Technology Hub 2016

Ieri si è conclusa l’edizione di questo anno della Technology Hub 2016 a cui ho partecipato, come visitatore, mercoledì scorso.

Technology Hub 2016

L’edizione 2015 si era concentrata sulle tecnologie di stampa 3D ed aveva il titolo “3D Printng Hub“, quest’anno in un unico evento sono stati concentrati più eventi organizzati da HUB e la descrizione dell’evento è stata:

descrizione technology hub

da cui l’aspettativa di trovare tantissime idee innovative relativi ai nuovi trend tecnologici ed alle possibilità di business.

Molti degli espositori con cui mi sono trattenuto hanno lamentato una affluenza scarsa nella prima giornata e solo qualche visita in più il secondo giorno:

Technology Hub giugno 2016

da un certo punto di vista meglio per chi, come me, era interessato a vedere tutte le innovazioni proposte e sono riuscito a girarla tutta cinque volte in 4 ore soffermandomi sui vari stand ascoltandoli.

Cosa ho trovato al technology hub 2016

Ho ritrovato alcuni amici e società che operano lontano da un punto di vista logistico e che in queste occasioni è sempre interessante ritrovare come Kentstrapper:

kentstrapper

e WASP con la sua stampate 3D a resina presentata in occasione della Maker Faire a Roma nell’ottobre 2015:

WASP 3D RESINA

Nell’ambito robotica ho trovato interessante la presentazione di due progetti realizzati da un gruppo di ragazzi che collabora sia con l’IIT ( Istituto Italiano di Tecnologia ) sia con l’Università di Pisa per la ricerca su arti e protesi come la mano:

Soma Soft Manipulation

e la stessa montata su un sistema di movimentazione robotica basato su una meccanica simile a quella di una stampante delta e facendo uso di servomotori auto costruiti:

Robotics arm iit pisa

anche il politecnico di milano ha esposto un progetto dedicato alla disabilità ed inquadrato all’interno di un progetto più ampio denominato ALMA Ageing without Losing Mobility and Autonomy

alma polimi

a sua volta incluso nel progetto AAL Ambient Assisted Living project che si presenta come una sedia a rotelle in grado di essere controllata medinete joystick dal suo utilizzatore ed al contempo utilizzare un sistema di guida autonoma con cui la stessa evita gli ostacoli, grazie al sensore laser a destra.

La sedia è in grado di calcolare un percorso indoor se l’utente imposta un punto di partenza ed uno di arrivo evitando gli ostacoli che la stessa rileva lungo la traettoria e ricalcolando il percorso per evitare gli ostacoli.

Lo scanner 3D total body realizzato con molteplici Raspberry Pi connesse tra loro ed a delle telecamere:

body scanner

ed il progetto r.b.t.r.p presentato dalla startUp Caracol e dal fablab WeMake:

WeMake KuKa Caracol

in cui il KuKa, utilizzato solitamente in ambito industriale, è impostato per lavorare con arduino e parti stampate in 3D per essere utilizzato in progetti di arte robotica.

Interessante anche il percorso di studi previsto per gli allievi dell’Istituto Don Bosco di Sesto San Giovanni che iniziano sin dal primo anno ad avvicinarsi alla robotica, elettronica e meccanica con la realizzazione di progetti come il robot controllato da cellulare o i lampioni ad accensione automatica ( vedi foto )

Technology Hub Don Bosco Salesiani Sesto San Giovanni

ho parlato a lungo anche con il docente presente che mi ha illustrato come l’istituto sia attivo nel biennio nel formare i ragazzi all’uso delle tecnologie interdisciplinari preparandoli sia alla scelta del triennio sia dando loro esperienza e formazione che potranno utilizzare nel loro successivo percorso di studi.

Forse le mie aspettative erano troppo elevate, guardando il sito e le comunicazioni fatte dagli organizzatori, tuttavia mi sono ritrovato deluso sull’aspetto “innovazione” non ho trovato nulla di mio interesse e nuovo dal punto di vista tecnologico.

Prima di inserire un commento, per favore, leggi il regolamento

Permanent link to this article: https://www.mauroalfieri.it/elettronica/technology-hub.html

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.