Keypad LCD version 1.0 vs 1.1

Probabilmente già conosci la KeyPad LCD versione 1.0 da alcuni articoli che ho scritto sia di presentazione della shield sia per il progetto Dolly:

keypad lcd versione 1.0 vs 1.1

Nei commenti di quegli articoli probabilmente hai letto che alcuni appassionati segnalano difficoltà ad utilizzare lo sketch rilasciato in modo corretto.

All’inizio non comprendevo il motivo fino a quando un appassionato mi ha inviato una foto della sua KeyPad LCD ed ho notato alcune differenze rispetto alla mia.

Le due KeyPad LCD sono apparentemente uguali anche se la versione è differente ed anche alcune altre piccole cose differiscono:

  • il modello dei pulsanti
  • la disposizione dei contatti del connettore A1-A5
  • i valori di resistenza letti da arduino quando premi i pulsanti

Queste differenze comportano il malfunzionamento che alcuni appassionati segnalano, ho aggiunto come nota in uno dei due articoli di controllare il terzo punto prima di caricare lo sketch del Dolly Photo sulla Keypad LCD versione 1.0 o versione 1.1, tuttavia in questo articolo trovi le risposte che cerchi sulle verifiche da effettuare.

Il modello dei pulsanti della keypad LCD versione 1.0 e 1.1

La prima delle differenze che avrai notato tra le due versioni è che la keypad lcd versione 1.0 presenta tutti i 6 pulsanti delle medesime dimensioni, mentre la versione 1.1 ha il tasto reset di colore differente e altezza inferiore:

keypad lcd versione 1.0 pulsanti

questa scelta evolutiva ti permette di alloggiare la shield in un contenitore plastico in cui fuoriescono solo i pulsanti di controllo ed il reset nascosto, magari dietro ad un foro in modo che non possa essere premuto  involontariamente.

Una buona trovata a mio avviso !!!

La disposizione dei contatti della keypad LCD

Altra caratteristica interessante della keypad lcd versione 1.0 e versione 1.1 è la presenza di una fila di contatti in prossimità degli ingressi analogici Arduino in cui per ciascun pin A1-A5 trovi i contatti Gnd e +5v abbinati, è un’ottimo connettore se vuoi collegare ad esempio sensori a 3 fili ( potenziometri, sensori ottici, pulsanti, ecc… )

keypad lcd versione 1.0 vs 1.1

Tra le due verioni della keypad lcd differisce la disposizione dei pin +5v e Gnd.

Come vedi in figura la versione 1.0 ( sinistra ) presenta il terminale Gnd centrale ed il positivo in alto, mentre la vesione 1.1 ( destra ) presenta il polo +5v al centro ed il Gnd in alto.

Il pin di segnale ( bleu ) è sempre nella medesima posizione.

I valori di resistenza letti da arduino

tra le differenze principali delle due versioni quella che ha maggior impatto sul tuo progetto o sul Dolly Photo è il cambio dei valori letti da arduino alla pessione di ciascun pulsante.

Come sai i valori di resistenza associati a ciascun pulsante sono variano sulla medesima shield ma variano tra le shield per cui se lato arduino ti aspetti che la pressione del pulsante SELECT ti restituisca valore 816 ( versione 1.0 ) il tuo sketch non funzionerà se la keypad lcd è la versione 1.1 in quanto il valore restituito dal pulsante SELECT è 506.

Per comprendere i valori prima di inserirli nel to progetto ho utilizzato lo sketch fornito con l’IDE arduino “AnalogReadSerial” che scrive sul monitor seriale il valore letto sul pin A0 a cui sono collegati tutti i pulsanti della keypad lcd versione 1.0

Lo sketch di test dei valori

ecco lo sketch di esempio

/*
  AnalogReadSerial
  Reads an analog input on pin 0, prints the result to the serial monitor.
  Attach the center pin of a potentiometer to pin A0, and the outside pins to +5V and ground.

 This example code is in the public domain.
 */

// the setup routine runs once when you press reset:
void setup() {
  // initialize serial communication at 9600 bits per second:
  Serial.begin(9600);
}

// the loop routine runs over and over again forever:
void loop() {
  // read the input on analog pin 0:
  int sensorValue = analogRead(A0);
  // print out the value you read:
  Serial.println(sensorValue);
  delay(100);        // delay in between reads for stability
}

l’esempio non fa altro che stabilire un canale di comunicazione seriale alla linea 12 e scriverci su il risultato del valore letto alla linea 18 sul pin A0 con il comando analogRaed(A0)

Il risultato che otterrai se utilizzi la keypad lcd versione 1.0 o la versione 1.1 sarà simile al seguente:

Buon divertimento !!!

Cortesemente, prima di inserire i commenti leggi il regolamento

Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/keypad-lcd-versione-1-0-vs-1-1.html

25 comments

1 ping

Skip to comment form

    • francesco on 11 giugno 2013 at 16:53
    • Reply

    Ciao Mauro, ho letto questo articolo, ma vorrei sapere come devo caricare lo sketch per farlo funzionare con tutti i comandi dei tasti (la mia versione è la 1.1) vorrei caricare il mio arduino con lo sketch del dolly foto.
    ti sarei grato se mi potresti indicare se c’è qualche sketch gia programmato oppure deve essere cambiato lo sketch che hai gia pubblicato, tieni presente che in materia sono un IGNORANTE.
    Ti ringrazio anticipatamente aspetto una tua risposta.
    Francesco

    1. Ciao Francesco,
      puoi adattare lo sketch usando quello di questo articolo per trovare i valori letti dal tuo Keypad LCD.
      Arduino é un prodotto nato per sperimentare e speso non esiste qualcosa di già pronto ma puoi modificarlo.

      Nei miei articoli trovi sempre descritto passo passo cosa fa lo sketch e seguendoli non dovresti aver difficoltà ad eseguire le modifiche.

      Mauro

    • francesco on 12 giugno 2013 at 17:59
    • Reply

    Carisimo mauro, forse non mi sono spiegato, ma io non capisco assolutamente niente di quello che devo andare a modificare, perciò ti avevo chiesto gentilmente se mi potevi aiutare, ti sarei infinitamente grato se mi potresti compilare uno Sketch adeguato per usare un dolly sia per time-lapse che come carrello video.
    Ti prego non mi mandare a quel paese.
    Aspetto una tua risposta.
    Grazie Francesco

    1. Ciao Francesco,
      non ti mando da nessuna parte 🙂
      Quello che chiedi l’ho fatto anche per altri utenti su commissione come hai letto nell’articolo del Dolly per Matteo.

      Mandami una email all’indirizzo info del blog con le caratteristiche che desideri e il materiale che possiedi ed io ti inviò un preventivo.

      Mauro

    • francesco on 18 giugno 2013 at 16:55
    • Reply

    Ciao Mauro la mia richiesta è quella di far muovere la mia testata con la macchina fotografica nelle due direzioni con velocità variabile, e poi usarla come Time-Lapse.
    Il materiale che ho e il seguente:
    1) Arduino UNO Rev3
    2) Motor shield R3
    3) Keypad LCD vers. 1.1
    Ti sarei grato se mi potresti inviare un preventivo.

    Ti ringrazio e aspetto una tua risposta,
    Ciao Francesco

    1. Ciao Francesco,
      ti ho inviato una email con la richiesta d maggiori info sul tuo progetto per poter eseguire una stima attendibile dell’impegno necesario.

      Ho eliminato il tuo indirizzo email dal commento per evitarti spam da parte di siti malevoli.
      Quando scrivi un commento l’indirizzo email che inserisci nel campo apposito mi arriva correttamente, è superfluo e pericoloso per te metterlo in chiaro nel commento stesso.

      Mauro

    • francesco on 25 giugno 2013 at 17:55
    • Reply

    Ciao Mauro,
    In effetti ho creato uno slide motorizzato avente:
    1) una guida di 1,75 mt. su cui scorre un carrello con testata per macchina fotografica ;
    2) Il carrello è aggangiato alle due estremità da una cinghia dentata ;
    3) Il tutto viene mosso da un motore Nema-23, il quale ha n°6 fili (due dei quali non utilizzati come consigliato dalla casa produttrice) di cui ho gia selezionato le fasi, come dal tuo tutor.
    Ora vorrei che il carrello potesse muoversi nelle direzioni (destra e sinistra) dello slide e la sua escursione deve essere con velocità variabile, inoltre vorrei mettere dei fine corsa.
    Vorrei anche utilizzare questo dolly come Time-Laps.
    Il materiale che ho acquistato è il seguente:

    1) Arduino Uno
    2) Motor shield R3
    3) Keypad LCD vers. 1.1

    Aspetto una tua risposta
    Grazie
    Francesco

    • luigi on 10 settembre 2013 at 07:51
    • Reply

    Ciao Mauro, da qualche giorno seguo i tuoi tutorial e volevo innanzi tutto farti i miei complimenti per
    Il gran lavoro che svolgi e metti a disposizione di tutti.
    Ho acquistato sul sito “Robot domestici” il kit dolly photo, composto da Arduino1, Arduino MOTOR SHIELD REV3, Keypad LCD 1.1 e Stepper Motor – 68 oz.in (400 steps/rev).
    Purtroppo sto riscontrando lo stesso problema che hanno in molti con i pulsanti del Keypad.
    Ieri sera ho eseguito il test dei valori e il risultato è un “34” costante premendo qualsiasi tasto.
    Il test l’ho eseguito tenendo le tre schede montate (arduino+motor shield+Keypad).
    Ho ripetuto lo stesso test montando il keypad direttamente sopra arduino, escludendo quindi la motor shield e il test ha funzionato correttamente restituendomi i valori corretti da utilizzare ma rimontando le tre schede insieme e inserendo i valori restituiti dal test nello sketch Dolly photo, i tasti continuano a non funzionare.
    Cosa devo fare, le tre schede prese singolarmente funzionano correttamente( testate con i tuoi sketch) ma non ne vogliono sapere di funzionare tutte e tre insieme…. Butto tutto dalla finestra?
    Grazie luigi.

    1. Ciao Luigi,
      il tuo problema é causato da una pista collegata in prossimità del pin A0, ne troverai 2 in corrispondenza di A0 ed A1 e sono relativi al controllo corrente della Motor Shield, séparé i contatti e vedrai c’è la Keypad torna a funzionare in modo egregio.

      Un ultimo consiglio, la ver 1.1 differisce per alcuni valori dalla ver 1.0 della Keypad, trovi un articolo in cui ti mostrò le differenze e cosa modificare sul dolly.

      Mauro

        • luigi on 12 settembre 2013 at 09:00
        • Reply

        Grazie Mauro,
        ho separato i contatti e come per magia ora funziona tutto.
        Potresti gentilmente indicarmi che tipo di batterie utilizzare per alimentare il tutto, fino ad ora per i miei test casalinghi ho utilizzato due alimentatori da 12v , ma sul campo, come faccio a garantirmi almeno 4 ore di autonomia?

        Grazie ancora Luigi.

        1. Ciao Luigi,
          puoi misurare l’asorbimento del tuo dolly quando in funzione con un tester e poi calcolare il consumo orario, ti consiglio di mantenenti un 20% in più di carica per non rimanere a secco prima della fine dei tuoi lavori.
          Ti suggerisco di calcolarlo tu perché l’assorbimento può variare in funzione della meccanica che usi e dei pesi che il dolly trasporta.

          Mauro

        • luigi on 12 settembre 2013 at 09:10
        • Reply

        Dimenticavo,

        La funzione reset, mi permette di spostare il carrello a destra o sinistra a mio piacimento ma la rotazione del motore è abbastanza lenta rispetto a quanto ptrebbe girare, sarebbe possibile fare in modo che il motore giri piu velocemente?
        Grazie ancora Luigi

        1. Certo Luigi,
          puoi eseguire da solo la modifica dello sketch leggendo come funziona il codice nei miei articoli, li pubblico con tutte le descrizioni proprio per aiutare tutti gli appassionati a fare le modifiche desiderate.

          Mauro

            • luigi on 12 settembre 2013 at 19:13

            Ciao Mauro,
            Proverò a modificare da solo lo Sketch ma la vedo un pò dura.
            Ancora grazie.
            Luigi

          1. Ciao Luigi,
            sono fiducioso, leggendo i commenti al codice capirai dove eseguire la modifica.

            Mauro

            • luigi on 13 settembre 2013 at 12:31

            Ciao Mauro,
            ho modificato lo sketch e smbra che il motore giri piu velocemnte,
            la prova sul campo dello slider però non è andata come speravo,
            fino a che tengo il binario in orizzontale tutto ok, ma quando inclino il binario le cose cambiano,
            il motore sforza molto e non riesce a spostare piu la macchina fotografica (circa 3 kg di peso calcolando tutto)
            mi chiedevo se con uno sketch appositamente scritto, sarebbe possibile pilotare allo stesso modo un motriduttore?

            Grazie Luigi.

          2. Ciao Luigi,
            innanzitutto complimenti per la modifica, se vorrai condividerla con gli altri appassionati sarò felice di offrirti sia l
            O spazio sul blog per la modifica sia per le foto ed i filmati che vorrai pubblicare.

            In merito al progetto in posizione non verticale anche con le guide che sto provando io ho qualche difficoltà con pesi superiori all’1,5Kg e sto sperimentando motori più potenti ma la ricerca é lunga.

            Presto spero dio poter realizzare un dolly completo e poterlo offrire in kit completo di meccanica a tutti gli appassionati e amatori di fotografica time-lapse.

            Un motore in CC con apposita riduzione potrebbe risolvere il problema ma dovresti modificare gran parte dello sketch per quanto riguarda i controlli sul movimento e sulla programmazione, sempre pensando al time-lapse come tecnica di fotografia.

            Mauro

    • luigi on 15 settembre 2013 at 12:13
    • Reply

    Ciao Mauro

    ho abbandonato il motore passo passo e sto provando a scrivere uno sketch che controlla un motoriduttore
    tramite tre pulsanti preimpostati a diversa velovcità piu un pulsante per lo stop e due per il posizionamente veloce della camera a destra o sinistra.
    Per il momento ho escluso il display dal progetto, sarebbe troppo complicato per le mie conoscenze implementarlo, come ho una bozza decente dello sketch la posto e ne parliamo, saro felice di condividere e apportare modifiche atte a migliorare il progetto grazie ai tuoi preziosi consigli e quelli di tutti gli appassionati
    che seguono il tuo blog.
    Ciao
    Luigi.

    1. Ottimo Luigi, é lo spirito giusto e c’è la farai.

      Mauro

  1. Ciao Mauro, dopo mesi e mesi di inattività sono tornato a lavorare sul progetto Dolly (sono Roberto del Dolly Photo 5 parte). Ho visto che hai trovato l’inghippo che ci assillava con la Keypad ed ora volevo chiederti se c’è un modo per allungare i microtasti sulla Keypad LCD stessa. La mia ha dei tastini bassissimi che se messa in una scatola crea non pochi problemi per premerli. Sai se esistono in commercio delle “prolunghe” o se è possibile sostituire i micropulsanti con una versione piu “lunga”? Ciao e grazie mille del supporto che ci dai sempre.

    1. Ciao Roberto,
      potresti costruirti una tastiera nuova con matrice di resistenze come ho descritto in alcuni miei articoli.
      In alternativa potresti risolvere con un box completo di pulsanti che coincida con i tuoi ed in cui ciascun pulsante abbia un piede che arrivi a toccare i pulsanti della Keypad LCD.
      Tale box dovresti progettarlo e costruirlo ad hoc per il tuo progetto

      1. La sostituzione dei tasti è da evitare dici? Ho provato ad attaccare la macchina fotografica al dolly e ho notato che se si inclina troppo ul dolly il motore non riesce a portare su la fotocamera. Cosa consigli di fare? Sostituire il motore passo passo nema 17? Macchian e fotocamera pesano circa 1,7 kg.
        Grazie mille per tutto

        1. Ciao Roberto, la sostituzione dei tasti é più complessa, ma puoi farla comunque se te la senti.
          Per il peso puoi agire sulla meccanica o sull’elettronica, 1,7Kg non è un peso impossibile per un buon motore, tu avevi acquistato quello del kit?

            • Roberto on 7 dicembre 2014 at 11:38

            Si, avevo acquistato quello del kit. Nema 17. Ok ti ringrazio, gentilissimo.

          1. Puoi sostituirlo con uno più potente in cui la corrente per fase non superi le 2A.

  1. […] lunedì scorso ti ha permesso di monitorare i temperatura ed umidità, se ci aggiungi una Keypad Lcd puoi ottenere il Datalogger Arduino LCD […]

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.