Robot Beginner Kit con Arduino – l’elettronica

… continua il montaggio del tuo Beginner Robot Kit della robot-domestici, in questo articolo montiamo l’elettronica e iniziamo a caricare uno sketch per calcolare le distanze con il sensore.

Fine montaggio meccanico

Parti subito descrivendo il componente che attraverso arduino ti permette di far muovere il tuo motore: TB6612FNG è iun driver per motori in CC ( corrente continua ) fino ad 1A di potenza, non necessita di alcuna aletta di raffreddamento per questo progetto ed è semplice da montare.

Nel Kit è fornita senza i pin saldati, tuttavia puoi chiedere a robot-domestici di fartene recapitare una già saldata, potrebbero accontentarti 🙂 le saldature sono molto semplici e non richiedono grande esperienza, solo un saldatore da 30/45W e dello stagno 60/40.

Osserva il lato opposto ai componenti, vedrai serigrafata accanto ad ogni pin la funzione corrispondente:

TB6612FNG Driver Motori

per facilitare la descrizione dei collegamento ho deciso di dare un nome ad ogni fila di pin derivandolo da ciò a cui va collegato, per cui il lavo contenente i pin PWMA e B, AIN1 e 2, BIN1 e 2 e STBY lo chiamerò lato arduino, in quanto questi pin vanno tutti verso arduino; il lato opposto lo chiamerò lato motori in quanto 4 dei 6 contatti vanno verso i motori, per maggioranza prende questo nome 🙂

ho realizzato alcune foto con frecce colorate sia del lato arduino sia del lato motori per facilitarti la comprensione del cablaggio, parti dal lato motori:

Collegamento TB6612FNG lato motori

la freccia rossa indica la connessione con il pin VM a cui devi collegare il positivo di alimentazione dei motori, secondo il datasheet puoi   collegare dai 5 ai 15v, il Beginner Robot Kit ha un pacco batterie da 6v;

la freccia bleu indica il polo che devi collegare al polo negativo (GND) di Arduino e di tutto il circuito;

le frecce colorate gialle e verdi indicano i pin che devi collegare ai motori, sono chiare e scure per ogni motore, la freccia chiara ti indica il polo positivo, la freccia scura il polo negativo; collega i terminali gialli al motore sinistro ed i terminali verdi al destro.

Passa al lato arduino:

come collegare TB6612FNG ad Arduino

anche in questa figura trovi le frecce ad aiutarti nei collegamenti:

bleu: è il pin di STBY ( standby ) deve essere a livello logico alto ( HIGH ) per consentire al driver di funzionare trasportando il segnale impostato sui pin AIN1 e 2, BIN1 e 2 e PWMA e B sui pin A01 e 02, B01 e 02 verso i motori, collegalo al pin 2 di Arduino che via sketch porterai a libello logico alto;

arancio (PWMA): pin che devi collegare all’uscita PWM 3 di arduino;

rossi (AIN1 e 2): pin che devi collegare rispettivamente al pin 4 e 7 ( digitali ) di arduino;

giallo (PWMB): pin che devi collegare al pin PWM 9 di arduino;

verdi (BIN1 e 2): pin che devi collegare rispettivamente ai pin 8 e 12 ( digitali ) di arduino;

Vedrai dopo aver montato arduino sul robot che i collegamenti saranno più semplici della descrizione.

Ho trovato in internet un video esempio del driver utilizzato per questo robot:

Fissa il driver dei motori alla basetta superiore del robot, io ho utilizzato una comune fascetta metallica del tipo che ferma solitamente i cavi di qualsiasi apparato elettrico, prima falla passare tra due fori sufficientemente distanti tra loro:

fissare il driver TB6612FNG

con un terminale ferma il driver, lasciando che l’altro terminale si allunghi da un lato per andare a fermare i fili come vedi nelle figure:

Passaggio fili tra TB6612FNG ed arduino

ora monta arduino fissandolo con due viti e due distanziali, il mio consiglio è di fare attenzione che dopo il montaggio sia facile collegare sia l’alimentazione proveniente dal lato inferiore sia il cavo USB per programmarlo:

Monta arduino sul Beginner Robot Kit

segui lo schema seguente per effettuare i collegamenti visti sopra:

Connessioni tra il TB6612FNG ed arduino

passa ora a collegare il sensore:

connettore sensore SHARP GP2Y0A21YK

collegandolo come mostrato in figura su arduino:

Connettore di alimentazione

il cavo giallo proveniente dal sensore SHARP GP2Y0A21YK devi collegarlo ad uno dei pin analogici di arduino, ti consiglio di collegarlo al pin A5 come mostrato dal riquadro azzurro.

I riquadri verde e bleu indicano rispettivamente i collegamenti positivo e negativo del sensore SHARP, il riquadro verde corrisponde al positivo ( +5v ) di arduino, il riquadro bleu ad uno dei pin di massa ( GND ) di arduino.

Il riquadro giallo indica un’altro pin negativo di arduino e proviene dal pin negativo della scheda TB6612FNG, metti in questo modo in connessione la massa comune di tutto il robot.

Il riquadro arancio segna il pin di arduino denominato Vin, ossia quello su cui è presente la stessa tensione applicata sul connettore di Arduino, per questo ci devi collegare il terminale positivo o VM del driver TB6612FNG, in questo modo alimenterai il circuito driver.

Terminate le connessioni dovresti avere una situazione simile alla seguente:

connessioni elettriche finite

Ti manca un piccolo sforzo prima di caricare lo sketch che ti permetterà di far funzionare il tuo robot, controllare il sensore che valori restituisce avvicinando ed allontanando un ostacolo, per farlo puoi utilizzare questo piccolo sketch:

int SHIR = A5;

void setup()
{
  Serial.begin( 9600 );
  pinMode( SHIR,INPUT );
}

void loop()
{
  Serial.print( "Distanza: " );
  Serial.println( analogRead(SHIR) );
}

Dopo averlo caricato su arduino apri il monitor seriale ed osserva i valori che passano sullo schermo, ora avvicina una mano al sensore ed osserva il variare dei valori, nel mio esperimento solitamente i valori letti senza ostacoli a breve distanza è inferiore a 50, quando tua mano si avvicina al sensore vedrai il valore salire fino ad oltre 500, punto in cui la tua mano dovrebbe essere molto vicina al sensore, fino ad un punto in cui la tua mano è talmente vicina al sensore che non è possibile rilevare alcuna rifrazione del segnale luminoso per cui i valori calano vertiginosamente sotto i 50.

A cosa serve questa osservazione?

Immagina che la tua mano sia un muro o un ostacolo che vorresti far scansare al robot, poni la mano alla distanza minima a cui vuoi che il robot arrivi, considera che deve avere il tempo di frenare, e che le ruote, anche se di gomma, un po’ scivolano sul pavimento o parquet.

Segna il valore letto con la mano più possibile ferma davanti al robot … cosa farne di questo valore lo vedrai nel prossimo articolo.

Buona connessione.

Cortesemente, prima di inserire i commenti leggi il regolamento

Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/robot-beginner-kit-con-elettronica.html

133 comments

Skip to comment form

    • Fabio on 1 giugno 2012 at 17:01
    • Reply

    Ciao, perdona la mia ignoranza, ma come faccio a collegare il pin VM all’alimentazione dei motori? Grazie in anticipo

    1. Ciao, ti riferisci al VM del driver motori?se si, quello va collegato a Vin di Arduino, è il driver stesso che pensa a gestire tale alimentazione per i motori.

      Mauro

    • Fabio on 2 giugno 2012 at 11:28
    • Reply

    Ho capito, grazie mille !

    • jot on 16 giugno 2012 at 21:12
    • Reply

    ciao ho seguito per bene i tuoi consigli ma ho un problema che nel robot un motore mi va avanti e continua e l’altro fa mezzo giro in avanti e mezzo indietro. cosa dovrei fare ? ( è molto urgente grazie in anticipo e il blog è ottimo )

    1. Ciao Jot,
      innanzitutto controlla se il motore incriminato funziona da solo, ossia senza arduino ecc. ma collegando i 6v diretti al + e – in entrambi i sensi.
      Ti sembrerà cosa stupida ma l’esperienza mi dice di non dare nulla x scontato.

      Poi prova a ricontrollare tutto il cablaggio pin x pin.

      Infine prova funzioni semplici nello sketch tipo solo avanti, solo indietro ecc. Escludendo il sensore che potrebbe influenzare il tuo robot.

      Mauro

      P.S.: ricorda che questo è un hobby ed un divertimento, sono giochini, nessuna vita umana in pericolo non c’è mai nulla di urgente 🙂

    • jot on 17 giugno 2012 at 21:12
    • Reply

    grazie mille per i consigli.
    ho provato a controllare i motore singoli e funzionano.
    ho notato che il sensore non va funziona insieme hai motori per questo ho verificato con la porta seriale il sensore e singolarmente funziona.
    carico il programma ora entrambe vanno avanti e l’altra torna leggermente indietro ma non evita ostacoli.
    cosa dovrei fare?
    ( so che non ci sono vite in pericolo ma io devo consegnare il progetto entro il 26 aiuto )

      • jot on 17 giugno 2012 at 21:31
      • Reply

      un altra cosa come faccio a far andarea avanti e indietro il robottino ? non sono molto bravo a programmare con arduino perchè sono appena venuto a conoscere arduino

      1. Ciao Jot,
        forse stai leggendo solo una parte dei tutoria relativi a questo robot, prova aleggere anche gli altri articoli, cerca Beginner Kit nel blog, c’è un articolo che ti spiega lo sketch linea per linea.

        Mauro

    1. Il tuo è un progetto scolastico?
      Nessun problema, leggi bene ogni riga descritta nel tutorial e guarda il video dovresti vedere esattamente cosa fa.

      Io voglio aiutarti a consegnarlo in tempo ma devo capire qualcosa di + sul tuo progetto.
      Cosa intendi con la frase: “ora entrambe vanno avanti e l’altra torna leggermente indietro ma non evita ostacoli”
      Mauro

    • jot on 18 giugno 2012 at 22:21
    • Reply

    si il progetto scolastico è mio.
    riesci a mandarmi una email su jot @hotmail.it che ti mando il video di quello che fa cosi riesci a capire meglio.
    grazie mille per quello che stai facendo per me.

    1. hai avuto modo di leggere gli articoli che ti ho suggerito?
      Il video mandalo alla casella email presente nella sezione contatti, purchè non superi i 2Mb, altrimenti ti viene cancellato in automatico e non arriva, in alternativa pubblicalo su youtube e inviami il link.

      Mauro

        • jot on 21 giugno 2012 at 21:45
        • Reply

        salve,
        le ho inviato una email con il link del video e una con le immagine se ha tempo riesce a dare uno sguardo e aiutrmi perfavore.
        grazie

        1. Purtroppo non mi è arrivata alcuna email da parte tua, mi invii il link del video, intanto guardo quello.

          Mauro

            • jot on 22 giugno 2012 at 13:42

            io avevo inviato una email con il link del video e un altra con le immagine comunque ecco il link del video http://www.youtube.com/watch?v=ia16M-QXsgI

          1. Ciao Jot,
            ho visto il tuo video e mi sono arrivate le tue immagini, purtroppo sono sfocate e non riesco a riconoscere bene i collegamenti.
            Sperando di non sbagliare mi sembra che il sensore sia connesso bene, mentre l’alimentazione VM del driver non va al Vin di Arduino.

            Puoi verificare questo collegamento?

            Mauro

    • jot on 22 giugno 2012 at 20:23
    • Reply

    grazie per aver risposto allora adesso ti scrivo i collegamenti “lato motori”

    VM è collegato al vin di arduino
    vcc niente
    GND del driver al GND di arduino
    A01 e A02 alimentazione motore
    B01 e B02 alimentazione motore
    GND a niente

    “lato arduino”
    PWMA collegato al pin 3 di arduino
    AIN2 collegato al 4 di arduino
    AIN1 collegato al 7di arduino
    STBY collegato al 2 di arduino
    BIN1 collegato al 8 di arduino
    BIN2 collegato al 12 di arduino
    PWMB collegato al 9 di arduino
    GND a niente

    1. Questi collegamenti sono corretti, dalle foto non sembravano questi.

      Mauro

    • jot on 22 giugno 2012 at 22:15
    • Reply

    come pensavo il problema era l’arduino
    ora ho collegato con arduino mega 2560 ma ora il problema è che se lo collego al pc funziona bene ma se lo collego all’alimentazione ( 4 pile da 1.5 V ) non funziona un motore va piu piano e il sensore non funzione

    1. Bene, sono contento che tu abbia individuato il problema.
      Di solito io quando noto un comportamento anomalo la prima operazione che eseguo è la verifica dei singoli componenti, arduino per primo.

      Il problema che indichi ora sembra dovuto alle batterie scariche, considera che sia arduino, sia i driver e tanto più l’arduino Mega consumano tanta corrnte, se ci hai giocato un po’ per individuare il problema è possibile che siano scariche, ti consiglio di raddoppiare il pacco batterie con un’altro da 4 stilo collegandoli in parallelo.

      Mauro

    • jot on 23 giugno 2012 at 11:37
    • Reply

    ciao,
    grazie per l’aiuto fornito e sono contento che il robottino funziona ma avevo un altra domanda posso usare 4 pile AA e 3 pile AAA insieme in parallelo ?
    non dovrebbero esserci problemi giusto ?

    1. Ciao Jot,
      certo che ci sono problemi, ogni pila eroga 1,5v non puoi metterne 4 di un tipo 4×1,5 = 6v mentre 3×1,5 = 4,5v

      Mauro

    • jot on 23 giugno 2012 at 21:25
    • Reply

    il problema persiste ! ho aumentato il numero di pile ma non funziona ancora.
    funziona solo con l’alimentazione del pc

    1. Ciao Jot,
      non avrai fatto quello che hai scritto nel post precedente, non funziona di certo.

      Mauro

    2. Ciao Jot,
      come procede il tuo progetto?
      Hai provato con un’alimentazione doppia da 4 pile AA?

      Mauro

    • Bilal on 3 gennaio 2013 at 11:50
    • Reply

    voglio telecomandarlo, un aiuto?
    grz

    1. Ciao Bilal,
      puoi leggere qualcuno dei tutorial che ho scritto su come collegare arduino a telecomandi IR, iPhone, iPad ecc…
      Che tipo di telecomando vuoi utilizzare?

      Mauro

        • Bilal on 11 gennaio 2013 at 19:17
        • Reply

        voglio che mi consiglia lei io sono nuovo in questo ambiente.
        una cosa non troppo difficile.

        1. Ciao Bilal,
          io ti consiglio un prodotto già compatibile con Arduino: http://www.robot-domestici.it/joomla/component/virtuemart/ir-kit-for-arduino

          In alternativa sul blog trovi anche degli articoli per collegare ad Arduino il telecomando della tua TV.

          Mauro

            • Bilal on 11 febbraio 2013 at 10:58

            Grazie,

            ho ordinato IR kit, aspetto che mi arriva.

    • Michele Segoloni on 14 gennaio 2013 at 12:03
    • Reply

    Buon giorno e complimenti per il suo sito internet.

    Premetto che sono alle primissime armi per cui alcuni dei quesiti che le porrò sono forse banali e scontati. Ho montato il robot col beginner kit di robot domestici ed ho notato una cosa strana: alimentando sia la scheda che i motori con le batterie nel battery pack il robot gira in tondo mentre quando è collegato all’USB funziona perfettamente.

    Le batterie sono AA alcaline ed ho misurato una differenza di potenziale di quasi 6,2 V. Ho letto, però, che la scheda andrebbe alimentata con una tensione tra i 7 ed i 12 V con l’alimentazione esterna, può dipendere da questo? Se sì mi pare strano che robot-domestici fornisca nel kit un battery pack da 4.

    Sto pensando di costruirmi un jack collegato ad un connettore per le batterie da 9V, il controllo motori può essere alimentato con 9V o devo tenere le 2 alimentazioni separate?

    Ho modificato leggermente lo sketch in modo che, al superamento del valore di soglia (impostato a 250), si metta a girare sul posto (ruota sx in avanti e dx indietro) finché il valore non scende sotto una nuova soglia (impostata a 150), insomma ho impostato una specie di isteresi che fa comportare il robot in maniera molto più fluida.
    Qualora fosse interessato posso girarle il programma da me modificato.
    Grazie per l’atttenzione,

    Michele Segoloni

    1. Ciao Michele,
      il pacco batterie fornito è una base per iniziare.
      Il funzionamento che evidenzi non sembra legato al voltaggio, essendo la USB una 5v, i 6,2v del tuo pacco sarebbero sufficienti.
      E’ sicuramente un problema di mA, prova ad utilizzare delle pile nuove e verifica che il comportamento sia corretto.
      Con una pila nuova da 9v avrai certamente un incremento delle prestazioni.

      Mi viene un dubbio leggendo la tua richiesta: con la USB funziona, sei sicuro di aver collegato il driver motori sul pin Vin di Arduino?

      Mauro

        • Michele on 14 gennaio 2013 at 12:41
        • Reply

        Ciao e grazie per la risposta.
        Le pile sono nuovissime, comprate non ricaricabili per l’occasione (in casa ho praticamente solo batterie ricaricabili) dopo aver letto l’articolo che segnalava il rischio di problemi con batterie ricaricabili.
        Il driver motori è alimentato direttamente dal pack batterie come suggerito dal sito robot-domestici.
        Il punto è che tutto funziona benissimo se alimentato via USB mentre sembrerebbe non riuscire a leggere correttamente il sensore se alimentato con l’alimentazione esterna in quanto il povero robot si mette a girare in tondo. Il dubbio è che i 6,2 V di alimentazione esterna non sempre siano sufficienti a far funzionare correttamente la scheda per la quale è raccomandata un’alimentazione tra i 7 ed i 12 V se non ho capito male…

        1. Ciao Michele,
          quello che dici in merito alle specifiche Arduino è corretto ( 7-12v ) tuttavia io l’ho alimentato con il passo batterie fornito e funziona, anche durante i miei Corsi su Arduino Robotico usiamo il pacco batterie fornito e funziona sempre.
          Inoltre, come ti dicevo, se si trattasse di un problema di voltaggio di alimentazione la USB non cambierebbe nulla essendo a 5v.

          Mauro

    • ingVitruvio on 25 febbraio 2013 at 11:55
    • Reply

    Ciao Mauro sono Gigi, forse mi sono imbattuto in un progetto che non mi compete, però l’elettronica era il mio hobby da ragazzo e dopo 25 anni circa riprendo gusto a smanettare con motorini, fili e resistenze pur non capendone molto,,,,,,,,,,,,,,,comunque bando alle chiacchiere, ho anche io lo stesso problema di Jot con il mio robottino, dopo varie prove ho notato che i valori che dà il sensore varia a secondo che ci siano un motore, due motori o nessuno, e come se leggesse il carico di resistenza dovuto ai motori è possibile?……quindi fà quei movimenti perché quando sono azzionati i motori è come se ci fosse sempre qualcosa avanti (il sensore arriva a 600) oltre poi che non sò il perchè mi sconfigura la porta com del computer……..Spero di essere stato chiaro e che tu puoi aiutarmi, credi che sia rotto Arduino o il sensore? oppure c’è qualche legge dell’elettronica che dice che cosi deve andare e quindi cosa bisogna fare?

    Grazie

    1. Ciao Pierluigi,
      sembra un problema di alimentazione, prova ad alimentare tutto con una pila da 9v e scollegarlo dal computer.

      Il fatto che si disconnetta dalla seriale potrebbe essere a causa della protezione sulla porta USB, per evitare di bruciare la porta er eccessiva richiesta di energia alcuni Pc vanno in protezione e disconnettono il dispositivo che ne fa richiesta.

      Il mio Mac ad esempio lo fa.

      Mauro

    • Alberto on 26 febbraio 2013 at 17:04
    • Reply

    salve ha acquistato da poco il robot kit e l’ho testato funziona tutto però quando arriva il momento di eseguire il void loop indietro mi funziona solo una ruota, è possibile che si sia bruciato qualcosa nei driver?

    1. Ciao Alberto,
      se il motore gira quando vai in avanti non penso possa dipendere ne dal driver ne dal motore.
      Fai qualche test invertendo i motori e provando se si verifica la stessa cosa.

      Mauro

    • ingVitruvio on 26 febbraio 2013 at 17:31
    • Reply

    O.K……..ora credo proprio di aver bruciato arduino………………..ho collegato il jack con un alimentatore dovepuoi regolare i Volts, ho provato prima con 9V e il problema persisteva, poi ho provato con 12 V e le ruote hanno cominciato a girare, poi si sono fermate ed e credo sia morto arduino, infatti quando lo collego si accendono i led On e L sulla scheda ma il computer non vede niente:( ………che faccio passo dal pizzicagnolo e ne compro un’altra?

    1. Ciao Pierluigi,
      arduino a 12v non si brucia, a meno che tu non abbia sbagliato le connessioni tra il driver ed Arduino.
      Ti informo sulla cosa perchè se anche ne acquisti un’altra e non correggi l’errore il risultato sarà il medesimo.

      Prima di ricorrere a estremi rimedi io proverei a collegare Arduino su un altro computer o ad un’altra porta USB e verificare se viene visto.
      Che Sistema Operativo usi: Mac? Windows? Linux?

      Mauro

    • ingVitruvio on 26 febbraio 2013 at 18:28
    • Reply

    Prima di tutto Mauro ti voglio ringraziare per il supporto, comunque ho misurato la tensione del trasformatore…….non sono 12V come dichiarati ma quasi 20 V………….è una cineseria…….quindi che la scheda si
    brucia ci può stare……..Cmq compro una scheda nuova e testo tutto grazie

    1. Ciao Pierluigi,
      quella che leggi é una tensione a vuoto, comunque i 20v sono un po’ troppi.

      Mauro

    • ingVitruvio on 26 febbraio 2013 at 18:29
    • Reply

    il sistema è windows vista dimenticavo

    • Gio on 1 marzo 2013 at 22:53
    • Reply

    ciao, ho una piccola curiosità, correggimi se sbaglio ma se noi colleghiamo il piedino del driver VM a Vin e non a 5V, vuol dire che il driver non ha nessun tipo di alimentazione, come fa a svolgere la sua funzione allora?
    Grazie e complimenti per l’articolo

    1. Ciao Gio,
      il pin Vin su Arduino è collegato direttamente al connettore di alimentazione, quando colleghi i 6v del pacco batterie al Vin arrivano 6v.

      Mauro

    • Gio on 2 marzo 2013 at 14:29
    • Reply

    Grazie mille del chiarimento. Oggi proverò a saldare e montare il modulo nel caso riscontrassi qualche problema le chiederò aiuto.

    • Gio on 3 marzo 2013 at 12:35
    • Reply

    ciao Mauro ,
    scusa ancora il disturbo ma vorrei sottoporti il mio problema.
    vorrei poter comandare la macchina tramite un telecomando e un ricevitore IR.
    premetto che la macchinina sola funziona e il circuito per ricevitore ed emettitore IR pure. (http://www.mauroalfieri.it/informatica/tutorial-arduino-ir-con-tsop1738.html)

    il problema sussiste a livello di codice poichè quando nella funzione setup() inserisco la linea di codice irrecv.enableIRIn(); e una volta caricato il programma il motore di sinistra smette di funzionare e il motorino rilascia un live sibilo.
    pensavo fosse un problema di alimentazione ma sia con 4.8v(4 pile AA da 1.2v a 2600mA), che con i 5V(USB), che con i 12V(a 500 mA) di un trasformatore a parte, continua ad andare solo un motore.
    si può notare che mettendo a commento quella singola riga di codice il motore torna a funzionare.
    spero di essere stato chiaro se hai bisogno di più informazioni chiedi pure che ti mando per mail il codice se ne hai bisogno.
    se sai come risolvere il problema o hai altri test da provare dimmi pure
    Grazie

    PS: può essere un problema di corrente?

    1. Ciao Gio,
      così come lo descrivi sembra un conflitto tra la libreria IR e il controllo dei motori.
      A quali pin hai collegato i motori?
      Che tipo di scheda motori utilizzi?

      Mauro

    • Gio on 4 marzo 2013 at 10:01
    • Reply

    I motori sono collegati agli stessi piedini di cui parli tu nell articolo, utilizzo il motor driver dell kit

    • Giuseppe on 6 aprile 2013 at 17:28
    • Reply

    Salve Mauro,

    E’ possibile che i segnali ricevuti, e letti sul monitor seriale del software, da qualsiasi tipo di sensore, che sia quello per il telecomando o per rilevare gli ostacoli, come lo stesso utilizzato nel Suo lavoro, possano subire disturbi o interferenze elettromagnetiche dovute alla corrente che passa all’interno di tutti i jumper e che all’esterno fa sì che si formano campi elettromagnetici?
    Le è capitato?
    Ho provato a isolare alcuni fasci di jumper con della gomma, presa dal tappetino del mouse, e della carta stagnola ma continua a darmi problemi… Che siano difettosi i sensori che possiedo a questo punto…

    La ringrazio per i Suoi consigli,
    Giuseppe

    1. Ciao Giuseppe,
      ciò che rilevi potrebbe essere dovuto ai fili, ai collegamenti o alla precisione dei sensori.
      Considera che si tratta di prodotti hobbystici per cui non sono fedelissimi.

      Mauro

    • Giada on 1 maggio 2013 at 21:58
    • Reply

    Salve,
    ho un problema con un progetto che sto facendo.. Utilizzo il robot beginner kit e lo alimento tramite un pacco batterie con 6V in totale come fa lei.. però in questa maniera, non so perchè ma non arriva abbastanza corrente ai motori, perciò le ruote girano con difficoltà.. ho provato ad alimentarlo in modo diverso e ho risolto il problema con un alimentatore da 12v, che però è inutile in quanto il robot dovrebbe rimanere collegato alla corrente. Volevo sapere se sa quanto è la tensione in uscita del driver, cioè quella che arriva ai motori, visto che il datasheet ho intuito che fosse la stessa dell’ ingresso , ma la tensione massima che posso usare per i motori è 6v e se per caso ha qualche consiglio per risolvere il problema.
    La ringrazio,
    Giada

    1. Ciao Giada,
      ho sperimentato personalmente durante i corsi di robotica in cui costruiamo il beginner kit che l’alimentazione di 6v non é sempre sufficiente.
      Ci sono tre cose che puoi fare, anche tutte assieme:
      1. Sostituire l’alimentazione con una pia da 9v
      2. Modificare i valori di PWM out nelle funzioni avanti(), indietro() e gira() portandoli a 255
      3. Costruire un connettore che prelevi la tensione per il driver motori direttamente dalle batterie senza passare dal Vin di Arduino.

      Sul dubbio che mi poni il driver usa la tensione di ingresso per controllare i motori ma la modifica sia tramite il PWM ricevuto ( da qui il punto 2 ) sia per una sua normale perdita dovuta ai componenti di cui é composto.

      Mauro

    • Lorenzo on 7 maggio 2013 at 15:07
    • Reply

    Salve Sig. Mauro
    Premettto anch’io come molti di essere alle prime armi con Arduino, anche se mi sono cimentato in diversi progetti!
    Ho comperato un arduino robot beginner kit su robot-domestici.it!
    Il problema che volevo sottoporLe è che dopo aver collegato il tutto il robot non voule sentirne di muoversi… sta fermo, come morto! Devo aggiugere che ho saldato io motori e basetta per il controllo di questi ultimi! In più nel pacco il box per le pile fornito può ospitare solo tre pile. Pensando che il problema fosse questo ho provato ad alimentarlo via pc con USB, ma il problema si è presentato nuovamente.

    La sonda SHARP funziona, perchè controllata via monitor seriale!

    l’arduino in uso è Arduino UNO rev. 3 microcontrollore ATmega 328

    Quale può essere il problema che non permette al robot di funzionare?? Ringrazio in anticipo per l’attenzione!

    Saluti, Lorenzo

    1. Ciao Lorenzo,
      ho segnalato a robot-domestici quello che mi scrivi e sono certo che provvederanno a comprendere come mai il portabatterie è differente.
      Posso consigliarti di aggiungere un secondo portabatterie da 4 pile in serie al primo o alimentare tutto con una pila da 9v.

      Questo perchè Arduino funziona bene dai 7v ai 15v ed i motori beneficiano di una tensione maggiore.

      Mauro

    2. Ciao Lorenzo,
      mi ha risposto il responsabile di robot-domestici.it dicendomi che se invii loro una email chiedendo raccontando l’accaduto ed i tuoi dati ti inviano il portatile da 4.

      Cita pure il mio nome.

      Mauro

        • Lorenzo on 8 maggio 2013 at 15:48
        • Reply

        Veramente molto gentile per il tempo speso!
        Ma anche collegando una pila da 9 v il risultato non cambia. Ho provato anche a collegare alla motor driver un motore esterno, per assicurarsi che non fossero i motori il guaio…. ma anche questo non si muove! Quindi resta da capire se la motor driver è danneggiata o se lo sketch caricato su Arduino non è appropriato!!
        Ho controllato i motori separatamente e funzionano entrambi!
        Cosa ne pensi in proposito??
        Grazie! Lorenzo

        1. Ciao Lorenzo,
          Ci sono diverse prove che puoi fare per verificare la motor driver, ma la prima in assoluto é controllare se scalda, poi i collegamenti e le tensioni di uscita sui motori.

          Se tutti i test danno esiti sperati ti consiglio di controllare che al pin STBY arrivino i 5v é lui a fare da interruttore.

          Sul Blog trovi tanti sketch e varianti per il Beginner Kit, parti dai più semplici e provalo tutti se nessuno funziona il problema é altrove.

          Mauro

            • Lorenzo on 9 maggio 2013 at 20:36

            Ciao Mauro!
            Scusa per il disturbo nuovamente , ma sono disperato!
            Ho controllato i motori singolarmente e funzionano correttamente! Poi ho controllato la motor driver sul pin stanby e la differenza di potenziale è poco inferiore a 5V, come 4,88V alimentato con pila da 9V e 4,25V alimentato con box pile da 4 recapitatomi oggi stesso! Sui pin dei motori la differenza di potenziale è 0! Sinceramente non riesco a valutare se la scheda motori scaldi realmente! Una domanda: la motor driver entra in attivo quando il pin stanby è a 5V e superiore? Qual’è il mio problema? Spiacente , ma dove trovo gli altri sketch che mi hai suggerito? Per i collegamenti ho seguito la tua guida che mi sembra assolutamente esauriente! Infine aggiungo che la realizzazione di questo progetto dovrebbe rientrare nella presentazione/approfondimento dell’esame di stato/maturità!! Grazie ancora! Saluti, Lorenzo.

          1. Ciao Lorenzo,
            il driver motori presente nel Kit fa il suo lavoro quando al pin STBY applichi una tensione di 5v, io lo collego al pin 2 di Arduino a cui do un segnale HIGH.
            Nel Blog se cerchi Beginner Kit ci sono alcuni articoli dedicati a questo progetto.

            Per l’esame di maturità sei troppo buono, non merita tanto questo progetto, ad oggi lo comprano e realizzano come progetto del biennio in alcuni ITIS di Roma, per il Triennio io propongo rover come il Leo-Wi o simili.

            Mauro

    • Lorenzo on 10 maggio 2013 at 17:39
    • Reply

    Grazie Mauro!
    Ma ancora non riesco ha capire come portare il pin STBY a 5V se il massimo che raggiunge nel mio caso è 4,88V!!!!
    Aggiungo che il mio percorso di studio è il liceo scientifico dove temi di elettronica non vengono trattati se non in modo teorico! Quindi non mi viene insegnato come saldare, collegare fili, leggi e tanto meno il liunguaggio C! Tutto quello che conosco in merito è tutto frutto della mia autodidattica! Essendo nel liceo la tesina modo di approfondimento, nel mio caso ho deciso di portare un progetto di sperimentazione personale ed è qui che entra in gioco Arduino collegato poi con le altre materie come italiano, filosofia, inglese, storia dell’arte e fisica e se vogliamo possiamo infilarci anche Volta in scienze! Ecco forse adesso è più chiaro il pechè di tutte le mie difficoltà e la scelta di un kit forse “troppo banale”!!!

    Grazie ancora. Saluti.
    Lorenzo

    P.S. la mia intenzione non è quella di rivelarmi troppo pedante!

    1. Ciao Lorenzo,
      non sei affetto pedante, anche io possiedo solo il diploma di Liceo scientifico e tutto quello che so l’ho imparato da autodidatta.
      Te lo scrivo per incoraggiarti il liceo mi ha insegnato a studiare ed approfondire più che darmi nozioni, per quest’ultimo ci sono tante altre fonti: libri, riviste di settore, internet, ecc…

      Tornando al tuo progetto, non mi era chiaro che volessi presentarlo come tesina di approfondimento, andiamo per gradi:

      4,88v va benissimo per portare lo STBY a livello HIGH puoi consultare una guida sui livelli HIGH e LOW e scoprirai che da 0 a 2,5v é LOW e da 2,5 a 5v é HIGH.

      Perché hai solo 4,88v questo impedisce ad arduino di lavorare bene, con 4 pile da 1,2v dovresti avere 6v.

      L’8 giugno 2013 terrò un corso a Milano proprio su questo Kit, se vuoi approfondire e completare la tesina potresti partecipare.

      Mauro

        • Lorenzo on 11 maggio 2013 at 16:28
        • Reply

        Ciao Mauro!

        Scusa nuovamente! Ho cercato di fare una piccola indagine sul mio robot, che come ti ticevo nei post precedenti non si è mai mosso! Andiamo per gradi:
        utilizzo una batteria da 9 V
        la sonda sharp funziona
        arduino si accende
        la motor driver presenta sul pin stby: 4,88V, sul pin AIN 1 e 2: 2,22V, BIN 1, 2 ; 2,13 V, VM: 5,82V. sui pin dei motori 0V!
        I collegamenti li ho riguardati un sacco di volte e sono giusti!
        l’unica cosa che non sono in grado di stabilire e se lo sketch sia corretto ed adatto alla versione del mio arduino UNO Rev. 3 anche se utilizzo quello da te pubblicato!
        Mi sapresti gentilmente dire se le tensioni sui pin sono corrette!
        é possibile che la motor driver sia danneggiata?

        Per il corso a Milano la data dell’8 giugno è troppo tardi, l’approfondimento devo consegnarlo per la fine di Maggio! Mi avrebbe veramente fatto piacere partecipare, mi piace molto applicarmi anche a cose difficili perchè si rivelano vere e proprie sfide!

        Ti ringrazio ancora per la disponibilità che ormai solo pochi sono disposti a concedere!
        Saluti, Lorenzo

        1. Ciao Lorenzo,
          i valori sul driver potrebbero essere giusti, non li ho mai misurati così accuratamente come hai fatto tu, i pin STBY,AINx,BINx sono pin di input, vuol dire che sei tu a dover dar loro una tensione e non misurarla.

          Dai valori Hw mi dici su AINx e BINx é corretto c’è tu ai motori abbia 0v, ora devi indagare come mai hai così basi i valori su quei pin, il mio sketch ti spiega linea per linea come funziona per cui puoi leggerlo e modificare lo per provare ad inviare anche dei semplici valori HIGH e LOW a quei pin.

          Come ti raccontavo, se sei sotto i 2,5v vul dire LOW e quindi: non muoverti.

          Un ultima anomalia sul VM del driver dovresti avere la stessa tensione presente su Vin di Arduino, quindi a 9v dovresti avere 9v.
          Per il corso, indipendentemente dalla consegna del progetto, che c’è la farai a consegnare, ne sono certo, se davvero ti interessa approfondire questo mondo e creati un possibile futuro lavorativo nella robotica ti consiglio di partecipare, scoprirai tanti concetti nuovi.

          Mauro

    • Lorenzo on 13 maggio 2013 at 18:03
    • Reply

    Grazie Mauro per il sostegno e l’aiuto gentilmente offertomi!! Finalmente ho capito l’errore: non essendo molto abile con la saldatura avevo collegato due pin tra di loro, risultando un corto circuito!
    Adesso mi cimenterò con la sua evoluzione, il tutto è già pronto mancano solo i collegamenti.
    Grazie ancora! Buona fortuna per il tuo corso!
    Buona giornata. Lorenzo

    1. Ottimo Lorenzo.
      Se vorrai approfondire, imparare e sperimentare con arduino sai che puoi trovare sostegno nel Blog.

      Mauro

    • Andrea on 18 giugno 2013 at 10:11
    • Reply

    Ciao Mauro, ho seguito il tutorial ma il robottino mi rimane fermo immobile sono distrutto, ma sono sicuro che un passetto glie lo farò fare 😉
    Ti spiego le cose che secondo me ho sbagliato, il problema secondo me è il driver motore, sono inesperto di saldature dopo un paio di tutorial sul web mi sono lanciato. Dalla tua foto vedo che sono stati saldati tipo dei supporti sul driver e il cavo con l’asticella di metallo inserito dentro questo. io invece ho proprio inserito e saldato l’asticella è corretto? se no posso rimediare in qualche modo o devo prendere un altro driver motore?
    Hai qualche test da farmi eseguire?
    Grazie in anticipo

    1. Ciao Andrea,
      sono certo anche io che ce la faremo.
      Sul driver andrebbero saldati dei pin per permetterti di cambiarli, ma avendo saldato direttamente i fili non cambia nulla, l’importante è che durante la saldatura tu abbia evitato di creare contatti con lo stagno tra due o più pin, in tal caso avresti creato dei cortocircuiti.
      Puoi verificare che il chip presente sul driver sia ancora fermo al suo posto e non abbia subito rotture evidenti ad occhio durante la saldatura.

      Fatti questi test verifica i collegamenti e prova un motore alla volta.

      Mauro

        • Andrea on 18 giugno 2013 at 14:11
        • Reply

        Quindi praticamente stacco il motore dal robottino e faccio questo test:
        attacco un motore alla scheda driver a sua volta collegata ad arduino e provo a vedere se riesco a far girare il motore ?
        ho un altro dubbio ho inserito i pistelli di metallo sui cavi, è possibile che li ho inseriti troppo in profondità e non facciano contatto con arduino?
        Nel kit ho comprato pure un multimentro posso eseguire dei test pure con quello?
        Grazie
        PS: sta eseguo le prove e ti faccio sapere non mollo 😉

        1. Bene Andrea,
          la profondità dei pin non dovrebbe influire sul funzionamento.
          Se ho capito bene tu hai saldato nei fori del driver i fili, giusto e dalla parte opposta hai lasciato dei pin maschio da inserire in Arduino.

          Mauro

            • Andrea on 18 giugno 2013 at 14:37

            ho fatto peggio non ho saldato i fili ho saldato i pistilli di ferro che mi hanno dato in dotazione secondo me ho fatto una cavolata. Dovevo togliere i pistilli di ferro e sfilacciare il filo e infine saldarlo nel driver?

            praticamente ho saldato dei maschi pin mi sa proprio di aver fatto un danno vero?
            Come posso rimediare ? mi indichi come posso effettuare la saldatura del cavo adesso
            Grazie

          1. Ciao Andrea,
            non è peggio e neppure grave, hai saldato i pin maschi dei cavetti al driver? Va benissimo !!!
            L’importante è che siano fatte bene le saldature e non vi siano corto circuiti.

            Da lato opposto del cavo hai dei pin maschi, giusto? Questi servono a collegare il driver ad Arduino ed ai motori.
            Controlla che i pin siano collegati in modo corretto.

            Mauro

    • Andrea on 19 giugno 2013 at 17:32
    • Reply

    Ciao Mauro, si dalla parte opposta ho dei pin maschi adesso , secondo me lo stagno è sbavato e praticamente è come se unisse due buchi creando dei corti.
    Se fosse per questo motivo posso dissaldare tutto scaldando lo stagno e pulire rifacendo la procedura?
    Grazie

    1. Ciao Andrea,
      sicuramente puoi ripulire, tuttavia dopo dovrai provare se quelle sbavature e cortocircuiti non abbiano danneggiato il driver.
      Se ricollegando lo non da segni di vita vuol dire che si é bruciato e devi procurartene un’altro, se non ricordo male robot-domestici offre anche il servizio di saldatura.

      Mauro

        • Andrea on 20 giugno 2013 at 12:12
        • Reply

        Mi sa che è la migliore cosa, cosi per la prima volta vedo come si effettua la saldatura in modo corretto.
        Grazie per la disponibilità Mauro

        1. Ciao Andrea,
          a volte provare da una soddisfazione impareggiabile anche quando bruci una sheda come ho fatto io ieri 🙂
          Non si fa una frittata senza rompre le uova.

          Mauro

            • Andrea on 6 luglio 2013 at 10:48

            Ciao Mauro,
            ahahaha hai ragione bisogna mettersi in gioco, dopo essere arrivata la nuova scheda già saldata ho effettuato tutti i collegamenti. Il roboto non si muove ma la scheda di arduino fa tipo dei bip molto bassi di volume, cosa può essere ?

          1. Ciao Andrea,
            mi fa piacere leggere che un consiglio in cui credo sia stato apprezzato.
            Arduino non possede nessun componente che emetta suoni, potrebbero essere i motori?

            Mauro

    • Andrea on 6 luglio 2013 at 18:51
    • Reply

    siiiii hai ragione sono loro cosa può essere secondo te? secondo me ho sbagliato il collegamento della vm (la freccia rossa indica la connessione con il pin VM ) io l’ho collegato sull arduino dove c’è scritto 5v è corretto?

    1. Ciao Andrea,
      se leggi l’articolo attentamente leggerai che VM del driver va collegato a Vin arduino o direttamente all’alimentazione.

      Mauro

    • Massimo on 11 luglio 2013 at 12:29
    • Reply

    Buongiorno, ho intenzione di dedicarmi a due progetti, ad essi intendo giungerci compartimentando le esigenze di ognuno di essi per poi procedere ad una sorta di mix.:
    il primo che attualmente non prenderò in considerazione è quello che mi ha fatto conoscere l’esistenza di arduino: la voglia di costruirmi una stampante 3d.
    il secondo è quello di un progetto piuttosto pretenzioso che mi ronza per la mente e per pianificarlo necessito di un bel po’ di studio: vorrei realizzare un quadricottero con webcam alimentato con pannello solare in grado di descrivere un percorso disegnato con un pc e comunque nel rispetto di eventuali ostacoli.

    Dato che la mia conoscenza in elettronica è ben poca cosa, vorrei indirizzare lo studio alle parti che mi possano servire, della serie questo robot-beginner mi sarà sicuramente utile ecc.ecc.
    Ecco che quindi chiedo una sorta di lista della spesa “intellettuale” per l’apprendimento ed una lista della spesa “fisica” (shield, sensori, quante e quali arduino servono?, quanti e quali motori mi servono?)

    Tanto per spiegare, provo ad esprimere qualche dubbio: se sommo più progetti es. i 4 motori del quadricottero potrei auspicare in qualche progetto già esistente, ma se poi ci sommo altri progetti (come la webcam piuttosto che il fv) sono sufficienti i pin a disposizione? Come ci si comporta qualora non bastino? Si risolve con delle shield o occorrono come in premessa più arduino? E l’alimentazione?

    Forse ho messo troppa carne al fuoco e sarà un flop, ma non me ne rammaricherei in quanto preferisco individuare i dubbi prima che mi si mostrino piuttosto che dopo. Mi mancano infatti ancora alcune logiche che forse emergono dalla formulazione di alcuni miei quesiti.

    Un ringraziamento anticipato per l’eventuale risposta

    1. Ciao Massimo,
      i tuoi progetti sono molto interessanti, ambiziosi e interessanti.
      E’ normale che tu abbia le idee confuse, anche mentre scrivi, e la parola migliore del to commento è senza dubbio “studio” che ti servirà per capire meglio le problematiche che dovrai affrontare.
      Ti consiglio di utilizzare internet per apprendere tali conoscenze, il mio blog è un punto di partenza ma il web è pieno di progetti, materiale e idee messe a disposizione per chi, come te, ha voglia di imparare.

      Inizia da un progetto semplice, il Beginner Kit è un buon inizio, e ti aiuta a comprendere le possibilità ed i limiti, poi passa a qualche sua evoluzione con sensori simili a quelli che metteresti su un quadricottero: giroscopio, accelerometro, gps, ecc… passano anche al solare.

      Quando questi sensori non saranno più un problema e li conoscerai così bene da saper scrivere o modificare sketch in piena padronanza potrai seguire i progetti che ti sei prefissato come desiderio.

      Avrai acquisito tanta esperienza e conoscenza che saranno più semplici da realizzare.

      Mauro

    • raffaele on 7 febbraio 2014 at 17:43
    • Reply

    Ciao! Sono 2 giorninche stoncercando di far funzionare il mio 4wd autonomo con sensore HC-SR04. Ho provato diversi schemi e sketch ma niente. O non va o va a sbattere. Utilizzo arduino mega 2560, motor shield per 4 motori e sensore hc-sr04. Puoi darmi una mano con i collegamenti e magari uno sketch gia pronto perche ancora non so scriverlo?? Grazie!

    1. Ciao Raffaele,
      posso darti una mano a capire l’errore e consigliarti cosa verificare, lo sketch del 4WD non l’ho scritto io ma un appassionato arduino e ti invito a leggere il suo articolo per capire cosa sbagli.

      Qualche test che puoi eseguire:

      – verifica di riuscire a leggere i valori del sensore
      – verifica che le soglie siano impostate in modo corretto
      – valuta di procedere a velocità inferiori per rallentare in tempo prima di sbattere

      Mauro

    • Max on 8 febbraio 2014 at 12:43
    • Reply

    Ciao, ho acquistato un kit beginner con Arduino uno, installato, dopo il montaggio del case e i collegamenti elettrici, lo sketch da te proposto per la verifica del sensore (sharp 2D120X F32) riscontrando che senza nessun ostacolo i valori rilevati sono circa 160 mentre i valori con la mano posta in prossimità indica 600. Ho provato ad avviare il robot è non mostrava sufficiente potenza con le batterie (6 Volt) fornite, ho alimentato con 9 Volt i motori è a preso ad andare girando su se stesso, pensando che era il montaggio del motore errato, nel girarlo ha preso ad andare correttamente. Il problema rimane il sensore che sembra non funzionare (secondo te potrebbe essere guasto?), oppure ho sbagliato io.
    ti ringrazio tanto per la collaborazione.
    Massimo

    1. Ciao Max,
      prova a verificare i collegamenti del sensore ad arduino senza collegare null’altro e verifica i valori che rilevi.
      Da quello che mi scrivi il sensore rileva correttamente l’ostacolo ( mano ) dando dei valori di 600.

      Probabilmente dovrai adattare i valori dello sketch che rilevano la distanza al funzionamento del tuo sensore.

      Mauro

    • Cristian on 25 febbraio 2014 at 19:33
    • Reply

    Ciao mauro, mi è arrivato oggi il kit, scusa ma non ho capito questo passaggio:

    la freccia rossa indica la connessione con il pin VM a cui devi collegare il positivo di alimentazione dei motori, secondo il datasheet puoi collegare dai 5 ai 15v, il Beginner Robot Kit ha un pacco batterie da 6v;

    Nel lato motori, puoi farmi capire meglio?

    Non ho capito cosa intendi per positivo di alimentazione dei motori..

    1. Ciao Cristian, se osservi la figura dovresti intravedere che il polo VM del driver motori é collegato al pin Vin di arduino.

    • Cristian on 26 febbraio 2014 at 17:10
    • Reply

    Ciao! sono arrivato al passaggio di vedere la distanza con il sensore, metto lo sketch , apro il monitor seriale ma senza mettere nulla davanti al sensore spuntano numeri dai 300 fino a 330 circa e ricomincia.. cosa posso aver sbagliato?

    1. Ciao Cristian, prova solo il sensore con uno sketch di test per verificare di averlo collegato correttamente.

    • Cristian on 26 febbraio 2014 at 19:08
    • Reply

    Scusa ho risolto, avevo collegato il cavo giallo del sensore al pin sbagliato.

    1. Ciao Cristian, vedi commento sopra.

    • Cristian on 26 febbraio 2014 at 19:22
    • Reply

    Scusa per l’ennesimo messaggio, ma sto per impazzire xD

    Il problema è che adesso mettendo il tuo sketch il robot gira su se stesso all’infinito, in più ho notato che uno dei due motori è più veloce dell’altro, forse perchè ruota su se stesso o non lo so..

    quale può essere il problema?

    1. Ciao Cristian,
      quando realizzi qualcosa con arduino ti serve pasienza e ragionamento, non puoi impazzire subito per qualche anomalia, come hai già dimostrato a te stesso, se ti impegni un attimo il problema lo risolvi da solo.

      Per questo specifico problema potresti fare dei test e capire se entrambe le ruote girano o se una sola gira e l’altra resta ferma.

      Poi verifica che il sensore stia rilevando correttamente gli ostacoli, in questa condizione potresti solo aver invertito i fili di un motore e ti basta girarli per far funzionare il robot.

        • Cristian on 27 febbraio 2014 at 15:14
        • Reply

        Ciao scusa per i troppi messaggi,
        ascolta dopo aver fatto delle prove, ho notato che il sensore rileva tutto normalmente, i motori li avevo testati prima di montarli e funzionavano tutti e 2,

        Adesso il sinistro funziona normalmente, invece il destro cerca sempre di far girare “la macchina” su se stessa e fa un rumorino..

        I fili dovrebbero essere attaccati bene, altrimenti non girerebbe o sbaglio? (+ e -)

        1. Ciao Cristian, se tutti i singoli componenti funzionano é l’unione che crea problemi.
          Prova ad alimentare arduino con una pila da 9v e controlla che i motori, a robot sollevato, girino in modo corretto sia a sensore libero sia coprendo il sensore per simulare un ostacolo.

            • Cristian on 1 marzo 2014 at 20:12

            Ciao Mauro, ho fatto delle prove però non con la batteria da 9v perchè non ho l’adattatore per attaccarla ad arduino!

            allora, provandola sollevata sembra che funzioni perfettamente, invece mettendola sul pavimento dopo un pò prova sempre a girare su se stessa, non so cosa può essere, sollevata funziona perfettamente ho provato come mi hai detto tu.

            Poi c’è sempre il problema del motore destro che gira meno veloce, ma testandolo da solo va come l’altro.

          1. Ciao Cristian,
            così come lo descrivi sembra un problema di alimentazione insufficiente 🙂
            Prova a dargli l’alimentazione a 9v.

            Mauro

    • Cristian on 1 aprile 2014 at 18:33
    • Reply

    Ciao Mauro, ho provato a collegare la batteria da 9v ma non funge nulla,
    Praticamente il led ON di arduino è acceso, e poi c’è il led arancione (L) che lampeggia..
    Cosa può essere?

    1. Ciao Cristian, sembra che sia acceso arduino ed abbia caricato lo sketch di default: il blink

        • Cristian on 2 aprile 2014 at 18:52
        • Reply

        Ah quindi si è cancellato lo sketch? strano, io non l’ho cancellato.

        1. Ciao Cristian da come descrivi il comportamento sembra sia accaduto questo, io francamente é un comportamento che non ho mai visto.

            • Cristian on 7 aprile 2014 at 15:44

            Ho provato a ricaricare lo sketch ma nulla, con i 6v funge e con i 9v fa sto capriccio..

            cosa posso fare?

          1. A questo punto mi sorge il dubbio che tu abbia sbagliato qualche collegamento tra il driver motori e l’arduino, prova ricontrollarli tutti.

    • Cristian on 8 aprile 2014 at 17:27
    • Reply

    già controllato, ma poi non è un problema di collegamento perchè con 6v funziona, solo che non gli bastano e sul pavimento non ce la fa più di tanto, con 9v non fa nulla, si accende solo arduino e lampeggia il led “L”

    1. Ciao Cristian,
      questo comportamento è stranissimo.
      I 9v li colleghi sempre dal connettore anteriore, quello cilindrico?

    • Cristian on 9 aprile 2014 at 18:38
    • Reply

    Lo collego a questo: http://compudocs.com/uploads/images/DC_Jack.jpg

    (per essere più chiari)

    1. É corretto Cristian, prova a caricare uno sketch diverso ad esempio il fade, disponibile tra gli esempi dell’IDE, alimenta con i 9v arduino ed osserva che il comportamento sia il medesimo tra l’alimentazione via USB e via batteria 9v.

      Prova ad alimentare il tutto con un alimentatore a 12v per verificare che anche con questa alimentazione sia tutto invariato.

      Se tutto funziona e solo quando carichi lo sketch del robot non funziona dobbiamo provare altre ipotesi.
      Se le anomalie si verificano anche con sketch semplici come il fade potrebbe essere danneggiato il circuito di alimentazione della tua arduino.

        • Cristian on 22 aprile 2014 at 13:45
        • Reply

        Con altri sketch funziona.. non so proprio cosa sia, può essere la batteria?

        Devo comprarlo un alimentatore a 12v, per il momento non ce l’ho!

        1. Ciao Cristian,
          cosa intendi con altri sketch funziona?
          Stai applicando delle modifiche allo sketch che possano essere collegate ai malfunzionamenti ?

            • Cristian on 22 aprile 2014 at 18:55

            Non su altri sketch per il robot, ma su altri sketch in generale non da problemi, con questo (per il robot) si..

          1. Ciao Cristian,
            verifica con degli sketch che controllano i singoli motori che entambi funzionino e che non ci siano errori nei collegamenti tra driver e arduino o driver e motori.

    • Marco on 27 maggio 2014 at 19:08
    • Reply

    Ciao scusa la domanda che può sembrare banale, ma nel datasheet di arduino uno c’è scritto:

    Input Voltage (recommended) 7-12V
    Input Voltage (limits) 6-20V

    In questo progetto arduino viene alimentato a 6V. Questo non può generare dei problemi visto che rientra nell’alimentazione minima che il regolatore di tensione è in grado di gestire?

    1. Ciao Marco,
      corretta osservazione, l’alimentazione infatti è al limite inferiore per un corretto funzionamento.
      Ho fatto un upgrade del kit da robot-domestici.it chiedendo di includere un portapile da 6 al posto di quello da 4, alimentando arduino a 9v

    • Damiano on 13 ottobre 2014 at 20:48
    • Reply

    Quando dici nella speigazione dei con arduino,”la freccia rossa indica la connessione con il pin VM a cui devi collegare il positivo di alimentazione dei motori, secondo il datasheet puoi collegare dai 5 ai 15v, il Beginner Robot Kit ha un pacco batterie da 6v;”, qual pin interdevi su arduino.

    1. Ciao Damiano, i miei kit del robot sono venduti con un pacco batterie da 6 pile tipo AA per un totale di 9v. Questa tensione devi applicarla al VM del driver motori. Con 6v ho notato che se le pile non sono super cariche si verificano anomalie di funzionamento nel robot.

        • Damiano on 15 ottobre 2014 at 00:26
        • Reply

        Il pin VM a quale pin di arduino va collegato?

        1. Ciao Damiano, mi sembra di averti già risposto, inoltre é scritto negli articoli del blog. Il pin VM del driver va ai +6 o 9v delle pile. In alternativa al Vin di arduino. Prima di scrivere un commento e ripeterlo senza logica prova a leggere bene le descrizioni degli articoli e le mie risposte.

            • Damiano on 15 ottobre 2014 at 22:00

            Il mio robot beginner dopovavere colegato tutto come descritto nella guida non funziona e controllando il monitor seriale il sensore, non dava nessuno valore, mentre con lo sketc delle valore della sensibilità funzionava. Quale potrebbe essere il promblema.

          1. Ciao Damiano,
            verifica nuovamente il sensore da solo; potrebbe essersi danneggiato a causa di un errato collegamento.
            Se tutto funziona potrebbe solo essere un problema di alimentazione.

    • marco on 24 agosto 2015 at 21:37
    • Reply

    ciao

    vole vo chiedere una cosa io ho montato il kit del robot ma quando vado a colegarci l’alimentazione del sensore
    i motori cinziano a decellerare e andare a scatti

    1. Ciao Marco,
      hai letto la mia risposta al tuo commento simile su un altro articolo?
      Potrebbe essere dovuto all’alimentazione insufficiente, hai usato pile AA da 1,5v ? Quante?

        • marco on 25 agosto 2015 at 17:07
        • Reply

        grazie della gentile risposta ho usato pile AA da 1,5 n° 4 con il porta batterie fornito nel kit

        1. Ciao Marco,
          ho scritto nel precedente commento che le pile devono essere 6, il mio kit prevede il porta pile da 6 elementi.
          I ragazzi del sito http://www.robotics-3d.com, da cui lo avrai acquistato, sanno della modifica da eseguire.

            • marco on 25 agosto 2015 at 22:04

            grazie nuovamente della gentile risposta

            ok ma io ho provato anche con una batteria da 9v con scarso risutato

          1. Ciao Marco,
            hai ricontrollato tutti i collegamenti ?
            Potrebbe esservi qualche collegamento errato o un componente difettoso.

            • marco on 30 agosto 2015 at 09:58

            grazie della gentile risposta

            si i collegamenti li ho controllati ora ho ordinato il sensore e il controllo motori non so se dono quelli che fanno capricci la schda arduino non crdo sia danneggiata

          2. Ciao Marco,
            hai riordinato il sensore ed il controllo motori ?
            Dimmi come vanno quando li avrai provati.

    • marco on 1 settembre 2015 at 18:09
    • Reply

    grazie della gentile risposta

    si ho colegato i nuovo componenti ora sorge un altro problema i motori vanno ma quando inserisco il sensore cominciano ad andare a scati e avolte uno al contrario del’ altro

    PS

    ho sostituito il porta batterie cone da te suggerito con quello da 6

    1. Ciao Marco,
      questo tipo di comportamento potrebbe essere dovuto al codice ed ai valori che hai impostato e/o rilevi sul sensore.
      Se segui i miei articoli ci sono alcuni dedicati alla lettura del sensore via monitor seriale con cui puoi fare dei test del solo sensore e verificare i valori restituiti.
      In generale con il monitor seriale puoi comprendere tante cose se sai come usarlo, trovi tutto nel blog.

        • marco on 4 settembre 2015 at 19:19
        • Reply

        grazie della gentile risposta volevo dire una cosa ho provato il sensosore con sketc di questo articolo e sembra che il sensore vada ho notato che il numero delaa distanza aumenta quando avvicino al sensore la mano e diminuisce quando allontano la mano

        1. Bene Marco,
          verifica con il monitor seriale cosa viene imposto ai motori quando il sensore è collegato al robot.

            • marco on 19 settembre 2015 at 18:22

            nono da niente sia con sensore che senza

          1. Ciao Marco,
            ovviamente devi modificare il codice in modo che arduino invii i dati al monitor seriale durante il suo funzionamento.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.