«

»

Giu 29

Stampa Articolo

Arduino – primi passi

Iniziamo la prima lezione sulla programmazione di Arduino introducendo alcune semplici informazioni per chi non ha dimestichezza con la programmazione, cercherò in tutti i miei articoli di non utilizzare termini troppo tecnici ed in ogni caso di descriverli con esempi chiari.
Tuttavia se non dovessi riuscire nel mio intento, scrivimi e provvederò a darti tutte le informazioni che desideri.

Arduino Uno

Arduino Uno

Inizialmente avevo deciso di scrivere articoli su Arduino non partendo dalle basi minime, pensavo che ci fossero fin troppi articoli di questo tipo in internet.
Partecipando all’Arduino Camp del 19 giugno 2011 e confrontandomi con tantissimi appassionati ho notato che le difficoltà maggiori riguardano proprio la programmazione.
E’ stata frequente la richiesta di spiegare il codice negli esempi mostrati dal Team Arduino.

La risposta è forse che la maggior parte di coloro che si avvicinano ad Arduino provengono dal mondo dell’elettronica ed eccellono in tale disciplina ma incontrano difficoltà con l’aspetto informatico dell’Arduino.
Ho quindi deciso di offrire le mie conoscenze in tal senso, se tu hai consigli sulla parte elettrica collabora con me.

La base della programmazione è l’IDE di sviluppo, senza questo non è possibile ottenere nulla; il rpimo passo è collegarsi al sito Arduino e scaricare l’IDE adatto al tuo sistema operativo, la versione corrente dell’IDE è la 0022, che introduce alcune nuove funzioni e corregge i bug presenti nelle precedenti.
Devo sottolineare che alcune delle nuove funzioni sono supportate solo da Arduino Uno per cui troverai che su ogni articolo ci sarà scritto se l’ho realizzato per Arduino Duemilanove o Arduino Uno, in modo da non trovare sorprese.

L’installazione dell’IDE è alquanto semplice, io su Mac non ho avuto problemi seguendo la procedura, su Linux necessita di una maggiore dimestichezza con il sistema operativo, mentre con Windows 7, Vista e Xp è necessario installare l’FTDI USB Drivers, trovi anche gli screen shot (schermate) dell’installazione del drive sul sito arduino.

Nei link che ti ho indicato troverai anche le schermate relative al primo avvio dell’IDE e alla selezione della scheda in tuo possesso e al primo esempio, led 13 lampeggiante, per verificare che tutto funzioni.

Ti anticipo che nei prossimi articoli inizieremo con i primi passi della programmazione Arduino, ogni esempio potrai provarlo subito sulla tua scheda, ti occorre avere dimestichezza con la barra degli strumenti rapidi dell’IDE:

Barra degli strumenti dell IDE Arduino

Barra degli strumenti dell IDE Arduino


Permalink link a questo articolo: http://www.mauroalfieri.it/informatica/arduino-primi-passi.html

99 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Hernan

    Hi Mauro;
    i will be travelling around Italy next month and i want to buy there and arduino uno board. Can you tell me where can i buy it maybe in Rome (some physical Store) where can i go see the boards the shield and other accesories and choose what to buy.
    thank you very much.
    Hernan

    1. Mauro Alfieri

      Hi Hernan,
      i live in Milan and buy Arduino accessories on-line.
      you can buy from robot-domestici point of sale stated on the website.

      Mauro

      1. Hernan

        Hi Mauro
        Thank you for your answer but i cant buy online 🙁 . have got robot-domestici a store where can i go?
        Hernan

        1. Mauro Alfieri

          Hi Hernan,
          the robot-domestici store is located on: Via Alessandro della Seta 60 – Roma
          You can send them an email for information

          Bye
          Mauro

  2. Nicolo Tedesco

    salve, ho acquistato da poco lo starter kit e mi sto divertendo con alcuni esempi pratici.

    tra gli esempi sull’accensione di le è possibile avere un led ( o altro carico) che lampeggi ,ad esempio, autonomamente e non in modo sequenziale con altri carichi, spero di essere stato esaustivo, se è possibile puo gentilmente darmi le istruzioni giuste?

    grazie anticipatamente

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Nicolò,
      non mi è chiaro cosa vorresti fare, puoi rispiegarmelo?

      Mauro

  3. Rinaldo

    Ciao, ho acquistato un kit con arduino 2560 in America per regalarlo a mio figlio dato che è appassionato di “congegni” e gli piace l’elettronica. Però non riesco a trovare progetti, tutorial o manuali in italiano che insegnino ad approcciarsi a questo tipo di Arduino; temo di aver alzato il tiro… Hai da consigliarmi dei siti o dei manuali scaricabili o progetti per iniziare a programmare e costruire qualcosa con Arduino Mega 2560?
    Grazie.
    Rinaldo

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Rinaldo,
      la tua iniziativa è davvero bella e sono sicuro che tuo figlio apprezzerà.
      Quanti anni ha tuo figlio?
      L’Arduino Mega è simile all’Arduino Uno con più pin, memoria e altre caratteristiche che gli torneranno Intilia quando avrà più dimestichezza con il prodotto.

      Puoi fargli seguire la maggior parte dei tutorial presenti sul mio blog e sugli altri blog italiani.

      Sto organizzando a Milano il corso base per chi inizia con Arduino se di tuo interesse iscriviti alla lettera del blog e ti terrò aggiornato.

      Mauro

      1. Rinaldo

        Ciao, grazie per la tua gentile risposta. Mio figlio ha 12 anni. Mi iscrivo volentieri alla lettera del blog; noi siamo di Bergamo però venire a milano è un po’ difficile. Mi farà piacere se ci terrai aggiornati.
        Rinaldo e Elia.

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Rinaldo,
          potrei provare ad organizzare un corso arduino a Bergamo, mi daresti una mano a trovare un aula in cui farlo e coinvolgere dei coetani di tuo figlio, magari compagni di scuola interessati?
          Potrei aprirlo a tutte le età ma sono certo che se tuo figlio si trovase in aula con altri coetanei imparerebbero tutto di più.

          Mauro

          1. Rinaldo

            Ciao, scusa se ti rispondo solo ora, non ho una frequentazione abituale con i blog e i siti e la memoria è quella che è… Mi piace il tuo interessamento, ne parlerò con Elia anche se non credo che abbia compagni interessati ma sicuramente gli piacerebbe. Ma tu cosa faresti? Ti faresti pagare, cosa chiedi, quante lezioni intenderesti fare, eccc?
            Ciao.
            Rinaldo

            PS stavo riguardando le schede che sono arrivate con la scheda Arduino e ho l’impressione che mi abbiano spedito schede che non sono molto utilizzabili o compatibili con Arduino. Eventualmente te le descriverò e se potrai ti chiedo la cortesia di spiegarmi l’uso.

  4. Alberto

    Ciao Mauro! Inanzitutto complimenti per il sito, veramente utile e bello!
    Volevo chiederti come fai a “trascrivere” lo Sketch di un progetto in questo modo: http://i42.tinypic.com/hurc4k.jpg
    Io ho creato un mio progetto, e volevo trascrivere lo sketch in quel modo ( con i numeri di riga, i vari colori…) su word per poi presentarlo a delle persone, perche’ facendo il copia e incolla non viene bene come nel modo in cui lo metti te nel tuo sito.
    Grazie mille!
    Ciao!!!

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Alberto,
      è un plug-in di WordPress “code”.

      Mauro

      1. alberto

        Grazie mille! comunque non avendo WordPress, c’è un modo per copiare lo sketch? (apparte il copia e incolla o salvare l’immagine del desktop) mi servirebbe per metterlo in word per fare una relazione.

        Grazie!

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Alberto,
          non conosco altro modo oltre a quelli da te indicati.

          Mauro

  5. stefano

    Ciao Mauro,
    complimenti per il sito e per corso davvero fatto bene, mi ha fatto venir voglia di giocare su con questo oggetto veramente versatile.

    La mia idea sarebbe implementare un sistema di contrrollo per i lmio acquario , con controllo luci, pompa, temperatura ma anche misure di salinità livello acqua ecc,

    Ho un esperienza pluriennale nella progettazione hardware ma so poco di software, giusto qualche esperienza con l’assembler…

    Volevo comprare un kit per iniziare a far pratica seguendo i tuoi tutorial, pensando al progetto che ho in mente cosa mi consigli di acquistare come kit e dove ?

    Grazie e ancora complimenti

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Stefano,
      ti posso indicare il sito da cui acquisto sempre io: http://www.robot-domestici.it
      Per i componenti puoi provare a controllare tutti i sensori disponibili e le shield per scegliere quelle più adatte al tuo progetto.

      Non conoscendo gli acquari non ho idea di cosa potrebbe servirti.
      Se vuoi pubblicare il tuo progetto, una volta ultimato, posso metterti a disposizione il blog per farlo.

      Mauro

  6. Ricky

    Ciao sono Ricky (è ho raggiunto i 40 )
    scusa se ho utilizzato questo spazio
    ho un progetto al quale sto ultimando ma x terminarlo devo imparare a programmare con Arduino
    in questo campo sono molto in dietro, non conosco nulla di informatica e scrittura di programmi ,niente di niente ,lo so forse dovrei far fare questo lavoro a chi se ne intende, ma ci voglio provare .
    Devo gestire 6 servo in 2 gruppi da 3.
    Mi puoi dare una linea guida di come posso imparare, devo seguire tutti i tuoi tutorial anche se alcune cose come i ledd non centrano con il mio progetto?
    ho seguito alcuni dei tuoi tutorial fatti in modo veramente bene , spiegati in maniera semplice
    mi sono costruito un’armatura x un cosplay (ecco xche ho detto che ho raggiunto i 40) e vorrei pilotare 3 servo x l’apertura del casco poi 3 servo per muovere un cannone,è cigliegina sulla torta vorrei pilotare il tutto con EasyVR Shield da dove posso cominciare ?come posso fare ?
    grazie scusa del disturbo

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Ricky,
      arduino è molto usato dagli adulti per realizzare i propri progetti ludici e non solo, la mia ragazza si rivolge ai miei progetti chiamandoli “i tuoi giochini” .. quindi sono abituato.

      Per quello che vuoi realizzare ti servono un po di basi e certamente il mio corso on-line è utile, ti consiglio comunque di leggere almeno le lezioni del corso base per comprendere non solo come funziona un servo ma anche cos’è il monitor seriale, utilissimo nei progetti arduino, il PWM i segnali analogici e digitali ecc…

      Mauro

  7. federico

    Buongiorno Mauro , che grande piacere … io sono completamente ignorante sia di elettronica quanto di informatica….. eh eh , tu dirai , e mo ‘ ?? …. eheheh … il fatto e’ che vorrei dimostrare ( e aiutare ) un amico che ha una piccola serra . La serra e’ davvero graziosa , piccola ( sara’ un 2 mq ) e ci coltiva un po’ di tutto , peperoncini super , fiori , erbette e spezie varie … la verita’ e’ che appena ho visto la sua …. la vorrei pure io …… cerchero’ di essere brevissimo …. quando ho visto pero’ quanta dedizione e’ necessaria mi sono subito domandato : ma nn si puo’ far fare un po’ di lavoro ad una centralina ???? ( Stefano , il mio amico , ha tanta passione per le sue piantine … ma e’ evidente che le condizioni nn sn le migliori , timer analogici , ventole che vanno sempre , luci senza nemmeno un alimentatore elettronico , cavi come come aliane nella giungla …… eh no , cosi’ e’ un lavoraccio !! …… ho cercato quindi di adoperarmi , cercando di visualizzare come poteva essere un sistema di controllo , ho iniziato ad impostarlo ( un banale schema a blocchi ) …ho cercato le centraline ( tipo la sentinel ) ma ho capito che avevano un “potere esecutivo ” limitato . poi finalmente ho scoperto Arduino , e , come immaginerai , mi son detto : ecco , ci vuole questo !! ….. solo che nn so’ da dove iniziare nemmanco per fare un ordine ( al negozio che consigli ) preciso . ecco la mia situazione . ho visto che il tuo sito e’ molto preciso , utile , ottimo !! complimentoni , le cose fatte bene , fanno bene a tutti …. detto cio’ , vorrei domandare il tuo aiuto …. cerchero’ di limitare il piu’ possibile il tuo intervento , magari proponendoti un paio di scelte ….. ti anticipo il progetto : serra, controllo temp + umidita’ , accensione lampade , riciclo dell’aria , eventuale lampada infrarossi ( per temperatura ) , umidificatore , ventole interne . … il fatto e’ che potrei fare funzionare il tutto collegando ogni singolo apparecchio ad un timer …. ma no !!! .. ma nn basta !! senza contare che spenderei 100 euro di timer !!!! … nn ha senso , preferisco spenderli per un programmatore “c” … giusto ?? .. l’aspetto che considero piu’ impegnativo e’ la scrittura del programma : vorrei che fosse programmato un ciclo di controllo , quindi i sensori dovrebbero attivare i vari “apparecchi” autonomamente : tipo , il rilevatore temp si accorge che fa freddo , accende l’infrarosso , poi la spegne , accende l’umidificatore … e via …. cioe’ vorrei che la parte grossa del lavoro la facesse il programma , intervenendo con una costanza e una puntualita’ che io nn potrei garantire . …………………………. scusa ma mi piace quando le persone cercano di farmi capire di cosa parlano , e ho cercato di darti piu’ dati possibili ……….. quindi , la prima domanda che ti pongo e’ : compero un arduino uno ….. quale ? .. i prezzi sono praticamente uguali , tra “uno” , “uno r3″ e ” uno r3 con …” …… nn sara’ che per questo lavoro basta un Leonardo ?? ma vale la pena di risparmiare 5/10 euro ?? …. a me necessita che abbia facilita’ di leggere ed eseguire il programma ( che vorrei fosse piu’ articolato possibile ) . penso di prendere l’R3 perche’ mi pare il piu’ recente . ok , gia’ sull’acquisto dei sensori ….aiuto , perche’ ce ne sono cosi’ tanti , cosi’ simili ??? …… io avrei individuato quelli della ” Farrell” ( perche’ sn molto precisi ) …. ma li potro’ far lavorare con arduino senza troppe complicazioni ?? …….. dimmi se sbaglio : parto da zero assoluto , ho bisogno di : a) strumenti : metronomo , saldatore di precisione , terza mano . b) apparecchi : arduino uno r3 + una basetta + cavetti ( ma maschio maschio , femmina femmina ??? ) + un sensore qualsiasi di temp . tanto per iniziare ( e che ne so’ una ventolina da pc ) ……. ce la faccio , seguendo le tue istruzioni a mettere insieme il “prototipo “?? ( cioe’ il minimo per rilevare una temp e fare accendere la ventolina ?? ) … poi mi auguro che il resto venga da se’ …. mi piacerebbe poter programmare le lampade affinche’ si attivino in modo graduale , e che spegnendosi ogni giorno un min prima o dopo il precedente , ricreassero una sorta di effetto , alba-tramonto , stagioni . vorrei poter collegare tutti gli “apparecchi” con potenziometri , in modo che il programma possa intervenire in modo specifico …… sai , quando inizi a pensare che se il programma funziona …. diventa una questione creativa !! ahahah …. Cosa dici ? vale la pena il pacchetto r3+libro a 30 euro ?? vado ? mi butto ? …………………tutto e’ nato dal fatto che le piante soffrono la mancanza di umidita’ , ma l’umidificatore va tenuto sotto stretto controllo ….. e allora , tanto vale computerizzare tutto !!! … o no ? …. nn ultimo ho “scoperto ” che ci sn dei sensori che costano pochissimo e sono precisissimi : ergo prima il termostato si accorge che scende la temp , prima accende la lampada , meno consuma e la pianta gode di costanza …..Mauro , aiutami , ti giuro che questo e’ l’unico messaggio cosi’ lungo che ti mandero’ , saro didascalico …. fino alla stesura del programma …. GRAZIE SIG. MAURO , LA TUA E’ LA PAGINA PIU’ COMPRENSIBILE DA UN FULL- BEGINNER , E QUANDO RIESCI A TRASMETTERE UN’INFORMAZIONE A UNO CHE NN SA’ NIENTE , VUOL DIRE CHE LAVORI BENE , MOLTO BENE . a prestissimo

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Fede,
      grazie innanzitutto per i complimenti.
      Quello che leggo dal tuo commento è tanto entusiasmo ma anche tanta confusione, cose normali quando si inizia un progetto e leidee si accavallano a ritmo serrato.
      Mi sono avvicianto ad Arduino anche io senza troppe conoscenze e tanto impegno e duro studio mi hanno permesso tutti i progetti di cui puoi leggere sul sito.

      Io acquisto la maggior parte dei componenti da robot-domestici.it perchè sono seri, affidabili e preparati senza trascurare che i loro componenti sono facili da collegare ad arduino e corredati di documentazione che non guasta mai, sopratutto all’inizio.
      La scelta di quale versione di arduino scegliere dipende da tanti fattori tra cui: numero e tipo di sensori scelti, pin di cui ho bisogno e non ultimo compatibilità con le shield disponibili. Arduino Uno R3 offre molte di queste caratteristiche a meno dei pin che potrebbero risultarti insufficenti e portarti a dover acquistare un’arduino mega che ha 53 pin.

      Ho scritto tanti articoli sul controllo dei sensori e su come collegarli oltre ad un progetto di centralina di irrigazione base che sto ad oggi ancora facendo crescere. Acquistare un buon libro è una buona base o partecipare ad un corso è una valida alternativa per iniziare a comprendere il controllo di led, motori ( ventole ) e sensori.

      Mauro

  8. federico

    il fatto e’ che la tua disponibilita’ , per un momento mi ha ingannato …. e ci ho provato !! ahahah mi pareva un sogno , infatti , ah adesso mi tornano i conti … me la devo scarpinare da me ..ahahahah … ma , dimmi questo , il led sostituisce l’elettrodomestico di turno , giusto ? cioe’ il led e’ la prova del circuito , poi adeguando i valori si sostituisce il led con l’elettrodomestico … altro grande dubbio : per collegare arduino ad un elettrodomestico 220v , e’ questione di qualche resistenza o necessita una scheda dedicata ? … la domanda e’ : una volta comprato arduino riesco a fare funzionare gli elettrodomestici ( anche con una scheda rele’ ..ok ) …. o poi ogni elettrodomestico vuole la sua schield dedicata ? … scusa per il romanzo di ieri , cmq i complimenti , considerali tranquillamente “Riconoscimenti “… e grazie .. e a presto

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Fede,
      se vuoi solo accendere o spegnere gli elettrodomestici devi usare di certo una shield relé opportunamente scelta per i tipi di elettrodomestici a tua disposizione.
      Comprendendo la tua voglia di fare e l’inesperienza dalle parole che scrivi ti consiglio di farti assistere da un elettricista in questa impresa.
      RICORDA: che con la tensione di rete ( 220v ) non si scherza !!! E’ molto pericolosa.

      Mauro

  9. federico

    si , ho un amico che potrebbe aiutarmi …. rimango tuttavia entusiasta , direi che Arduino e’ un sogno , io nn sn proprio del tt avulso , il fatto e’ che mi interesso di molte cose e raramente ne tratto in profondita’ ,ma vedo bene il potenziale di programmare questo “affarino” in C e farlo “dialogare” con sensori e rele’ .. e’ un sogno , sono molto contento di essere passato , per un minuto , anche qui ….. infatti … ho rinunciato alla serra , ma l’Arduino … “devo ” averlo .. ( anzi lo avro’ prestissimo ) , grazie Mauro , curiosero’ un po’ tra i tuoi preziosi appunti . ps… il corso mi pare ottimo , dovresti fare o farti fare un po’ di pubblicita’ … sbircia da quei furbacchioni che organizzavano corsi ( 2f italia ) … le aule si contrattano con i parroci … e gli alunni si trovano ” a passaparola” .. i miei piu’ cari auguri e grazie ancora

    1. Mauro Alfieri

      Grazie Federico, ottimo consiglio per la pubblicità, proverò a cercare il sito che mi ha consigliato.

      Mauro

  10. paolotuberosa

    salve , ciao mauro sono un perito industriale faccio domotica e plc volevo sapere se non ti dispiace il linguaggio di programmazione usato da arduino, e dove posso trovarlo. grazie paolo tuberosa

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Paolo,
      se ti riferisci al manuale puoi far riferimento al sito ufficiale arduino.cc

  11. Gennaro

    Caro Mauro, premetto che sono un neofita di Arduino: ho tolto una scheda SD da una scheda Arduino Mega 2560 e l’ ho messa su un pc Windows per leggere i dati in essa contenuti; cosa che è stato possibile. Ho quindi rimesso la SD sulla scheda Arduino, ma purtroppo non viene più letta: lo sketch CardInfo mi dà sempre l’ errore Inizialization failed … Mi sai dire, per piacere, se è possibile risolvere il problema facendo rileggere la scheda SD ad Arduino ? Preciso che non ho variato nulla sulla scheda Arduino né prima né dopo aver rimosso la SD. Grazie per l’ attenzione.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Gennaro,
      hai già provato a rileggere la SD Card sul Pc ?
      E’ leggibile o risulta danneggiata, magari si è corrotta quando la hai tolta dal Pc.

      1. Gennaro

        Il pc (windows) la legge sempre

        1. Mauro Alfieri

          Hai ovviamente già provato a spegnere arduino inserire la scheda e accenderlo verificando ciò che compare sul monitor seriale al setup() ?

  12. Franco

    Ciao Mauro,ho dei problemi nell’installare arduino su ubuntu 14.04 o meglio,lo scarico dal software center però non lo vede .Cosa devo fare?
    C’è una procedura da fare?(Con il pc non me la cavo benissimo)Grazie a presto

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Franco,
      Ubuntu non è una delle distribuzioni che utilizzo.
      Ho scritto una guida per installare l’IDE su fedora, prova a verificare se ci sono parti in comune tra la tua installazione e quella da me descritta.

  13. Franco

    Ok lo farò.Grazie

  14. Pio

    Ciao Mauro,
    ho ordinato il mio primo arduino (UNO) e non esssendo esperto nella programmazione ho trovato questo blog davvero utile e molto esaustivo.
    grazie x essere partito dalle basi.
    Se riscontrerò problemi ti scriverò e tienilo sempre aggiornato con nuove cose.
    grazie
    Continua cosi 🙂

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Pio,
      grazie, cercherò di farlo.
      Se fai dei progetti interessanti posso pubblicarteli se vorrai.

  15. Marcello Testi

    Ciao Mauro,
    ti scrivo per la prima volta e prendi questo mio mess come lettera di presentazione.
    Sono diplomato in elettronica industriale e sono un Ufficiale del Corpo del Genio Aeronautico in pensione. Così, leggendo online sulle possibilità dell’Arduino, ho deciso di acquistare lo Starter Kit, che mi deve arrivare. Poiché sto progettando un plastico ferroviario in scala HO, vorrei utilizzare la scheda per pilotare uno o più motori passo-passo e ruotare una piattaforma per spostare le locomotive dal binario di arrivo sui binari tronchi a disposizione. Poiché il mio portatile lavora con Windows7, ho appreso che oltre all’IDE devo scaricare l’FTDI USB Drivers. Spero di cavarmela e di disturbarti il meno possibile. Ora aspetto il Corriere!
    Buon lavoro e complimenti per le tue iniziative. Con stima Marcello

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Marcello,
      con la nuova Arduino Uno R3, se hai acquistato il kit originale, non dovresti aver necessità del driver FTDI USB in quanto non ha più un FTDI come interfaccia verso l’USB.
      Per i morori passo-passo ti consiglio di usare un driver di controllo tipo l’easydriver o simili, anche se in applicazioni di midellismo io preferirei usare i servocomandi che sono controllabili senza driver e sufficienti per movimenti 0-180°.

      Considera che sul blog troverai già degli esempi di passaggio a livello con i servo per plastici.

  16. david

    ciao

    Mi chiamo David e ho 43 anni faccio il manutentore industriale i provincia di Lecce.
    Mi complimento con te per il lavoro che svolgi e sopratutto la condivisione con tutti gli appassionati come me di elettronica,meccanica e informatica.
    è da poco che mi sono affacciato nel mondo di arduino che poi tra l’altro è una variante del famoso robot della de agostini che ho completato ma mai usato anzi l’ho prestato ma non è mai tornato indietro, un classico.
    Ti scrivo perchè ho bisogno di un tuo aiuto per realizzare un progetto no profit più che altro sarà un servizio utilizzato in azienda per un collega disabile che si dovrà spostare con una macchina elettrica da un reparto all’altro .La macchina elettrica l’abbiamo già comprata con una colletta tra noi colleghi siamo in 70 a lavorare nella stessa azienda.
    Per facilitare la mobilità del collega mi è venuta la geniale idea di modificarla in line following e con sensori ad ultrasuoni per evitare gli ostacoli comandato da un servo a 180 gradi frecce che lampeggiano e toni acustici per la retromarcia per quanto riguarda l’accellerazione della macchina invece dovrà essere modulata con partenze dolci e idem per le frenate dovrà percorrere da A a B linea abbastanza dritta.
    Il problema è il seguente: Non ho la minima idea di come scrivere il codice mentre per l’hardware non ho nessun problema.
    Ho provato a leggere dei tutorial ma non sono ancora del tutto esperto anzi ho rubacchiato in giro alcuni codici per poterli integrare nell’ide di arduino riuscendo solo a riconoscere alcuni errori e a correggerli ma non di più in poche parole non so come sposare alcuni codici tra di loro perchè mi manca l’esperienza.
    Chiedo a te se puoi darmi una mano nella mia realizzazione.

    grazie in anticipo della tua cordiale risposta

    david

    1. Mauro Alfieri

      Ciao David,
      quello che state facendo per il collega è una cosa molto bella, sebbene ritenga che sarebbe coretto che strumenti di questo tipo fossero messi a disposizione dall’imprenditore a capo della tua azienda.
      Ma non è il luogo ne il momento di fare polemiche.
      Mi fa piacere darti una mano e siccome sei un appassionato ti propongo di operare in questo modo:

      ti consiglio gli articoli che potresti leggere e usi i commenti per chiedere chiarimenti su quello che non comprendi.
      In questo modo oltre a realizzare il progetto avrai fatto di questa esperienza una ottima occasione di formazione.

      Ovviamente io ti darò supporto ed aiuto a risolvere i problemi che incontri rispettando la regola di non incollare codice nei commenti.

      Mi piacerebbe al termine del progetto poter ricevere foto,video, schemi ecc.. per poter pubblicare questo progetto a nome tuo e dei tuoi colleghi.

  17. daniele

    salve e complimenti vivissimi per la tua attività. vorrei chiedere se la piattaforma di arduinoè accessibile ai non vedenti. io purtroppo mi trovo in questa condizione, e leggendo i vari articoli, soprattutto in merito al modellismo ferroviario, ne sarei potenzialmente interessato. non sono certo che quanto è connesso al mondo di arduino possa essere gestito tramite uno screen reader. tante grazie, daniele.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Daniele,
      sull’uso dell’IDE a persone ipovedenti non ne so molto, tuttavia ho avuto tra i miei allievi in aula un ragazzo ipovedente che utilizzava un screen reader per seguire la mia lezione ed ha fatto tutti gli esercizi come gli altri allievi.

  18. Giovanni

    Ciao Mauro
    è da tempo che seguo il tuo sito. Questo periodo sto sviluppando un programma con il mio arduino uno, e ho creato due sketch che singolarmente funzionano, ma se provo ad unirli succede un macello.
    Ecco gli sketch:
    ———————————————————————————————————————–
    [[ codice rimosso in automatico ]]
    ———————————————————————————————————————–
    Contattami alla mia mail: **********@gmail.com oppure ***********@libero.it
    grazie per gli interessamenti

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giovanni,
      innanzitutto due precisazioni:
      1. come hai letto nel blog, sotto ogni articolo, non è consentito inserire codice nei commenti in quanto non lo potrei correggere
      2. ti consiglio di non inserire l’email nei commenti in quanto i bot ( spider ) a caccia di email da spammare fanno visita quotidiana al blog. Io ricevo cmq il tuo indirizzo se coompili il campo email del commento.

      Premesso ciò per ricevere aiuto puoi procedere in due modi:

      a. mi dici cosa non ti funziona come concetto, commentando un articolo che mostra un progetto simile al tuo.
      b. vieni a qualche incontro o corso in cui partecipo.

  19. Gino

    Ciao Mauro.
    Innanzitutto ti faccio i miei complimenti per il tuo blog e per il tuo interessamento e dedizione ai problemi elettronici delle persone.
    Io sono di Brescia e sono da sempre un “praticone” appassionato di elettronica senza averla mai studiata ( i miei studi sono sempre stati orientati in altri campi). Ordunque, sono anche un appassionato di presepi e vedevo sul forum del presepio elettronico che qualcuno ha realizzato un effetto fuoco utilizzando Arduino uno e 3 led. ora chiedevo gentilmente se è possibile collegare alla scheda più fuochi che però abbiano a tremolare NON SIMULTANEAMENTE, cioè non in perfetto sincronismo, per intenderci, come fanno le lampade a 12v collegate in parallelo.
    Ti ringrazio anticipatamente se vorrai rispondermi.
    Ciao Buona giornata.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Gino,
      da napoletano sono anche io appassionato di presepi, ed alcune delle mie centraline ne sono testimonianza.
      Non ho mai realizzato delle luci “effetto fuoco” con arduino ed immagino usi pin PWM che su arduino uno sono solo 6 come potrai leggere nei miei articoli del corso base.
      Posso quindi ipotizzare che siano al massimo 2 i gruppi di led possibili.

  20. Emanuele

    Salve,
    Complimenti per il sito, vorrei realizzare un progetto che mi frulla in testa da un po’, vorrei accendere 5 relè in base all’assorbimento della rete domestica, ho un acs da 30A un Arduino mega e una shield da 5 relè ,secondo te è fattibile la cosa?
    Grazie.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Emanuele,
      purtroppo non so cosa sia un acs, per il resto penso sia fattibile.

  21. Marco

    Salve, mi chiamo Marco, sono alle prime armi e al momento stò seguendo un video corso però non mi si spiega come poter creare dei vari blocchi di comando.
    Vorrei creare una seri cioè per far accendere un led dovrebbe avere due ingressi mi spiego con due pulsanti distinti vorrei che quando entrambi sono premuti arduino accende un led, se manca una delle due condizioni il led deve rimanere spento.
    Non ci riesco, spero in una sua risposta saluti.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Marco,
      continua a leggere gli articoli del corso base arduino on-line gratuito, troverai che la risposta si chiama IF.
      Inoltre ti sconsiglio di mettere la tua email nei commenti in chiaro o te la troverai intasata da spam di ogni genere in quanto il mio sito è continuamente preda di spammer in cerca di email da intasare 🙂

  22. peppe

    salve
    ho istallato ide 0022 wind 7

    ho controllato le porte e drive

    ma
    ho collegato arduino nano al pc per istallare gli sketch

    all’atto di inviarlo alla scheda (sketch di esempio blink)

    mi da un messaggio di errore in ide credo alla fine dell’invio

    adesso sembra che la scheda comunica (si accende un led rosso )
    ma quando invio il file di esempio blink mi da sempre un messaggio di errore:

    avrdude : stk500_getsync() : not in sync: resp=0x00

    avrdude : stk500_disable() : protocolerror , expect=0x14, resp=0x51

    ho letto varie aiuti in rete

    che posso fare

    grazie

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Peppe,
      nell’IDE hai selezionato la scheda giusta? Cerca nel menu Strumenti.

  23. peppe

    ho scaricato i drive da l ide 01
    quelli sott0 ide 022 non andavano

    FUNZIONAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    1. Mauro Alfieri

      Bene, sono contento.

  24. Gaetano

    Buongiorno Mauro, innanzitutto voglio ringraziarti per tutte queste informazioni e per questo corso a cui ci consenti di attingere. Sono un neofita in materia. ho acquistato un arduino pic32 micro, qualche tempo fa per fare un po di esperienza, usando l’ide pinguino e tutto ok. Seguendo il tuo sito e quindi il tuo corso, ho scaricato l’ultimo sketch datato 25/01/2016 come tuo consiglio. Ma ho delle difficoltà nel settarli. in strumenti ho inserito per scheda micro ma comunque mi da errore in fase di carico che non trova la scheda. Dove sbaglio? grazie ancora

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Gaetano,
      i miei articoli si riferiscono all’arduino o genuino ufficiale acquistato dal sito arcuino.cc o siti autorizzati ed utilizzato con l’IDE rilasciato dal sito stesso.
      La tua versione di IDE mi sembra non sia una versione ufficiale e pertanto devi seguire le istruzioni che ti rilascia il venditore.

  25. giuseppe

    salve mauro io volevo chiederti come fare ad installare il programma di arduino su windows 8?
    se gentilmente potresti mettere un link nella risposta..

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giuseppe,
      non ho mai installato la versione di sistema operativo che mi indichi. Io uso Mac o Linux. Dovresti chiedere a qualche utente che usa Win.

  26. enrico

    ciao. io volevo acquistare arduino e vorrei sapere se ci sono dei programmi per pilotarlo e se si quali. grazie in anticipo

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Enrico,
      che progetto vorresti realizzare?

  27. oscar

    Nell’ottica dei primi passi, secondo te, è meglio comprare genuino uno oppure 101?
    101 dovrebbe essere l’evoluzione di uno e allora perché continuare a vendere uno?

    grazie

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Oscar,
      sicuramente la Uno, è la scheda più usata e su cui trovi moltissimo materiale, la 101 è molto nuova, cambia completamente l’architettura e si complicano alcune procedure di debug.
      Per chi inizia la genuino uno r3 è la più indicata.

  28. Mauro

    Ciao e complimenti per il blog.

    Per chi inizia, consiglia la arduino rev3 o la genuino rev3?

    Grazie e buon lavoro

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Mauro
      acquista pure genuino Uno r3 se vuoi usare il sito arduino.cc e l’IDE rilasciato su tale sito.

  29. Denny

    Salve mauro, senta mi scusi per il disturbo però avrei bisogno di un consiglio da parte sua, vorrei fare un progetto con luci led comandate a distanza con arduino sulla mia auto però avrei bisogno di alcune dritte su quello che mi serve perché leggendo e guardando svariate pagine web e su ebay ho visto tante cose ma vorrei essere sicuro prima di acquistare. E se poi potrebbe anche magari farmi uno schizzo anche a mano e inviarmela per mail per avere assistenza gli è né sarei grato nell’attesa la ringrazio per il tempo che mi dedicherà buona sera.

    1. Mauro Alfieri

      Buongiorno Denny,
      se sei interessato ad un progetto su commissione puoi scrivermi all’indirizzo info del blog ( quello da cui ti arriva questa email ) e ti invierò i dettagli su come procedere per ottenere un preventivo.
      In alternativa puoi prendere spunto da qualsiasi articolo del blog per realizzare quello che desideri.

      1. Denny

        Buona sera mauro la ringrazio per la risposta, però a me serviva capire solo l’occorrente che mi serviva ed eventualmente se aveva un pó di tempo se poteva farmi una schizzo per preventivo su commissione mi scusi ma non capisco cosa vuole intendere. Sa a me piace l’elettronica e sinceramente arduino mi a impressionato e mi piacerebbe imparare ma non mai avuto a che fare con niente di simile ecco perché le chiedevo un pó i dispositivi che mi servivano perché si trova talmente tante cose per acquistare ma che però se non ai le competenze necessarie perché non conosci la materia resta difficile farlo. Allora io speravo in un suo cortese aiuti per indicarmi un pó di cose che mi servivano per provare questo mio progetto e poi prendendo più confidenza con il tutto cercavo di creare sempre più cose particolari tutto qui non so se mi sono spiegato bene, comunque se può farmi questo piacere gli è né sarei grato perché ripeto a me piace un sacco imparare queste cose e la ringrazio infinitamente della risposta e le faccio i miei più sinceri complimenti per la sua intelligenza solo un esperto come lei può farmi avvicinare a questo mondo e acquistare esperienza nell’attesa la ringrazio infinitamente buona sera.

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Denny,
          come hai letto e scritto esistono davvero tantissimi sensori/attuatori/circuiti in internet che potrebbero essere adatti al tuo progetto; tuttavia per selezionarli occorre tempo e conoscenza del progetto cose che io riesco a fare solo su commissione, ossia solo se mi si affida lo studio di un progetto con il relativo pagamento del tempo necessario ad eseguire tale studio.
          Potrei suggerirti l’elenco componenti se lo conoscessi, se avessi io stesso realizzato un progetto come il tuo; purtroppo tra i miei progetti manca e l’unica cosa che posso suggerirti, in alternativa a pagare lo studio del progetto, è di studiare tu stesso quello che ti serve, consultando il blog e imparando a realizzare tutto quello che desideri.

  30. Denny

    Buon sera Mauro allora senta la ringrazio tanto anzitutto per il tempo dedicatomi, allora facciamo così se io provo a studiare un pó di cosette e mettendole insieme poi le mando tutto spiegandole come ho intenzione di fare eventualmente può darmi qualche consiglio? Grazie buona sera.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Denny,
      io posso darti aiuto spiegandoti quello che non comprendi dei miei articoli.
      Tu commenti gli articoli chiedendo spiegazioni ed io cerco di risponderti.

  31. Denny

    Ok grazie mauro ciao.

  32. Attilio

    Ciao Mauro, complimenti per tutto e grazie per il bagaglio di informazioni che metti a disposizione.

    Ho una domanda: si conosce soluzione per il problema dei driver “arduino due programming port” che non sono certificati?
    Ho windows 7 64 bit e non c’è verso di far funzionare Arduino due, stesso pc con macchina virtuale xp e tutto funziona a meraviglia.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Attilio,
      probabilmente legato al fatto che io uso poco l’Arduino Due o che uso il Mac ma non conoscevo l’esistenza di questo bug.
      Hai provato a segnalarlo sul forum arduino ufficiale o sul gitHub arduino ?

      1. Attilio

        Mauro non ho segnalato nulla confidando nel fatto che esistesse una soluzione.
        Sono legato alla piattaforma PC dove i sistemi operativi Microsoft fanno un pò da padroni, ma il buon Sig. Gates non dovrebbe impadronirsi delle cose in questo modo, questa è una cosa che ho sempre pensato.
        D’altra parte mi chiedo come mai il team di Arduino non si sia preoccupato di certificare con Microsoft i driver…

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Attilio,
          non saprei ..

  33. Manolo

    Ciao Mauro, vorrei registrare alcuni file musicali e riprodurli uno alla volta scegliendoli tramite sw con dei pulsanti collegati alla Arduino Mega.
    In pratica,
    – pulsante n.1 = 1° file
    – pulsante n.2 = 2° file
    – etc

    Posso risolvere con un kit shield aggiuntivo (ad esempio quello che monta ISD1760PY)?
    Altre possibilità?

    Grazie

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Manolo,
      non ho mai provato quella shield, penso sia possibile ma sarebbe meglio tu ti documentassi prima di acquistarla con il produttore.

  34. Antimo

    Ciao Mauro e complimenti per il sito
    Ho un Arduino Uno
    Ho comprato il led ricevitore di raggi infrarossi che riceve regolarmente dal pin 11 il segnale e fa accendere un piccolo led smd sulla sua scheda
    Il segnale viene rilevato dal pin 12 di arduino
    Ho collegato un led rosso con in serie una resistenza da 330 ohm connessa al negativo GROUND
    Ho collegato l’anodo del led al pin 9 di arduino
    Verificheresti il codice, che ho copiato da un sito, poichè il led non si accende quando la frequenza rilevata è quella che si rileva premendo il tasto uno del telecomando ?

    Mi fai sapere da cosa dipende il mancato funzionamento
    Il led alimentato direttamente con 5V e Gnd si accende
    Grazie

    Codice compilato e trasmesso regolarmente ad Arduino

    [codice rimosso in automatico]

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Antimo,
      come hai letto in fondo ad ogni articolo non è concesso incollare codice nei commenti.
      In ogni caso non mi reputo all’altezza di correggere sketch di altri.
      Ti invito a utilizzare il monitor seriale per comprendere cosa avviene tra ricevitore/arduino/led

  35. Antimo

    Grazie Mauro

  36. Gianpiero

    Ciao…ma per far funzionare la scheda MEGA2560 r3…è sempre necessario usare il PC ?

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giampiero,
      cosa intendi?

  37. Gianpiero

    Ciao intendo chiedere…qualunque tipo di pilotaggio ci dobbiamo servire del computer ..servono gli SKETC.. ?

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Giampiero,
      scusa ma continuo a non capire, intendi se l’arduino Mega originale può funzionare in modo autonomo?
      Si, serto che può.

  38. Gianpiero

    OK..e quali schemi si possono fare…senza ausilio PC ?

  39. Gianpiero

    Ciao….intendo quello…mi puoi dare qualche link ?

    1. Mauro Alfieri

      Giampiero,
      ti consiglio di leggere e comprendere tutti i miei articoli del corso base, almeno per iniziare, leggo tanta confusione nelle tue parole e inoltre nel corso base troverai tutte le risposte.

  40. Gianpiero

    Ciao…

    OK..quando avrò tempo ..leggerò

  41. Domenico

    Ciao Mauro io non ho capito qual’è la tua mail per scriverti

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Domenico,
      le email è riservata ai progetti su commissione, per dubbi e chiarimenti puoi usare i commenti rispettando l’inerenza con l’articolo e le regole del blog scritte in fondo ad ogni articolo.

  42. Domenico

    Io ho realizzato una piccola macchina a cnc con arduino uno solo che quando carico lo sketch mi dice:
    avrdude: stk500_getsync() attempt 1 of 10: not in sync: resp=0x30
    avrdude: stk500_getsync() attempt 2 of 10: not in sync: resp=0x20
    avrdude: stk500_getsync() attempt 3 of 10: not in sync: resp=0x30
    avrdude: stk500_getsync() attempt 4 of 10: not in sync: resp=0x20
    avrdude: stk500_getsync() attempt 5 of 10: not in sync: resp=0x30
    avrdude: stk500_getsync() attempt 6 of 10: not in sync: resp=0x20
    avrdude: stk500_getsync() attempt 7 of 10: not in sync: resp=0x30
    avrdude: stk500_getsync() attempt 8 of 10: not in sync: resp=0x20
    avrdude: stk500_getsync() attempt 9 of 10: not in sync: resp=0x30
    avrdude: stk500_getsync() attempt 10 of 10: not in sync: resp=0x20
    Errore durante il caricamento dello sketch
    cosa posso fare?

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Domenico,
      nelle istruzioni di chi ha rilasciato il codice dovrebbe averti scritto di selezionare la scheda e la porta dal menu strumenti dell’IDE.
      Se non lo ha fatto puoi suggerirgli di aggiungerlo alla procedura di installazione perché è fondamentale.

      1. Domenico

        Ciao,
        l’unico problema è che quando installo arduino non mi installa la porta seriale dell’arduino uno, ho provato a installare la porta in un’altro modo però mi dice codice 10. Come faccio?

        1. Mauro Alfieri

          Ciao Domenico,
          l’arduino, o genuino, R3 originale non ha bisogno di driver seriale.
          Se è un clone/copia non originale devi chiedere al produttore che tipo di driver usb-seriale ha utilizzato e devi installare manualmente sul tuo computer.

  43. Domenico

    va bene ci provo grazie

  44. Antonio PERCUDANI

    Buongiorno.
    Ho un problema a cui, per mia ignoranza, non trovo soluzione. Mi spiego.
    Sto cercando di realizzare un Generatore di frequenza con ARDUINO UNO e un modulo AD9850 secondo uno schema trovato in rete.
    Io lo ho modifcato per l’uso con display più grandi e per essere alimentato da una batteria Li-ion con circuti per la ricarica della stessa.
    Per evitare di danneggiare la batteria ho effettuto la misura della tensione della batteria e visualizzandola sul display.
    Purtroppo se visualizzo la misura non mi funziona più il comando STEP che è collegato ad A2, A3 e A4 mentre la misura è collegata ad A0.
    Penso sia dovuto al fatto che siano mescolati degli ingressi Analogici a degl ingressi digitali.
    E’ possibile?
    Vi prego, se possibile, di aiutarmi. Non so come allegare lo scetch che ho utilizzato né come si utilizzano gli attributi HTML.
    GRAZIE Antonio [ email rimossa in automatico ]

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Antonio,
      in primo luogo ti sconsiglio di lasciare la tua email in un commento su un blog vittima di spam robot continui che se ne servono a scopo spam.
      In merito al tuo problema non ho capito cosa intendi, gli ingressi A0-A5 sono indipendenti su arduino e puoi utilizzarli separatamente sia in digitale sia in analogico, basta solo dichiararli in modo coerente nella setup()

  45. Antonio PERCUDANI

    Ciao Mauro,
    ti ringrazio per la tua risposta e per l’avvertimento riguardo email, non ci avevo proprio pensato!!!!
    E’ la prima volta che ho occasione di discutere con qualcuno dei miei problemi.

    Dimmi per favore come faccio a mandarti il listato del mio programma.
    Dopo potremo più efficacemente discuterne.
    GRAZIE

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Antonio,
      prego per l’avviso. Non è possibile inviarmi listati anche perché non avrei modo di verificarlo.
      Ti invito a leggere tutto il mio corso online gratuito arduino per capire meglio come risolvere il problema.
      Se incontri nei miei listati e spiegazioni qualcosa che non ti è chiaro puoi utilizzare i commenti per chiedere chiarimenti su quanto ho scritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>