Webiopi Raspberry – controllo remoto GPIO via Web

La Raspberry è dotata di quindici pin GPIO con ci inviare  leggere segnali digitali controllabili con webiopi raspberry

webiopi raspberry

Webiopi è un framework open-source per controllare la componente GPIO della Raspberry Pi.

Installazione del webiopi raspberry

La documentazione del progetto è ben fatta e ti guida passo passo nell’installazione, io l’ho seguita senza incontrare difficoltà.

Ecco i passi che ho eseguito sulla mia raspberry:

pre-requisiti per l’installazione sono i due pacchetti gcc e python, inizia installando il pacchetto gcc:

webiopi raspberry gcc

come da figura esegui:

#> apt-get install gcc-4.7

poi installa python 3.2:

webiopi raspberry python 3.2

esegui il comando:

#> apt-get install python3.2

sei pronto per scaricare ed installare webiopi raspberry, prima di iniziare devi scaricare dal sito ufficiale l’ultima versione ( in questo momento la 0.6 ), esegui il comando:

#> wget http://webiopi.googlecode.com/files/WebIOPi-0.6.0.tar.gz

se non riesci a scaricare il software potresti non riuscire a connetterti a internet dalla tua raspberry, controlla la configurazione di rete e riprova, la schermata che ti verrà proposta è la seguente:

webiopi raspberry wget

a questo punto la sorgente del webiopi raspberry è quasi pronta per essere installata, procedi estraendo l’archivio .tgz con la sequenza di comandi:

#> gunzip WebIOPi-0.6.0.tar.gz
#> tar xf WebIOPi-0.6.0.tar

vedrai una schermata simile alla seguente:

webiopi raspberry unzip tar

puoi anche utilizzare un solo comando come suggerito dal wiki ufficiale:

#> tar xvzf WebIOPi-0.6.0.tar.gz

è indifferente il metodo che decidi di utilizzare l’importante è che la sorgente sia estratta e che ti ritrovi con la dir WebIOPi-0.6.0 contenente i file sorgenti e il setup.sh di installazione. Lancia il comando:

#> cd WebIOPi-0.6.0
#> sudo ./setup.sh

ed otterrai una schermata simile alla seguente:

webiopi raspberry install

in cui ho eliminato le numerose linee intermedie per evitarti un’immagine illegibile.

La parte interessante è quella finale in cui trovi i comandi per far partire WebIOPi 0.6 e per far in modo che webiopi raspberry parta alla partenza della raspberry.

Configurazione di webiopi raspberry

La parte di installazione è conclusa e puoi procedere all’avvio ( vedi paragrafo successivo ) se vuoi provare subito.

Se invece vuoi personalizzare la tua installazione i file di configurazione sono sotto /etc/webiopi/ e sono:

webiopi raspberry config e password

  • config
  • passwd

La fantasia non è acqua e troverai la configurazione del webiopi raspberry nel primo e la password di accesso all’interfaccia nel secondo, di default l’accesso avviene con le credenziali:

  • username: webiopi
  • password: raspberry
nel file di configurazione soffermati sulla sezione HTTP che determina il modo in cui potrai collegarti a webiopi raspberry dal browser:
[HTTP]
enabled = true
port = 8000
passwd-file = /etc/webiopi/passwd
doc-root = /usr/share/webiopi/htdocs
welcome-file = index.html
in cui
enable abilita il web server;
port indica la porta su cui ascolta il webserver;
passwd-file indica dove trovi il file con le credenziali di accesso;
doc-root indica la dir in cui è presente il software webiopi raspberry;
welcome-file definisce quale file di partenza cercare nel path doc-root;

Avvia webiopi raspberry

L’avvio del server è semplicissimo, esegui come root il seguente comando:

#> /etc/init.d/webiopi start

la schermata che ti si presenta è simile alla seguente:

webiopi raspberry start service

Collegati da remoto a webiopi raspberry

Puoi finalmente aprire il tuo browser preferito e inserire come Url http://[l’IP della raspberry]:8000 in cui l’indirizzo Ip della raspberry è lo stesso a cui ti colleghi via ssh:

webiopi raspberry remote access

la schermata che ti si presenta è il menu di ingresso del sw webiopi raspberry, clicca sul link GPIO Header la schermata che si presenta è la seguente:

webiopi raspberry gpio

ti mostra il connettore GPIO di webiopi raspberry e la configurazione iniziale di ciascun pin, nota che i pin di tipo GPIO sono tutti configurati in modalità IN, quindi clicca sul quadrato grigio “IN” corrispondente per cambiare la modalità di connessione del pin da IN ad OUT:

webiopi raspberry gpio out

io ho cambiato la modalità solo dei primi tre GPIO in alto a sinistra:

  • GPIO 0
  • GPIO 1
  • GPIO 4

ma puoi farlo di tutti i GPIO che presentano il quadratino grigio con la scritta IN o OUT.

Se fai click sul pin GPIO corrispondente al numero che desideri accendere o spegnere vedrai una situazione simile alla seguente:

webiopi raspberry on

in cui i led collegati si acendono:

Il risultato è soddisfacente? a mio avviso si, e funziona anche da smartphone 🙂

Buona progettazione !!!

Prima di inserire un commento, per favore, leggi il regolamento

Permanent link to this article: https://www.mauroalfieri.it/elettronica/webiopi-raspberry-controllo-remoto-gpio.html

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.