«

»

Nov 26

Stampa Articolo

KH930 hacking ayab a wemake

Lo scorso weekend ho deciso di andare presso wemake a Milano per soddisfare una curiosità, eseguire il KH930 hacking con la shield AYAB.

KH930 hacking

tutto è iniziato martedì 18 novembre quanto in occasione dell’incontro AUG Milano mi hanno mostrato la shield AYAB con la quale è possibile sostituire l’elettronica di una BROTHER KH930 con una interfaccia arduino.

Cos’é KH930 hacking

In pratica si smonta una macchina per maglieria BROTHER mod. KH930 con lo scopo di comprendere come funziona l’elettronica che controlla la macchina e intervenire sulla stessa per consentire l’aggiunta di nuove funzioni.

Gran parte del progetto di analisi e verifica dell’elettronica è stato eseguito dagli autori del progetto AYAB Knitting che hanno anche realizzato una shield, in diverse versioni, con cui sostituire l’elettronica originale della macchina per maglieria.

ayab logo

Il vantaggio offerto dal progetto è poter iniettare via computer le istruzioni per eseguire un pattern ( disegno eseguito “a jacquard” ) differente da quelli pre caricati o pre caricabili.

La tecnica di lavorazione a due o più colori, detta appunto “a jacquard”, puoi gestirla direttamente dal software installato sul computer e rilasciato dal progetto AYAB gratuitamente.

Inoltre puoi, tramite il codice presente nel repository AYAB, realizzare rapidamente un pattern nuovo senza doverlo caricare nella scheda elettronica ma solo caricando una nuova bitmap nel software e chiedendo al computer di inviarlo ad arduino ed eseguirlo sulla KH930.

Cosa abbiamo fatto

Sabato pomeriggio in compagnia dell’amico Simone Maiocchi siamo partiti dagli schemi di connessione della KH930 e dagli schemi elettrici della shield per trovare le corrispondenze tra i connettori della prima e i pin della seconda.

Come ha giustamente detto Simone: “il buon debug hardware parte sempre dagli schemi

Il fedele tester ci ha aiutato nella ricerca delle corrette connessioni permettendoci di scoprire che i pin marcati con il numero 1 sulla shield non erano i corrispondenti dei pin 1 sulla KH930, ma esattamente contrari.

KH930 hacking connection

Ecco alcune foto del dettaglio delle connessioni:

Il software AYAB

Il software rilasciato è diviso in due componenti:

il firmware da caricare su arduino

la GUI ( Graphical User Interface ) da caricare sul pc ( Windows o Linux )

La parte interessante è che la GUI da caricare sul pc ha un proprio sistema di upload del firmware arduino che ti semplifica il trasferimento del codice se non hai dimestichezza con l’IDE:

ayab gui upload firmware

la GUI vera e propria è semplice:

ayab-gui

in alto a sinistra carichi il file cliccando su “Load File”;

a sinistra selezioni la porta a cui è connesso arduino “Port Selection”, se necessario puoi cliccare su “Refresh Ports” per fargli riconoscere la porta arduino;

ed a seguire imposti tutti i parametri:

  • Color: numero di colori con cui vuoi lavorare;
  • Start line: linea da cui partire con il disegno;
  • Start Needle: ago di partenza ( da 0 a 198 );
  • Stop Needle: ago di fine ( da 1 a 199 );
  • Alignment: allineamento del disegno ( pattern );
  • Machine Type: tipo di macchina singola o doppia se usi due file di aghi;

Al termine delle impostazioni clicca su “Configure” ed a seguire su “Knit”, alto al centro della schermata della GUI.

Ora non ti resta che seguire le istruzioni a video e iniziare a realizzare la tua lavorazione a maglia.

Il risultato finale dovrebbe essere simile al seguente:

KH930 hacking result

Buon divertimento !!!

Permalink link a questo articolo: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/kh930-hacking-ayab-wemake.html

2 comments

1 ping

  1. Santiago Quispe Apaza

    Hola quisiera saber donde venden ayab escudo

    1. Mauro Alfieri

      Hi Santiago,
      you can ask on the project site: http://ayab-knitting.com/

  1. WeMake | Hacking della macchina da maglieria Brother al Makerspace

    […] Continua a leggere su Blog di Mauro Alfieri > […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>