Raspberry Pi 3 case

Raspberry Pi 3 case è uno dei progetti che ho trovato sul web condiviso sul sito www.thingiverse.com che ti permette di realizzare un contenitore per la tua nuova scheda.

Raspberry Pi 3 case

Hai letto nel precedente articolo dedicato alla Raspberry Pi 3 che il “form factor” ossia la posizione dei connettori:

  • HDMI
  • USB
  • Ethernet
  • SD Card
  • Alimentazione Micro-USB
  • Audio
  • GPIO

è identica alla versione Raspberry Pi 2 per cui è relativamente semplice trovare un Raspberry Pi 3 case già disponibile in commercio.

Se sei un Maker e possiedi una stampante 3D puoi decidere di realizzarti il tuo case personalizzato per avere un oggetto esclusivo e con caratteristiche che normalmente non trovi nei prodotti in commercio.

E’ il caso di questo Raspberry Pi 3 case che l’autore ha realizzato con lo scopo di ottenere un case che avesse:

  • la possibilità di essere montato su standard VESA 75mm
  • la possibilità di essere montato su standard VESA 100mm
  • la possibilità di essere montato su guide 8020 con viti M5
  • la possibilità di montare una ventola da 25mm
  • la possibilità di montare una ventola da 30mm

praticamente un case unico ed adatto alle esigenze che probabilmente doveva coprire nel proprio progetto.

Modifiche al progetto originale Raspberry Pi 3 case

Come sai non mi piace solo prendere un progetto ed utilizzarlo ma contribuire alla sua evoluzione e successiva condivisione in pieno spirito open.

Ho quindi pubblicato, con la medesima licenza con cui lo aveva condiviso l’autore Attribution – Non Commercial – Share Alike sia nel rispetto della licenza originale sia perché è una licenza che ti lascia libero di riutilizzare, modificare e condividere ancora il progetto riconoscendo all’autore la proprietà.

Attribution - non commercial - Share Alike

Trovi i files da me modificati qui da cui puoi scaricarli e modificarli per ottenere la tua versione del Raspberry Pi 3 case.

Le modifiche che ho apportato io all’oggetto sono semplici:

Fori per il montaggio di una ventola da 40mm

poiché non possiedo ventole da 25mm o 30mm ma solo ventole da 40mm acquistate per la mia stampante 3D ho deciso di modificare il progetto che prevedeva il montaggio della ventola da 30mm sostituendo ai fori originali quelli più distanti:

Raspberry Pi 3 40mm fan mounts holes

chiaramente anche il foro centrale da cui l’aria della ventola fruisce nel case è di diametro superiore.

Fori aggiuntivi per futuri accessori

Le modifiche hanno anche riguardato un altro punto del case superiore:

Raspberry Pi 3 mounts holes

ho aggiunto 3 fori, M3 da filettare, a distanza di 15mm l’uno dall’altro partendo dal centro del case in cui in futuro potresti voler collegare qualche accessorio per il case.

Nota che i fori, sia per la ventola sia quelli aggiuntivi, li ho messi dalla parte opposta al montaggio VESA in modo che se monterai il Raspberry Pi 3 case al tuo monitor vesa o altro supporto compatibile, i fori li ritroverai sul lato opposto.

Cortesemente, prima di inserire i commenti leggi il regolamento

Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/raspberry-pi-3-case.html

9 comments

Skip to comment form

    • mrshark on 15 aprile 2016 at 12:43
    • Reply

    ciao, un appunto: alcuni case, e molte info in rete, prevedono un buco nel case per poter far uscire le alettature di un eventuale dissipatore passivo posto sul chip che si trova SOTTO la board… infatti alcuni dicono che non abbia senso mettere un dissipatore sulla ram, che sta sopra, ma che il chip che sta sotto riscalda molto di più… che ne pensi? eventuale modifica per questa possibilità?

    1. Ciao Antonio,
      concordo con quanto hai letto in rete e con la poca utilità che possa avere mettere un dissipatore sulla RAM.
      Tuttavia io ho rifatto solo il lato superiore del case per non perdere la caratteristica VESA della parte inferiore, ho intenzione di mettere una ventola da 40mm che faccia circolare l’aria in tutto il case per raffreddare il microprocessore.
      Quando avrò eseguito qualche test scriverò un articolo.

        • mrshark on 15 aprile 2016 at 18:42
        • Reply

        grazie 🙂

        • mrshark on 15 aprile 2016 at 18:49
        • Reply

        comunque guardando la parte di sotto del progetto originale, si nota che il raspberry è rialzato tramite 4 punti cui avvitarlo, ed in più c’è lo spessore della plastica in sé sotto… forse forse si riesce a farci stare anche il dissipatore… che software hai utilizzato per fare le modifiche? Così mi ci impratichisco (oggi ho fatto la mia prima stampa seria… oddio, uno squaletto mordacchioso 😀 http://www.thingiverse.com/thing:910216 ), e provo con calibro e software a vedere se ci sta 🙂

        1. Ciao Antonio,
          le modifiche le faccio con OpenSCAD con cui mi trovo davvero bene ed è ben documentato sul sito, ho anche scritto un articolo.
          Bello lo squalo.

            • mrshark on 18 aprile 2016 at 21:20

            ottimo, cerco l’articolo e mi documento 🙂

        • mrshark on 15 aprile 2016 at 18:54
        • Reply

        ops, scusa la marea di commenti… dimenticavo… nel raspy3 lo slot microsd non è più di tipo push and release come nel 2, ma devi tirarla… ci si riesce agevolmente senza dover riaprire il case?

        1. Ciao Antonio,
          proverò appena riesco e ti dico.

            • mrshark on 18 aprile 2016 at 21:20

            grazie

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.