«

»

Feb 04

Stampa Articolo

IDE Arduino sulla Fedora 16: installazione

In questi giorni ho deciso di installare l’IDE arduino sulla Fedora 16 e di scrivere un semplice tutorial di come puoi farlo facilemente.

Arduino IDE 0022 Fedora

l’installazione l’ho eseguita con yum il package manager di Linux Fedora, CentOS e le distribuzioni derivate Red Hat.

Installazione dell’IDE Arduino sulla Fedora 16

L’installazione con yum connetti a internet Linux, apri un terminale e diventa root digita il comando:

root# yum install arduino

se la connessione è attiva e yum configurato correttamente vedrai partire l’installazione:

IDE Arduino sulla Fedora

il pacchetto IDE Arduino sulla Fedora presente oggi nel repository yum ufficiale è la versione 0022, un po’ obsoleta rispetto alla versione attuale dell’IDE 1.0.3.

Tornando alla tua installazione come hai visto in figura ci sno molte dipendenze che il pacchetto arduino deve soddisfare per essere installato e questo è utile anche se poi vorrai installare le versioni successive dell’IDE senza l’uso di yum.

Install 1 Pacchetto (+21 Pacchetti dipendenti)

Dimensione totale del download: 62 M
Dimensione installata: 218 M
Procedere [s/N]:

Conferma l’installazione dell’IDE Arduino sulla Fedora premendo s alla richiesta precedente.

Al termine dell’installazione dell’IDE Arduino sulla Fedora sulla schermata vedrai il seguente messaggio:

IDE Arduino sulla Fedora

che indica la corretta installazione del IDE Arduino sulla Fedora.

Da ora nel menu Applicazioni della Fedora compare la nuova voce:

Arduino IDE 0022 Fedora

ma l’installazione non è finita, prova a cliccare sulla voce di menu “Arduino” e vedrai apparire il seguente messaggio:

IDE Arduino sulla Fedora

che ti indica di aggiungere il tuo utente ai gruppi dialout e lock sono i due gruppi con cui l’utente può accedere alle porte seriali, se non aggiungi il tuo utente a questi gruppi non potrai accedere alle porte seriali tra cui Arduino che verrà visto come una porta seriale.

Configurazione dell’utente per installare l’IDE Arduino sulla Fedora

Per usare l’IDE Arduino sulla Fedora è necessario compiere alcune semplici operazioni:

IDE Arduino sulla Fedora

apri un terminale;

diventa utente root in modo da poter eseguire i comandi necessari all’aggiunta dell’utente ai gruppi indicati;

esegui i comandi:

root@fedora16 ~]# useradd -G dialout,lock,uucp -a fedora
root@fedora16 ~]# id fedora
uid=1000(fedora) gid=1000(fedora) gruppi=1000(fedora),10(steel),14(uucp),54(lock),18(dialout)

come puoi verificare con l’ultimo comando dato l’utente fedora, o il tuo utente se te ne sei creato uno differente con cui accedi è stato aggiunto ai gruppi che hanno accesso alle porte seriali del sistema.

Hai anche bisogno che il tuo utente, nell’esempio fedora, possa scrivere nella directory /var/run/lock senza difficoltà per farlo puoi creare un file denominato serial.conf sotto /etc/tmpfile.d/ con il contenuto:

d /var/run/lock 0777 root lock -

se non sai come costruirlo puoi eseguire i comandi seguenti:

root@fedora16 ~]# cd /etc/tmpfile.d/
root@fedora16 ~]# echo "d /var/run/lock 0777 root lock -" >> serial.conf

in questo modo il tuo utente è abilitato a scrivere nella dir /var/run/lock.

Prima di avviare il tuo IDE Arduino sulla Fedora è necessario eseguire il LogOut dell’utente e rieseguire il login in modo da rendere effettivi anche la componente grafica della Fedora le modifiche eseguite per l’utente.

Puoi avviare l’IDE Arduino sulla Fedora e non dovresti più ricevere il messaggio visto sopra, inoltre potrai selezionare la versione della scheda arduino:

IDE Arduino sulla Fedora

e la porta seriale a cui Arduino è collegato:

IDE Arduino sulla Fedora

Buon divertimento con l’IDE Arduino sulla Fedora.

Permalink link a questo articolo: http://www.mauroalfieri.it/informatica/ide-arduino-sulla-fedora-16.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>