Raffreddamento Dolly Photo di Pierfrancesco

Qualche mese fa Pierfrancesco, appassionato makers e fotografo, mi ha commissionato la realizzazione del suo Dolly Photo dopo aver acquistato i componenti.

Dolly Photo finito

Ricevuto la parte elettronica montata e configurata non si è fermato ed ha realizzato il Raffreddamento Dolly Photo ossia una aletta di raffreddamento sovrapposta alla motor shield arduino con la capacità di etendere le ore di funzionamento del suo slider di parecchie ore senza subire l’influenza della elevata temperatura del driver motori.

Pierfrancesco ha uno spirito aperto ed una mente orientata alla condivisione e mi ha inviato le foto dello splendido lavoro che ha eseguito sul Raffreddamento Dolly Photo.

Aletta di Raffreddamento Dolly Photo

Il primo passo affrontato da Pierfrancesco è stato quello di trovare e posizionare la sua aletta di raffreddamento Dolly Photo e per farlo ha scelto di utilizzare del silicone termoconduttivo del tipo utilizzato per far aderire la cpu del computer all’aletta di raffreddamento:

Aletta raffreddamento Dolly Photo silicone

Ha quindi presisposto dei distanziali sia per montare l’aletta di raffreddamento Dolly Photo alla corretta distanza dalla motor shield:

Dolly Photo aletta di raffreddamento posizionata

ed ecco una vista dall’alto:

Dolly Photo aletta di raffreddamento montata

Per mantenere il display LCD della Keypad solidamente appoggiato al resto del circuito ha utilizzato degli altri distanziali in plastica appositamente realizzati:

Dolly Photo distanziali LCD

Il controllo dello scatto

un Dolly Photo o uno slider non sono completi se non puoi controlare anche la macchina fotografica durante il time-lapse per cui Pierfrancesco ha costruito su una basetta millefori il controllo per la sua Nikon con un optoisolatore come descritto anche in questo articolo:

Dolly Photo optoisolatore scatto

Montaggio del Dolly Photo

Infine ha assemblato tutto il Dolly Photo in una scatola stagna di quelle ad uso elettrico da cui fuoriesce il display, i pulsanti per le impostazioni ed i connettori per la batteria oltre a quelli necessari a controllare il motore stepper e la macchina fotografica:

Dolly Photo montato

Grazie Pierfrancesco per la tua condivisione !!!

Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/raffreddamento-dolly-photo-di-pierfrancesco.html

8 comments

Skip to comment form

    • vincenzo on 19 agosto 2013 at 09:56
    • Reply

    Complimenti, articolo molto interessante

    1. Grazie Vincenzo, in questo periodo poi il raffreddamento è utile 🙂

    • Cristian on 30 marzo 2014 at 15:42
    • Reply

    Ciao, scusa il disturbo ma ho visto come hai inserito Arduino e il Keypad in quella scatoletta di derivazione e mi si è subito accesa la lampadina per la mia tesina. Utilizzo un Arduino Mega, un Keypad LCD e vari led per la segnalazione. Gentilmente riusciresti a mandarmi qualche foto piu dettagliata o spiegarmi come hai fissato il tutto al coperchio e come hai gestito l’alimentazione. Grazie

    1. Ciao Cristian,
      il progetto non è mio m come hai letto di Pierfrancesco che probabilmente potrà inviarti qualche foto in più se la possiede.
      Ad occhio, ma potrei sbagliare, penso che il display non sia fissato al coperchio ma tutto il circuito sia stato sollevato per fare in modo che il diplay possa uscire dal coperchio della scatola di derivazione.

    • Cristian on 2 aprile 2014 at 15:47
    • Reply

    Se riuscissi a farmele avere te ne sarei molto grato perché come idea non è male, l e-mail dove mandare le foto dovresti vederla. Grazie in anticipo

    • Paolo on 31 marzo 2015 at 15:34
    • Reply

    Salve, Mi sarebbe davvero molto utile che quando arduino fa scattare la fotocamera emettesse anche un suono attraverso un altoparlante. Potresti aiutarmi nella modifica?

    • Paolo on 13 aprile 2015 at 21:51
    • Reply

    Altra domanda ho visto la guida per realizzare il fotoaccoppiatore, se non ho capito male lo scatto remoto è sul pin 2 di arduino giusto?

    1. Ciao Paolo,
      non so a quale progetto ti riferisca, in questo lo sketch non è presente in quanto parla di altro “raffreddamento”.
      Ti chiedo la cortesia di inserire i commenti negli articoli che leggi per poterti aiutare meglio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.