 

 

Motore passo-passo a 6 fili

Figura 3

I motori a 6 fili sono di tipo unipolare.

La Figura 3 ne mostra lo schema costruttivo evidenziando come gli avvolgimenti siano connessi tra loro.

Pilotare questi motori è possibile con una tecnica simile a quella già vista per i motori a 5 fili, in quanto i comuni delle due fasi (A e B) possono essere connesi assieme, rendendolo del tutto simile all’unipolare a 5 fili.

E’ tuttavia possibile gestire le singole fase (A e B) in modo indipendente non solo attraverso i terminali A+, A-, B+ e B- ma applicando corrente su A e B in modo indipendente.

 

 

 

Motore passo-passo a 8 fili

Figura 4

I motori a 8 fili possono essere utilizzati sia in configurazione unipolare sia in configurazione bipolare.

Lo schema di costruzione riportato in Figura 4 mostra le bobine ciascuna con due terminali indipendenti.
L’utilizzo di tali motori in modalità unipolare o bipolare deve essere eseguito in funzione della complessità del progetto, delle forze in gioco e dell’ambito applicativo in cui il motore va collocato.

Prima di inserire un commento, per favore, leggi il regolamento

Permanent link to this article: https://www.mauroalfieri.it/elettronica/motori-passo-passo-come-riconoscerli.html

77 pings

Skip to comment form

  1. […] subito riprendendo un mio precedente articolo in cui hai imparato a riconoscere i motori di tipo passo-passo. Dopo averli riconosciuti avrai letto come pilotare i motori di tipo unipolare, […]

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.