Quanto assorbe Arduino?

Si parla sempre più di consumi in termini di energia elettrica e di risparmio non solo per la bolletta ma sopratutto per l’ambiente.
La domanda che mi è stata posta più volte posta è proprio quella nel titolo: “Quanto assorbe Arduino” o “Quanto consuma Arduino”.

milliamperometro

E’ un dubbio che ti poni sopratutto quando il tuo progetto passa dalla “versione a banco”: ossia quella di sperimentazione con Arduino connesso al computer, alla versione di “produzione” o  “messa in campo”: il progetto è maturo e vuoi collocarlo nella sua posizione definitiva.

Certo il problema  maggiore è se il tuo progetto deve essere alimentato a con una batteria e vuoi dimensionarla correttamente.

ATTENZIONE: questo articolo chiarisce, o tenta di farlo, quale è il consumo minimo di Arduino,  non puoi dimenticare che il tuo progetto non è composto solo da Arduino ma anche da alcuni componenti esterni, ciascuno con il suo assorbimento.

Il test definitivo devi farlo a circuito ultimato, con tutti i componenti connessi utilizzando un multimetro.
Se non sai come collegare il multimetro segui questo schema:

collegamento multimetro

collega il terminale negativo del tuo progetto alla sorgente elettrica, sia essa proveniente da una batteria o da un alimentatore, collega quindi in serie il multimetro ( puntale positivo al cavo rosso della sorgente elettrica e puntale negativo al progetto ) e posiziona il multimetro in modalità di misura amperaggio.

Leggerai sul display, o con la lancetta, il valore di corrente assorbita dal tuo progetto.

Tornando al nostro articolo e al dubbio iniziale io ho eseguito i collegamenti come descritto utilizzando un Arduino Uno Rev.3 ed una batteria da 9v.

Per eseguire un test ho usato lo sketch Blink fornito dall’IDE Arduino modificando il delay da 1000 a 10000 in modo da avere 10 secondi di attesa tra led acceso e led spento, questo permette al multimetro di registrare correttamente il valore e a te di vederlo chiaro sul display.

Quando il led è spento l’assorbimento di Arduino uno rilevato è di circa 48 mA

Corrente Arduino in mA a vuoto

Quando il led si accende il consumo si incrementa fino a circa 51,5 mA, valore dato dalla somma dell’assorbimento di Arduino e del led collegato al pin 13.

Corrente Arduino in mA con led acceso

Adesso sai orientativamente quale è il consumo di Arduino e puoi dimensionare il tuo progetto con una adeguata batteria.

Se consideri valido il valore rilevato empiricamente con questo esperimento puoi dire che con una batteria da 1000 mA potresti alimentare Arduino per circa 20 ore ( 1000 / 48 = 20,8333 ) considerando che sono tutti valori teorici e che molto probabilmente il tuo progetto non è composto solo da Arduino ma da qualche shield, led o componente aggiuntivo.

Buon divertimento.

Prima di inserire un commento, per favore, leggi il regolamento

Permanent link to this article: https://www.mauroalfieri.it/elettronica/quanto-assorbe-arduino.html

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.