«

»

Mar 16

Stampa Articolo

Motori passo-passo unipolari, riconoscerne le fasi – terza parte

In questo terzo articolo parleremo dei motori unipolari a 8 fili utilizzabili anche come motori bipolari.

Per individuare la corrispondenza tra conduttori e bobine ci serviremo di un tester impostato su un fondo scala di 200 ohm.

Motore passo-passo a 8 fili

Figura 1

Ipotizziamo che i fili che fuoriescano dal motore siano di colore:

blu, verde, rosso, giallo, bianco, nero, viola, arancione

il nostro problema è capire per ciascun colore quale fase corrisponde all’interno del motore ; oltre a comprendere quali conduttori sono connessi a ciscuna bobina dovremo comprendere la posizione delle stesse.

Posiziono il terminale positivo ( + ) del tester su un conduttore (es.: blu) e con il terminale negativo del tester ( – ) inizio la misurazione della resistenza offerta su tutti i restanti conduttori (nell’esempio abbiamo supposto che ogni avvolgimento abbia resistenza di 20 ohm), compiliamo la tabella seguente con ciascun valore rilevato:

W B G R Y A V W B
B 0 20 0 0 0 0 0 0
G 20 0 0 0 0 0 0 0
R 0 0 0 20 0 0 0 0
Y 0 0 20 0 0 0 0 0
A 0 0 0 0 0 20 0 0
V 0 0 0 0 20 0 0 0
W 0 0 0 0 0 0 0 20
B 0 0 0 0 0 0 20 0

dalla misura effettuata possiamo dedurre che i collegamenti sono di questo tipo:

B G R Y A V W B
A+ A+’ B+ B+’ A- A-‘ B- B-‘

 

Ora conosciamo la corrispondenza tra i fili del nostro motore e le singole bobine e possiamo quindi passare ad individuare la corrispondenza tra le coppie di fili individuate e la costruzione del motore.

Per eseguire questo test procuriamoci una fonte di alimentazione tollerata dal motore, possiamo apprendere questa informazione dalle caratteristiche del costruttore o procedere con tensioni molto basse da 3.3v ripetendo il metodo descritto di seguito via via con tensioni superiori (5v,6v,9v,12v …) e procediamo in uno dei due modi seguenti:

a) collegando assieme tutti i terminali di tipo ‘ ossia A+’, B+’, A-‘ e B-‘ trasformandolo in un motore unipolare a 5 fili; utilizzando la fonte di alimentazione colleghiamo il terminale positivo ( + ) al comune appena creato e procediamo collegando in successione il terminale negativo ( – ) ai restanti fili; ipotizzando che l’alberino si trovi in posizione similare a quella raffigurata, e che il nostro alberino si muova in senso antiorario, il primo movimento lo otterremo quando il terminale negativo toccherà il B-, procediamo in sequenza sui terminali rimanenti individuando A+, B+, A-;

b) collegando di volta in volta la fonte di alimentazione ad una coppia precedentemente individuata con il tester e partendo dall’assunto che l’albero motore si trovi in posizione similare a quella in figura ed osservando una rotazione di tipo antiorario andremo a individuare la sequenza delle bobine.

 

Permalink link a questo articolo: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/motori-passo-passo-unipolari-riconoscerne-le-fasi-%e2%80%93-terza-parte.html

2 comments

  1. paolo

    ciao , complimenti per il sito!
    molto interessante!
    Nn ho ben capito come distinguere il filo A+ azzurro da A+’ verde:
    Cambiare l’ordine nn influenza il funzionamento del motore e li senso di rotazione della
    corrente nelle bobine?
    Questo passaggionn mi è chiaro…

    grazie!

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Paolo,
      Grazie per i complimenti e per aver letto il tutorial con attenzione.
      I fili A+ ed A+’ sono connessi alla medesima bobina, per cui indipendentemente da come li alimenti ecciti sempre la stessa bobina.

      Il verso di rotazione del motore non è stabilito dai poli su una sola bobina ma dalla sequenza in cui ecciti le bobine.

      Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>