WeMos D1 mini

Il WeMos D1 Mini è un buon candidato per il mio progetto di natale insieme alla MKR1000.

WeMos D1 Mini top and bottom

Negli ultimi articoli avrai letto della realizzazione in corso di un albero di natale neopixel lasercut che ho iniziato a realizzare la scorsa settimana in vista delle prossime feste.

Una domanda che ti sarai posto leggendo del progetto e vedendo la struttura, probabilmente è: Quale microcontrollore utilizzerei per u progetto come questo?

Scelta del microcontrollore

la scelta del microcontrollore WiMos D1 Mini deriva dall’analisi delle esigenze:

  1. le dimensioni ridotte che consentano di nascondere l’elettronica lungo la spitale;
  2. la possibilità di essere programmato con l’IDE arduino;
  3. l’alimentazione mediante una batteria LiPo di dimensioni sufficientemente piccole da poter essere anch’essa posizionata lungo la spirale;
  4. un pin in grado di controllare i NeoPixel
  5. una connessione Wifi in modo da poter implementare la connessione con smartphone e tablet realizzando “Web Christmas tree” ed anche il “Christmas tree 2.0”

La scelta è ricaduta su due prodotti:

  • Arduino/Genuino mkr1000
  • WeMos D1 mini ( basato su ESP8266 )

Entrambe in mio possesso ed entrambe adatte allo scopo.

La WeMos D1 mini, l’amico Marco B., mi aveva invogliato a provarla già in passato.

La MKR1000 è, a mio avviso, una ottima scheda IoT nel panorama Arduino.

Inizio descrivedo la WeMos D1 mini avendo già in passato dedicato alcuni articoli alla MKR1000.

Specifiche WeMos D1 mini

Prima di utilizzare una scheda il mio approccio, che consiglio, è di visitare il sito del produttore e raccogliere tutte le informazioni che possono essere utili sia alla parte progettuale sia al conseguente utilizzo.

Nel sito del produttore puoi trovare le specifiche della scheda:

WeMos D1 Mini tech spec

da cui deduci che la massima tensione sui pin è di 3,3v ( 3,2v sul pin di input  analogico ) e che hai a disposizione 4M di Flash per il tuo sketch. Nel sito WeMos D1 Mini trovi anche la configurazione dei pin:

WeMos D1 Mini pins

in cui l’informazione più importante è data dalla relazione tra il pin ( prima colonna ) e l’ESP8266 Pin ( terza colonna )

Nota inoltre che il BUILTIN_LED è connesso al GPIO2 che viene rimappato sul pin D4 su cui è presente una resistenza di Pull-up da 10Kohm.

e se è vero che a volte una immagine vale più di 1000 parole ecco il pinout:

wemos d1 mini pinpout

in cui sono riportate le medesime info della tabella ma in forma di più rapida consultazione.

Nell’immagine pinout WeMos D1 mini nota l’integrato subito a ridosso del connettore micro-usb che svolge la funzione di interfaccia USB to UART e si tratta del CH340.

CH340 USB to UART

La conversione da USB a UART ( Seriale ) necessaria ad interfacciarti al chip ESP8266 di cui WeMos D1 mini è dotato è affidata al CH340.

La scelta è dettata certamente dal costo di questo chip decisamente meno costoso dell’Atmega32U4 usato da Arduino/Genuino e che non necessita di firmware da parte del produttore.

In compenso necessita di driver lato computer per essere riconosciuto correttamente dal computer come interfaccia seriale.

Sul sito del produttore, nella sezione download, trovi i driver da installare: download driver CH340

WeMos D1 mini con IDE Arduino

Puoi programmare il WeMos D1 mini con l’IDE Arduino 1.6.9 o superiore installandola tra le schede.

Ecco i link al tutorial, presente sul sito ufficiale, su come installare l’estensione per la programmazione delle board della famiglia WeMos.

Prima di inserire un commento, per favore, leggi il regolamento

Permanent link to this article: https://www.mauroalfieri.it/elettronica/wemos-d1-mini.html

12 pings

Skip to comment form

  1. […] di tutto ho eseguito il test su di una scheda WeMos e la WeMos WifiManager che all’accensione verifica la presenza, nel raggio di […]

  2. […] allungando la shield di 1cm circa per consentire loro di fuoriuscire dalle dimensioni di una WeMos qualora decidessi di aggiungere al tuo progetto IoT un display […]

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.