Ricetta: Granita di anguria

Per la grigliata di ferragosto trovo che non ci sia nulla di più indicato, dopo la carne :-), dell’anguria .. e perché non servirla come granita.

granita di anguria

Se non sei un amante della frutta ma allo stesso tempo adori i dolci e con il caldo preferisci cibi freddi la ricetta che ti propongo oggi sarà sicuramente apprezzata.

L’anguria è un frutto estivo, freaco ed adatto a realizzare delle splendide granite, il suo colore rosso intenso colora la tavola dopo una grigliata con gli amici in giardino 🙂

Da wikipedia:

Il frutto ha un interno rosso o giallo (raramente), ricco di semi, che possono essere neri, bianchi o gialli. La polpa è ricca di acqua (più del 90%) e il contenuto in zuccheri semplici la rende particolarmente dolce. Contiene inoltre un cospicuo quantitativo di vitamina A (liposolubile)

su wikipedia sono riportati anche i valori nutrizionali a cui puoi aggiungere che è un frutto ricco di fibre oltre che di acqua e zuccheri semplici, tutte caratteristiche importantissime con il caldo.

Ingredienti

  • n.1 anguria della dimensione che desideri

Strumenti

  • n.1 coltello a lama liscia più lungo possibile
  • n.1 cucchiao
  • n.1 forchetta
  • n.1 tagliere
  • n.1 scolino
  • n.1 contenitore capiente
  • il congelatore

Preparazione

Lava bene l’anguria esternamente con acqua corrente e posiziona l’anguria sul tagliere:

Anguria

con l’aiuto del coltello tagliala a metà:

Tagliare l'anguria

una delle due metà la utilizzerai per servire la granita alla grigliata o dopo una cena con gli amici.

Se i bordi del taglio non ti sono venuti precisi non diperare hai due soluzioni:

  1. rifinire la metà che userai per servire la granita con il coltello cercando di pareggiare i bordi;
  2. incidere i bordi come i merli di una torre o in modo triangolare:

Anguria bordi triangolari

a questo punto devi scavare l’anguria con l’aiuto di un cucchiaio:

Scavare l'anguria

lasciando un paio di centrimetri dall’esterno:

Anguria svuotata

la parte di colore rosso attaccata alla buccia è bella da vedere e da all’occhio l’idea che la granita sia a contatto con la polpa stessa formando un unico corpo.

Metti la polpa estratta in un contenitore:

Polpa di anguria

e con l’aiuto di una forchetta rompi a pezzi sempre più piccoli estraendo il succo e riducendo il volume, in questa fase i semi non devono rompersi, alcuni vengono a galla sul liquido ottenuto e puoi eliminarli con la forchetta stessa, altri li togli con l’aiuto del colino:

polpa di anguria

aggiungi la polpa al succo, eliminando gli ultimi semi e metti il contenitore nel congelatore per un paio d’ore.

L’Anguria è già ricca di zucchero ed io non aggiungo zucchero, certo questo dipende da quanto è maturo il frutto e  la qualità dell’anguria, ti consiglio di assaggiare la polpa e decidere se aggiungere zucchero ed in quale quantità.

… dopo 2 ore …

controlla lo stato del composto, non deve diventare troppo ghiacciato, come termine di confronto utilizza un coltello, se riesci a praticare dei tagli a scacchiera e questi restano ben visibili la tua granita è pronta, se è troppo liquida rimettila nel congelatore controllando ogni 30min.

Il risultato deve essere simile a questo:

Granita di anguria

taglia la granita a cubetti sempre più piccoli e con l’aiuto del cucchiaio lavora la granita fino a rendere omogeneo il tutto e quasi cremoso, per darti l’idea del tipo di lavorazione a cui puoi giungere ho realizzato un video:

Ora è tutto pronto per essere servito in tavola.

Buon appetito !!!

Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/cucina/ricetta-granita-di-anguria.html

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.