Equity crowdfunding primi in europa

La delibera del 26 giugno 2013 comparsa sul sito della Gazzetta Ufficiale il regolamento sulla raccolta di capitali di rischio da parte di start-up innovative tramite portali on-line anche detto equity crowdfunding.

equity crowdfunding

Il regolamento definitivo è stato rilasciato dalla Consob dando alle neo aziende Italiane, le start-up appunto, una legislatura apposita per l’equity crowdfunding.

Siamo primi in europa ad avere una regolamentazione di questo tipo, forse primi al mondo.

Cos’é l’equity crowdfunding

Probabilmente conosci il sito Kickstarter usato da molti makers internazionali per presentare il proprio progetto agli investitori privati di tutto il mondo.

Puoi pubblicare la tua  start-up, il tuo business plan ed tutte le informazioni che presentano la tua idea di impresa e migliaia di investitori nel mondo possono contribuire a finanziarla.

Si tratta di finanziamento pubblico che parte dal basso, chiunque può partecipare, attraverso un portale internet.

Italia prima nell’equity crowdfunding

La Commissione Nazionale per le società e la Borsa il 26 giugno 2013 ha pubblicato, sulla gazzetta ufficiale, la seguente delibera:

equity crowdfunding art.1

il regolamento sulla raccolta di capitali destinati alle start-up innovative attraverso i portali on-line.

Nei prossimi mesi vedremo nascere anche in Italia portali dedicati all’equity crowdfunding secondo le regole stabilite dalla legislatura Italiana.

La delibera è composta da 2 articoli e 4 allegati il cui compito è regolamentare la nascita di portali abilitati legalmente all’equity crowdfounding.

L’esistenza di un regolamento serve a garantire sia chi propone la propria start-up sia chi partecipa finanziariamente al sostegno di un’idea in modo che tutti traggano il massimo vantaggio dalla partecipazione a questa forma di finanziamento.

Alla legislatura sono soggetti tutti coloro che vorranno offrire il sevizio di crowndfounding alle start-up del nostro paese.

Tra i compiti del gestore del sistema di raccolta fondi c’è l’obbligo di verificare che le informazioni fornite dalla nascente start-up siano chiare e veritiere oltre che sufficienti ad effettuare la valutazione dell’investimento e del rischio da parte di un investitore.

Nell’Allegato alla delibera trovi la frase:

equity crowdfunding allegato

la CONSOB avrà un registro in cui sono riportate le informazioni relative ai soggetti abilitati a erogare e garantire sistemi di equity crowndfounding.

La regolamentazione dell’equity crowndfounding è forse un primo passo verso la ripresa, credo infatti che la ripresa dell’Italia sia possibile proprio grazie alle nostre libere iniziative ed idee innovative.

Il modello dell’impresa finanziata dal basso è senza dubbio un modello che in altri paesi ha già dato i suoi frutti aiutando tante idee a trovare la propria strada ed essere realizzate con l’uso di finanziamenti non provenienti dai consueti canali ma da persone comuni che credono in un’idea innovativa e vogliono contribuire a realizzarla.

In taluni casi il finanziamento di start-up si riferisce all’acquisto di quote di una Srl ma più spesso chi partecipa a progetti di questo tipo ha come obiettivo principale quello di poter possedere il prodotto in anteprima o in via esclusiva, personalizzata o altro segno distintivo come riconoscimento all’azione di finanziamento, diciamo come ringraziamento all’aver creduto nell’idea quando ancora non si è concretizzata.

Permanent link to this article: http://www.mauroalfieri.it/bricolage/equity-crowdfunding-primi-in-europa.html

2 comments

  1. La notizia è potenzialmente grandiosa! Speriamo solo che le cose non siano fatte come al solito all’italiana con mille regole e passaggi burocratici inutili che renderebbero irrealizzabile qualsiasi progetto.

    1. Ripongo anch’io la medesima speranza.
      E’ pur vero che il regolamento è per chi vuole aprire un portale come intermediario tra start-up e finanziatori.

      Mauro

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.