Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/ardupower-di-alberto-panu.html

3 comments

1 ping

    • Ali One Informatica on 15 aprile 2017 at 15:57
    • Reply

    Dato che per professione ci occupiamo di sicurezza informatica e personalmente molti di noi sono appassionati di elettronica & IoT vogliamo fornire qualche informazione utile agli utenti che leggono questa guida. Per la comunicazione da remoto, la soluzione proposta in questo articolo utilizza il protocollo Telnet. Telnet però è altamente sconsigliato per soluzioni di questo tipo perché qualsiasi dato, username, password, ecc… passa in chiaro sulla rete (Internet) dal vostro dispositivo remoto fino al router di casa vostra. Questo implica che qualsiasi utente malevolo che legga la vostra comunicazione possa ad esempio impersonarvi o comunque eseguire attacchi verso la vostra rete di casa. Per ovviare a questo problema le soluzioni sono molteplici ma tutte utilizzano un elemento comune: la crittografia. Un progetto come questo può avvalersi ad esempio del semplice ma quanto efficace protocollo SSH (funzionante ad esempio su Raspberry Pi e Arduino YUN)

    Prestate sempre molta attenzione!
    I dispositivi di IoT (Internet of Things) sono tra i più colpiti da attacchi informatici e spesso questo accade perché sono configurati/programmati male.

    Sperando che queste informazioni risultino utili e possano essere uno spunto di riflessione, porgiamo cordiali saluti a tutti.

    Ali One Informatica

    1. Grazie per la precisazione.
      Alberto è un esperto di sicurezza informatica ed elettronica e sono certo che se ha applicato questa soluzione è perché tutto il sistema lavora in una rete locale protetta 🙂
      Lascio comunque ad Alberto la libertà di spiegare la scelta.

  1. Si, ho realizzato questo progetto prima che fossero disponibili sistemi a basso costo dotati di server ssh, come la raspberrypi, con la quale si possono facilmente replicare le funzioni dell’ardupower con l’aggiunta di una connessione sicura..
    Nel mio caso comunque l’accesso all’ardupower avviene solo tramite la rete locale attraverso un server al quale accedo con ssh.

  1. […] è l’autore di un progetto che ho pubblicato qualche mese fa “Ardupower” che ha ricevuto molte visite da parte di tanti appassionati di domotica ed […]

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.