La CNC di Paolo

Oggi lo spazio del Blog è dedicato a Paolo Piras che con ingegno e seguendo i tutorial sui motori passo-passo ha realizzato la sua prima CNC.

cnc con arduino

Paolo mi ha inviato le foto e la descrizione del progetto perché potesse essere condiviso con tutti gli utenti del Blog e perché sia di ispirazione per quanti come lui vogliono realizzarne una 🙂

Il primo messaggio che puoi cogliere da questo articolo è: si può fare, paolo ce l’ha fatta.

cnc aperta

Il documento che Paolo mi ha inviato è in formato PDF, e puoi scaricarlo qui, ben fatto e diviso in paragrafi dettagliati, ne riporto solo i capitoli principali lasciandoti la libertà di leggere tutto il documento se vuoi approfondire l’argomento.

Paolo ha presentato questa realizzazione come Tesina di maturità di quest’anno, Grazie.

Il progetto – Capitolo 1

Nel primo capitolo trovi una breve riassunto e spiegazione di cosa siano le Macchine Utensili e come si siano evolute in CNC ( Controllo Numerico Computerizzato) rivoluzionando le tecniche di lavorazione meccanica.

Puoi leggere una accurata descrizione di cosa sia il g-code, linguaggio utilizzato per impartire ordini a questi utensili.

Il programma per Arduino – Capitolo 2

E’ descritto il programma GRBL in grado di interpretare il g-code per far eseguire i comandi ad arduino che sposta i motori passo-passo in step e direzione. E’ anche descritto il modo in cui devono essere eseguiti i settaggi del GRBL per renderli compatibili con la tua cnc.

Il motore passo-passo – Capitolo3

Puoi approfondire cosa sia un motore passo passo, se già non lo conosci e come questo funzioni, se la descrizione data da Paolo non è sufficente nel Blog trovi molti tutorial ed esempi, cerca: “passo-passo”.

Arduino – Capitolo 4

Quì puoi trovare info non solo riguardo ad Arduino, il microprocessore, le differenze tra le varie versione di questo hardware open-source ma anche un interessante sezione dedicata all’alimentazione, è un paragrafo che a mio avviso riveste una grande importanza in quanto è un aspetto critico sia per Arduino che per le CNC in genere, sono utensili che farai lavorare per ore ed è necessaria sia una adeguata alimentazione sia un corretto raffreddamento dei motori.

Il cirduito elettrico – Capitolo 5

per non farti mancare nulla Paolo ha pubblicato anche il PCB che ha realizzato, uno per asse, nel suo progetto la CNC è una 3 assi X,Y e Z:

circuito stepper per cnc

Ed ecco alcune foto che ritraggono i particolari costruttivi della CNC:

CNC vista laterale destra

CNC vista laterale destra

CNC vista laterale sinistra

CNC vista laterale sinistra

Che dire … BRAVO Paolo e Grazie per la condivisione del tuo progetto con tutti noi.

Buona realizzazione

Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/la-cnc-di-paolo.html

6 comments

Skip to comment form

    • gabriele on 18 giugno 2014 at 01:09
    • Reply

    mi puoi chiarire qualcosa su grbl,come fai a interfacciare gcode sender con arduino??Arduino da solo puo’ interpretare il gcode oppure nella piattaforma di arduino devo scrivere un programma??Qual’e’ tutto il procedimento??

    1. Ciao Gabriele, arduino di per se non é in grado di far molto, é sempre lo sketch che carichi a fornire le istruzioni con cui interpreta il tuo volere ed i comandi che gli invii.
      Il caso del gcode non fa eccezione, sei tu a dover scrivere tutto il codice che interpreta i dati.

      Spiegare il procedimento é lungo e complesso e trovi tanti articoli sul web che trattano l’argomento in modo chiaro ed esaustivo.

    • Giovanni on 6 gennaio 2017 at 14:03
    • Reply

    Ciao Mauro,
    Ho da poco assemblato l’elettronica per una piccola cnc composta da un arduino uno, 3 driver pololu a4988 e tre motori nema 17. Il tutto funziona, ho regolato la Vref a 0,8 volt e ho iniziato a settare i parametri di grbl … quello che non mi riesco a spiegare è perché mantenendo i parametri di velocità in grbl fissi, aumentando la tensione dei motori da 12 a 24 volt perdo passi? Non capisco, aumentando la tensione a 24 volt non dovrei avere più potenza? Invece pare che io abbia più coppia con una tensione bassa. Spero riuscirai a darmi una dritta.. Grazie e complimenti per le tue lezioni

    1. Ciao Giovanni,
      il Vref va calcolato in funzione della tensione di alimetazione e dell’assorbimento del motore.
      Trovi le formule su internet.
      Considera che se il motore ha come caratteristiche 12v 1A per fase non ottieni un miglior rendimento se gli fornisci 24v

        • Giovanni on 9 gennaio 2017 at 11:21
        • Reply

        Capisco quindi è una questione di motori, il voltaggio nominali dei motori è di 2 volt quindi il massimo rendimento che posso ottenere da questi motori è con 12 volt

        1. Ciao Giovanni,
          non conosco il tipo di motore io di solito uso dei nema 17 a 2.5A per fase e 3.1v nominali alimentandoli a 12v

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.