«

»

Ago 22

Stampa Articolo

Arduino progetto per TiDiGino

Oggi hanno pubblicato il mio progetto realizzato con la piattaforma Arduino nell’ambito del progetto TiDiGino.Progetto Arduino - Alfieri Mauro

Il concorso indetto dalla rivista “ElettronicaIn” per la realizzazione del firmware della scheda TiDiGino, che integra alcuni telecontrolli quali: TDG133 (telecontrollo 2IN 2 OUT), TDG134 (apricancello), TDG139 (termostato) e TDG140 (telecontrollo DTMF) in un unica piattaforma.

Nel mio Blog trovi tutti i dettagli costruttivi del Lampadario a Fibre ottiche con la precedente versione elettronica basara su un Kit della nuova elettronica, un generatore a dente di sega che però qualche settimana fa mi ha costretto a sostituire l’elettronica con il progetto realizzato con Arduino in quanto mi ha bruciato alcuni led ad alta luminosità.

Ho approfittato dell’occasione per aggiungere il controllo del telecomando ad infrarossi forte degli articoli Tutorial Arduino – IR con TSOP1738 e Tutorial Arduino – IR con TSOP31238

Buona lettura

Permalink link a questo articolo: http://www.mauroalfieri.it/elettronica/arduino-progetto-per-tidigino.html

24 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Massimo

    Spettacolare!

    1. Mauro Alfieri

      Grazie 1000 !!!
      Spero possa essere utile anche ad altri appassionati, anche se artificiale guardare le stelle in soggiorno è incredibilmente rilassante.

  2. Antonio

    Salve, ero interessato a questo progetto che è veramente fenomenale. Premetto che è la prima volta che uso Arduino. Volevo fare un effetto simile per creare un cielo stellato per la mia nipotina che nascerà a gennaio. Ho acquistato tutto. Ho creato anche la basetta con tutto il circuito e tutti i componenti. Ho uplodato lo sketch in arduino e ho messo anke la libreria IR, però quando vado a comandare con il telecomando non fa nulla. Potrei avere una mano perfavore. Ci terrei veramente molto. Grazie

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Antonio, mi fa piacere che tu sia fortemente motivato trovo sia un ottimo punto di partenza, a prima vista il problema che hai incontrato sembra dovuto al telecomando il mio sketch è scritto per un telecomando Samsung che ha una codifica differente da altri telecomandi. Tu che telecomando stai utilizzando?

  3. Roberto

    Salve,
    ho appena acquistato un tidigino per poterlo utilizzare con linux e mac osx ma, con mia suprema sorpresa, non riesco a programmarlo. Il tidigino in mio possesso infatti e’ utilizzabile solo con sistemi windows.
    Sotto linux ed osx viene riconosciuta la porta seriale, ma dall’idea di arduino non si riesce a caricare nulla, il tidigino va in timeout, mentre sotto windows tutto fila liscio.
    Vi risulta la cosa?
    Ho contattato i produttori, ma nemmeno loro mi hanno saputo dare una risposta avendo a disposizione solamente sistemi windows.
    Grazie
    R

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Roberto, ciò che dici è vero, anche io ho avuto lo stesso prob. il produttore non ha saputo aiutarmi.
      Un utente che mi segue su twitter @mauroalfieri ha, forse, trovato il problema, sembra si tratti di una resistenza che limita la corrente dell’usb. Se riesco ti recupero la sua intuizione, io non l’ho ancora provata.
      Seguimi su twitter e YouTube ci sono tanti appassionati come noi che possono darti consigli.

      Mauro

    2. Mauro Alfieri

      come ti accennavo: @EnricoCedri mi ha scritto su twitter “@mauroalfieri risolto! C’è un problema di livelli di resistenze all’uscita dell’alimentatore. Devi togliere la resistenza R20 da 100ohm”

  4. Emanuele

    mmm…Non sono esperto ma potresti gentilmente postare lo schema elettrico?

    1. Mauro Alfieri

      Ciao,
      lo schema puoi trovarlo sul sito di futura elettronica.

      Mauro

  5. Emanuele

    Continuo a dichiarare la mia ignoranza ma dallo schema
    http://www.futuraelettronica.net/pdf_ita/8190-RGB_SHIELD.pdf

    Sembra che in comune vadano i catodi non gli anodi

    1. Mauro Alfieri

      Perdonami ma non comprendo a cosa ti riferisci.

      Mauro

  6. Emanuele

    Scusami.. Ho preparato l illuminatore e ho saldato insieme gli anodi dei 4 led e adesso non so come andare avanti;))

    1. Mauro Alfieri

      Ora mi è tutto più chiaro, ho fatto confusione con il progetto a cui ti riferivi.
      Nel mio progetto io non ho utilizzato la shield, ho disegnato io il circuito, per questo differisce dalle connessioni della shield.

      Lo schema dei collegamenti è in questo tutoria, non è il classico schema elettrico ma il piano di montaggio che dovrebbe essere più semplice da seguire.

      In fondo alla sezione Corsi Arduino, è una pagina del Blog, trovi tutto il progetto, passo dopo passo.
      Scrivimi se qualcosa non ti è chiaro.

      Mauro

  7. Emanuele

    Ciao e grazie intanto..
    Ho realizzato il circuito ma in maniera differente
    Ho collegato le uscite di Arduino in serie ad una resistenza da 1KOhm e alla Base del transistor in modo tale da modularne l’intensità via software.

    All’collettore arrivo con i 12V,e dall’emettitore passo attraverso la resistenza da 460hm e poi al Led e quidni a terra.
    Tutto questo è replicato per i 4 LED.
    I led sono stati montati come indicato da te nell’articolo Illuminatore LEd, solo mettendo i catodi dei led insieme (al centro) e gli anodi collegati singolarmente come sopra..

    I led si accendono (i 3 RGB, non il bianco) ma non riesco a comandarli in alcun modo..
    Dove sbaglio?

    PS utilizzo un solo illuminatore non due.

    1. Mauro Alfieri

      Ciao, che transistor hai utilizzato? Te lo chiedo perchè quelli indicati nello schema non lavorano così come li hai connessi tu.

      Prova anche che i singlio led si accendano con la sola resistenza e alimentazione, senza arduino.

      Mauro

  8. Emanuele

    Ciao ho utilizzato i transistor che hai indicato tu..Solo che erroneamente pensavo che la base fosse il piedino di mezzo ( chi me l’ha venduto non mi ha dato il datasheet :)) Poi ho capito che la base sta a sx,
    ma nel frattempo ho cercato ti capire un po’ meglio la teoria dietro al progetto e mi inizio a spiegare un po’ di cose:

    ———D|—–RL———cVe———-|
    | | D| = Led
    |——–D|—–RL———cVe– ——–| RL= Resistenza 470 Ohm
    + | | – V Transistor
    —-| |——
    |——–D|—–RL———cVe———–|
    | |
    |——–D|—–RL———cVe———–|

    Questo dovrebbe essere il circuito come l’hai fatto tu (manca chiaramente ciò che arriva da Arduino e va alla base del transistor)
    Dimmi se sbaglio.. La mia idea, che credo dovrebbe essere equivalente è così:

    | ———D|—–RL———eVc———|
    | | D| = Led
    |——–D|—–RL———eVc– ——–| RL= Resistenza 470Ohm
    – | | + V Transistor
    —-| |——
    |——–D|—–RL———eVc———–|
    | |
    |——–D|—–RL———eVc———–|

    Dove inverto le polarità ed i collegamenti al transistor e utilizzo i catodo comuni (nell’illuminatore Led che hai illustrato tu)

    Sbaglio ancora?
    Adesso devo capire se un solo led invece di due in serie (come hai fatto tu) mi compromettono la loro vita (penso soprattutto al Rosso che con 470 Ohm è un po’ sovraccaricato).

    Ps per adesso il lampadario (a muro) è venuto splendido.. Le fibre sono illuminate da tutti i led contemporaneamente in attesa che io capisca come fare a comandarli con Arduino…
    Se ti interessa a progetto finito di mando le foto! Del resto l’idea è tua, e per l’aiuto che mi stai dando hai la quasi totalità dei meriti!
    Manu

    1. Mauro Alfieri

      Ciao,
      il datasheet se ti occorre è questo:

      http://www.datasheetcatalog.org/datasheet2/7/0tz6xxzzi7w2oz6qz7a0uhkg817y.pdf

      Sono dei NPN per cui la configurazione che hai eseguito potrebbe non funzionare, al loro posto potresti usare del TP121 che se non ricordo male sono dei PNP ma devi cambiare lo sketch per lavorare con segnali in positivo invece che in negativo.

      Mauro

  9. Emanuele

    Che disastro.. scusa comprime gli spazi.. ripropongo i circuiti con il punto al posto degli spazi
    …..———D|—–RL———cVe———–|
    …..|…………………………………………………..|
    …..|——–D|—–RL———cVe– ——–|
    (+)|…………………………………………………..|….(-)
    —-|…………………………………………………..|——
    …..|——–D|—–RL———cVe———–|
    …..|…………………………………………………..|
    …..|——–D|—–RL———cVe———–|

    …..———D|—–RL———eVc———–|
    …..|…………………………………………………..|
    …..|——–D|—–RL———eVc– ——–|
    (+)|…………………………………………………..|….(-)
    —-|…………………………………………………..|——
    …..|——–D|—–RL———eVc———–|
    …..|…………………………………………………..|
    …..|——–D|—–RL———eVc———–|

    D| = Led
    RL= Resistenza 470Ohm
    V Transistor

  10. Emanuele

    Ma certo!!!!
    Grazie!!Stasera inverto tutto! MI confermi che il primo circuito è come l’hai inteso tu?

  11. Emanuele

    Ti aggiorno:
    Funziona! Grazie dell’aiuto, questa sera programmo il telecomando.
    Ciao

    1. Mauro Alfieri

      Ottimo, sei stato grande … attendo le foto e magari anche un filmato 🙂

  12. Emanuele

    Ciao, ho finito.. L’ho appeso ed è spettacolare!
    Ti invio le foto!
    Ho fatto delle piccole modifiche al software per rendere più omogeneo e casuale il cambio luce.
    Utilizzo infatti tutti e 4 i led (non solo 3 come nella funzione 3ledfade) ed il fade si sviluppa in modo sinusoidale secondo periodi e frequenze casuali:
    Ho importato la libreria TrueRandom ed inserita in questo modo

    luminositàled1=128+128*sinb(a +k/6.28)

    dove k rappresenta un contatore
    a un numero casuale (tra 1 e 6)(angolo di partenza)
    b un numero casuale (tra 1 e 3)(velocità del fade)
    k/6.28 mi da invece il passo di modifica, in questo caso ad ogni ciclo aumentiamo di un radiante. Il denominatore si tara in base all’effetto voluto.

    luminositàled1 va replicata (luminositàled2, luminositàled3,luminositàled0) per ogni led, chiaramente a “a” e “k” si sostituiscono altre variabili generate random. In questo modo le luci variano con velocità e modalità completamente casuali.

    La funzione seno varia tra -1 e +1 quindi luminosità si muove tra 0 e 256.

    Ciaoo

    1. Mauro Alfieri

      Ciao Emanuele,
      sono contentissimo del tuo risultato e del fatto che tu abbia modificato lo sketch, dimostra non solo che quello che faccio è utile ma che con l’impegno e la volontà di ognuno è possibile fare anche di meglio.

      Le foto me le mandi su info chiocciola mauroalfieri dot it, e se mi scrivi 2 righe sul progetto e l’autorizzazione ti scrivo un articolo per aiutare chi ne vuole realizzare uno a farselo.

      Mauro

  13. Emanuele

    errata corrige: oltre ad “a e k” anche “b” viene generata diversa per ogni led.

    Ps non ho un indirizzo email per le foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>